Willem Drost

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Willem Drost auto-ritratto.

Willem Drost (Amsterdam, 19 aprile 1633Venezia, 25 febbraio 1659) è stato un pittore olandese, noto soprattutto per i suoi dipinti a tema storico e per i suoi ritratti.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Se le notizie della sua prima infanzia non sono certe e sicure, intorno al 1650 divenne allievo di Rembrandt, sviluppando così alcuni lavori in collaborazione col maestro, quali composizioni bibliche, studi simbolici di figure solitarie e ritratti.[1]

Ancora nel ruolo di studente, nel 1654 intitolò un suo dipinto Bathsheba ("Betsabea"), ispirato pure nel titolo da un'opera del maestro, anche se lo sviluppo dell'idea fu leggermente diverso. Entrambi i quadri sono conservati al Louvre di Parigi.

In qualche occasione, verso la metà degli anni Cinquanta del secolo, l'artista si recò a Roma, dove ebbe modo di collaborare con l'artista germanico Johann Carl Loth per una serie di Quattro Evangelisti a Venezia.[2]

Tra le sue opere firmate spiccarono sia un Ritratto di uomo sia un Ritratto di donna e pure un'acquaforte intitolata Pittore al cavalletto,

Willem Drost, Bathsheba, 1654, Louvre

Drost può essere definito come uno dei più talentuosi allievi del Rembrandt ed anche uno di coloro le cui opere furono per secoli confuse con quelle del maestro, come accadde ad esempio per il dipinto del 1654 intitolato Portrait of a Young Woman with her Hands Folded on a Book, oppure per il ritratto di un giovane uomo intitolato The Polish Rider riscoperto solamente nel 1897. Grazie al proficuo lavoro svolto dalla Foundation Rembrandt Research Project, alcuni dipinti sono stati assegnati agli allievi e collaboratori dal grande maestro.

Ovviamente l'influenza del maestro fu fondamentale e nel caso di Drost appare soprattutto il periodo intermedio e centrale di Rembrabdt quello più seguito dall'allievo, evidenziato dall'uso della luminosità vibrante e dal tentativo di seguire le tracce del maestro nella pacatezza del tocco e nell'alone spirituale ricco di ricerca introspettiva non priva, talora, di drammaticità.[1]

Tra le altre opere attribuite a Drost, emerge un celebre Giovane che legge ed un Guerriero seduto tratto da un quadro del Giorgione.

Opere selezionate[modifica | modifica sorgente]

  • 1651: Ruth and Naomi on the road to Bethlehem - Ashmolean Museum, Oxford,
  • 1652: Self Portrait of the Artist
  • 1653: Portrait of a Man - (Metropolitan Museum of Art, New York City);
  • 1653: Portrait of a Woman - Museum Bredius, L'Aia;
  • 1653:The Philosopher - National Gallery of Art, Washington;
  • c.1654: Portrait of a Young Woman - The Wallace Collection, Londra;
  • 1654: Portrait of a Young Woman with her Hands Folded on a Book - National Gallery, Londra
  • 1654: Portrait of an Officer in a Red Beret - David Findlay Galleries, New York City
  • 1654: Bathsheba - Louvre, Parigi;
  • c.1655: Portrait d’homme feuilletant un livre, Louvre, [[Parigi;
  • 1655: The Unmerciful Servant - The Wallace Collection, Londra;
  • 1655: "Flute Player" - Collezione privata, Germania
  • 1655: Bust of man wearing a large-brimmed hat - (c.1655), National Gallery of Art]], Dublino;
  • c.1656 Young Man with a Flute - Scandinavia: Collezione Privata;
  • c.1657: Old Woman Teaching a Child - Hermitage Museum, San Pietroburgo, Russia;
  • c.1658: Boy with a Recorder - Galleria Palatina, Firenze, Italia;
  • c.1659 L'écaillère - Louvre, Parigi;
  • 1659: St. Matthew and the Angel - North Carolina Museum of Art, Raleigh;
  • c.1659: Abraham Casting Out Hagar & Ishmael - Guilford College Collection, Greensboro;
  • c.1650: Self Portrait of the Artist as John the Evangelist, Bader Collection, Milwaukee;

Notes[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Le Muse, De Agostini, Novara, 1966, Vol.IV, pag.266
  2. ^ *Seymour Slive, Dutch Painting, 1600-1800, pag.117, Yale UP, 1995,ISBN 0-300-07451-4

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jonathan Bikker, Willem Drost: A Rembrandt Pupil in Amsterdam and Venice, 2006, Yale University Press, isbn= 0-300-10581-9

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 41780573 LCCN: nr2002045676

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura