Wilkie Collins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilkie William Collins nel 1874. Foto di Napoleon Sarony.

Wilkie William Collins (Marylebone, 8 gennaio 1824Londra, 23 settembre 1889) è stato uno scrittore inglese, amico e collaboratore di Charles Dickens.

La sua produzione letteraria, e in particolare quella fantastica, è di assoluto rilievo, ma non vi è dubbio che a tutt'oggi sia maggiormente conosciuto dal grande pubblico per i romanzi gialli La donna in bianco, La Pietra di Luna, La legge e la signora e La follia dei Monkton. Questo senza nulla togliere ai molti altri romanzi e ai numerosissimi racconti da lui scritti. G.K. Chesterton ebbe una volta modo di scrivere relativamente a Dickens e Collins: «Erano due uomini che nessuno può superare nello scrivere storie di fantasmi».

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Considerato uno dei padri del poliziesco, Wilkie Collins nasce a Londra l'8 gennaio 1824. Il padre William, paesaggista, ha in mente per il figlio un futuro fuori dal mondo dell'arte. Infatti Wilkie all'inizio si cimenta con il commercio del tè, scoprendo, però, di non essere tagliato per gli affari. A quel punto, allora, decide di studiare legge al Lincoln's Inn: nel 1851 ottiene l'abilitazione all'avvocatura, ma tale carriera non gli dà lo sperato successo. Solo iniziando a scrivere scoprirà la sua vera vocazione.

Il suo primo lavoro, di alcuni anni prima, è un'opera dedicata al padre, morto nel 1847: Memoirs of the Life of William Collins, edito l'anno successivo. Quindi pubblica due romanzi: Antonina nel 1850 e Basil nel 1852.

Nell'aprile dello stesso anno incontra Charles Dickens e scrive per la sua rivista, il settimanale Household Words: è l'inizio di un lungo rapporto di lavoro e d'amicizia lungo dieci anni.

Il vero successo, però, Collins lo ottiene con i già citati romanzi, ma soprattutto con La Pietra di Luna, appassionante romanzo raccontato a più voci in cui si narra di un prezioso gioiello andato perso e dell'onore di una ragazza che rischia di essere macchiato. Questa e altre opere ne fanno un maestro della narrativa del mistero e non è difficile riscontrare la sua influenza in molti romanzi successivi e in moltissimi film di oggi.

Wilkie Collins muore il 23 settembre 1889 e viene seppellito al Kensal Green Cemetery.

Film tratti dalle opere di Collins[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Tv (parziale)[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95173526 LCCN: n79061084