Wikipedia:Lo sapevi che

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abbreviazioni
Wikipedia:LSC
Questo box: v · m
HILLGIALLO puntointerrogativo.png
La rubrica «Lo sapevi che...?» è pensata per presentare nella pagina principale di Wikipedia, a rotazione giornaliera, alcune voci che possano suscitare nel lettore una particolare curiosità che lo invogli a proseguire la lettura e la consultazione dell'enciclopedia. Affinché una voce possa essere selezionata per la rubrica è necessario che superi un'apposita procedura di segnalazione basata sul consenso.
Requisiti

Al fine di comparire nella rubrica, è necessario che le voci rispondano a una serie di requisiti:

  1. La voce deve distinguersi per curiosità, originalità o per particolare interesse. Non deve essere costituita da meri elenchi e non deve trattare argomenti generici, banali o troppo specialistici. Inoltre, non deve essere eccessivamente breve.
  2. Non deve essere né una voce di qualità, né essere in vetrina, né essere al vaglio.
  3. Non deve essere già comparsa nella rubrica.
  4. Non è previsto l'inserimento di voci senza immagini, o che abbiano solamente immagini soggette a EDP (screenshot, loghi e marchi registrati o simili). Se la voce ha una sola immagine, essa non deve essere già stata usata nella rubrica, anche se per un'altra voce.
  5. Deve essere almeno di discreta qualità secondo gli standard di Wikipedia (si consiglia, a tal proposito, di consultare il manuale di stile). Deve altresì essere priva di avvisi e corredata da un adeguato numero di fonti, indicate nel testo mediante note a piè di pagina. Le voci prive di fonti verranno respinte immediatamente.
  6. Le voci vengono valutate in base alle loro condizioni al momento della proposizione. In sede di valutazione, pertanto, devono necessitare al massimo di lievi limature. Voci il cui stato richiede interventi massivi verranno respinte immediatamente.
  7. È fortemente sconsigliato l'inserimento di voci su persone viventi, aziende attive, prodotti attualmente commercializzati e quant'altro possa ricavare un giovamento, anche solo in termini di ritorno di immagine, dalla visibilità che l'inserimento in questa rubrica fornisce. Situazioni controverse devono essere attentamente valutate, anche in relazione alla possibile esistenza di campagne commerciali extrawikipediane a cui una voce, se messa in questa rubrica, sarebbe di rinforzo.
  8. Le voci che non rispettano anche uno solo dei requisiti richiesti verranno respinte immediatamente.

CuratoriCandidature approvateArchivioVoci in rotazioneValutazioni in corsoVoci da migliorare prima della valutazione

Curatori della rubrica[modifica | modifica sorgente]

La presente rubrica è curata da utenti volontari. Il loro lavoro consiste prevalentemente: nell'andare alla ricerca di voci particolarmente curiose, di buona qualità e che rispondano ai requisiti sopra esposti; nel valutare le candidature che via via pervengono, commentando e proponendo eventuali migliorie; nel wikificare le voci approvate affinché siano presentabili per la home page; nel redigere i riassunti da pubblicare.

Se vuoi collaborare, sei invitato ad aggiungere il tuo nome qui sotto:

Attivi[modifica | modifica sorgente]

  1. --RiccardoP1983 (dimmi di tutto) 19:55, 5 mar 2010 (CET)
  2. --Riottoso? 11:38, 7 giu 2010 (CEST)
  3. --Antonio Alvigi (msg) 13:22, 17 giu 2010 (CEST)
  4. --OppidumNissenae (msg) 20:20, 18 nov 2010 (CET)
  5. --Almadannata (msg) 14:30, 26 nov 2010 (CET)
  6. --Mhiv (msg) 23:40, 24 dic 2010 (CET)
  7. --DB, "the Killer" Al Vostro Servizio 15:35, 8 gen 2011 (CET) studio permettendo
  8. --Eippol parlami! 14:38, 13 gen 2011 (CET)
  9. --Lolo00 18:20, 13 gen 2011 (CET)
  10. --Borgil (á quetë nin) 10:43, 16 mar 2011 (CET)
  11. --Uomodis08 (msg) 16:00, 13 giu 2010 (CEST)
  12. --Vid395 (msg) 10:31, 15 mag 2011 (CEST)
  13. --και (dimmi tutto) 09:00, 26 giu 2011 (CEST)
  14. --InnOcenti ErleOr Baruk Khazâd! 20:53, 8 nov 2011 (CET)
  15. --Arres (msg) 14:34, 25 nov 2011 (CET)
  16. --Gondola disturbami! 20:00, 26 gen 2012 (CET)
  17. --Andrea Coppola 15:47, 31 gen 2012 (CET)
  18. --Angelus(scrivimi) 05:37, 16 mar 2012 (CET)
  19. --Ppong (msg) 17:30, 20 set 2012 (CEST)
  20. --**CHRISTIHAN** Venite al dunque.... 17:57, 3 lug 2012 (CEST)
  21. --FL3R (msg) 00:25, 4 dic 2012 (CET)
  22. --GioBru 16:04, 17 gen 2013 (CET) In realtà da prima, precisamente dal 4 ottobre 2012, ma mi sono accorto di questa sezione solo ora...
  23. --FraDeb 15:13, 26 apr 2013 (CEST)
  24. --Nungalpiriggal (msg) 14:18, 29 mar 2013 (CET)
  25. --GaelKel 21:43, 29 ott 2013 (CET)
  26. --Enryonthecloud (msg) 20:54, 4 dic 2013 (CET)
  27. PupyFaki anche se molto poco...
  28. --ArtAttack (msg) 17:34, 8 mar 2014 (CET)
  29. --RispoliGianluca (msg) 09:41, 20 mar 2014 (CET)
  30. --Dome 202 (msg)Dome 202
  31. --L'inesprimibilenulla 11:14, 26 ago 2014 (CEST)

Inattivi[modifica | modifica sorgente]

  1. --Étienne (attivo dal 2008 al 2011)
  2. Cesare87 (msg) 00:24, 12 feb 2010 (CET)part time
  3. --Zoologo (msg) 14:38, 15 feb 2010 (CET) (Non confermato al 100% perchè a partire da fine mese sono impegnato con lezioni e studi)
  4. --¶ạtạfrittơ preferisci al forno? 12:53, 31 mar 2010 (CEST) (soprattutto per proporre)
  5. --LUCA p - dimmi pure... 20:15, 17 apr 2010 (CEST)
  6. --Suetonius (EPISTVLAE) 19:53, 26 mag 2010 (CEST) (sempre pronto a scovare qualcosa di curioso)
  7. --Grandeepopea (msg) 20:56, 30 lug 2010 (CEST)
  8. Dedda71 (msg) 12:16, 1 set 2010 (CEST)
  9. ]\[3i 14:34, 1 set 2010 (CEST)
  10. --Harlock81 (msg) 12:14, 20 feb 2011 (CET)

Candidature approvate[modifica | modifica sorgente]

Attenzione! Il seguente è l'elenco delle voci che hanno già superato la procedura di valutazione e sono in attesa di essere inserite nella rubrica.
Per favore non aggiungere le tue proposte qui, ma nella pagina apposita.
  1. Battaglioni femminili della morte

Archivio[modifica | modifica sorgente]

Con il crescere della rubrica negli anni, dal 2012, è possibile consultare un archivio con le voci proposte e con le relative discussioni:

Prima del 2012 non era consuetudine di questa rubrica archiviare i procedimenti di valutazione conclusi. Se stai cercando discussioni antecedenti, puoi controllare nella cronologia di questa pagina. Esistono comunque alcuni elenchi (l'ultimo dei quali è aggiornato fino a metà 2006) delle voci che sono entrate in rubrica:

Voci in rotazione (riepilogo situazione attuale)[modifica | modifica sorgente]

In questa sezione sono calendarizzate le voci approvate che fanno parte della versione attuale della rubrica, ovvero che compaiono nella pagina principale nel giorno corrispondente al numero che le individua nel riepilogo. Ogni voce compare nella pagina principale almeno due volte. Allo scopo di valutare se e quando ciò sia accaduto, nel riepilogo è anche indicata la data in cui è stato aggiunto l'incipit della voce alla rubrica attraverso la modifica del template corrispondente.

Esempio : utilizzando un esempio per maggiore chiarezza, il testo in corrispondenza del numero 1 compare nella pagina principale il primo di ogni mese. In tal caso, prima di aggiornare il template corrispondente, si chiede di valutare se sono trascorsi almeno due primi del mese dalla data indicata accanto al tasto di modifica (naturalmente, l'attenzione deve essere prestata prevalentemente per i numeri compresi tra il 29 ed il 31 dal momento che i mesi non hanno uguale durata). Se ciò è accaduto, è possibile aggiornare il template selezionando una voce tra le candidature approvate; viceversa è necessario attendere il tempo necessario. Non appena il template è stato aggiornato con una voce presa tra quelle approvate, ricorda di aggiungere nella pagina di discussione della voce prescelta il template {{sapevi voce}}.

La durata del periodo tra la data di approvazione e l'effettiva pubblicazione può variare grandemente, in funzione del numero delle candidature approvate e della situazione presente nella calendarizzazione delle voci al momento dell'approvazione.

1[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 24 luglio 2014 modifica


BDriscoll.jpeg

L'incidente stradale di Bridget Driscoll avvenne a Londra il 17 agosto 1896; si tratta del primo sinistro della storia riguardante un pedone e del primo incidente automobilistico mortale in Gran Bretagna. L'evento si consumò solo poche settimane dopo che il parlamento aveva innalzato i limiti di velocità dalle precedenti 2 miglia orarie per le città e 4 per le aree interurbane a 14 (23 km/h).

La vittima fu la quarantacinquenne Bridget Driscoll, morta sul colpo dopo essere stata investita da un'auto in corsa. Il tribunale emise la sentenza di "morte accidentale" dopo un'inchiesta durata sei ore, alla quale non seguì alcuna condanna.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

2[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 29 luglio 2014 modifica


Tsar tank.jpg

Lo Zar (noto anche con le traslitterazioni Tzar o Tsar, chiamato anche Netopyri, dal russo Нетопырь, che indica un genere di pipistrelli, o carro Lebedenko, dal cognome del principale progettista) era un progetto di veicolo militare corazzato sviluppato nell'Impero russo tra il 1914 e il 1915. L'inusuale carro armato era basato non su cingoli, come la maggior parte dei veicoli corazzati pesanti, ma su una configurazione a ruote a triciclo, in cui la coppia anteriore aveva un diametro di 9 metri. Il carro non entrò mai in servizio e il progetto venne presto abbandonato dopo il primo test, in quanto i costi erano molto elevati (superavano i 200.000 rubli all'epoca) e il veicolo aveva problemi di manovrabilità e risultava inoltre sottopotenziato e vulnerabile al fuoco dell'artiglieria. Per le sue dimensioni notevoli, è stato il più grande veicolo corazzato terrestre mai costruito (ma non il più pesante, titolo che spetta al carro superpesante tedesco Panzer VIII Maus).

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

3[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 17 marzo 2014 modifica


The Company of Undertakers by William Hogarth.jpg

The Company of Undertakers (in inglese, "La compagnia dei becchini"), conosciuta anche come Consultation of Physicians ("Consulto di medici"), The Collegium Medicum ("Il collegio dei medici") o come The Undertakers' Arms ("Lo stemma dei becchini"), è un'incisione di William Hogarth.

L'incisione, realizzata all'inizio del 1736, venne stampata e messa in vendita il 3 marzo dello stesso anno al prezzo di sei penny e rappresenta una satira nei confronti dei medici del tempo, spesso accusati di essere ignoranti e truffatori. Il titolo stesso, La compagnia dei becchini, venne scelto da Hogarth per mettere in diretta relazione la morte con la ciarlataneria di alcuni medici.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

4[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 17 settembre 2014 modifica


Émeu - Ménagerie du Jardin des plantes.jpg

La guerra degli emù (nota anche come grande guerra degli emù) fu un'operazione di controllo della fauna selvatica nociva svoltasi in Australia durante l'ultima parte del 1932 in risposta alla preoccupazione dell'opinione pubblica riguardo al considerevole numero di emù riversatisi senza controllo nel distretto di Campion nell'Australia Occidentale. Il tentativo di limitare la popolazione degli emù, un volatile australiano di grosse dimensioni e incapace di volare, vide l'impiego di soldati armati di mitragliatrici, fatto che portò i media ad adottare il termine "Guerra degli emù" riferendosi a tale operazione.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

5[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 11 giugno 2014 modifica


Giant Tortoise, Galapagos.jpg

Lonesome George è stato un esemplare maschio di Chelonoidis abingdonii, una specie di testuggine insediata nell'isola di Pinta, una delle più piccole e isolate dell'arcipelago delle Galápagos. È noto per essere stato l'ultimo rappresentante vivente di quella specie, ritenuta addirittura estinta prima del suo ritrovamento, diventando di conseguenza un simbolo della lotta per la conservazione dell'ecosistema dell'arcipelago. Dopo svariati tentativi, mai andati a buon fine, di farlo accoppiare con femmine di altre specie prossime per generare esemplari ibridi che conservassero anche solo in parte i geni di Chelonoisis abingdonii, venne trovato morto nel 2012 (a un'età di circa 100 anni), sancendo così l'estinzione della specie.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

6[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 15 giugno 2014 modifica


Comanche Code Talkers.jpg

Code talker (in italiano: "parlante in codice") è un termine usato in lingua inglese per descrivere una persona che parla usando un linguaggio codificato. Esso è frequentemente usato per indicare i 400 nativi americani che prestarono servizio come Marines degli Stati Uniti, il cui lavoro principale era di trasmettere messaggi tattici segreti. I code talker trasmettevano questi messaggi attraverso reti telefoniche o radio, usando codici linguistici sviluppati sulle loro lingue native. Il loro servizio incrementò le comunicazioni in termini di velocità di criptazione su entrambe le sponde delle linee operative dei fronti della seconda guerra mondiale.

Il termine code talker è comunemente associato con gli speaker Navajo, reclutati specialmente durante la seconda guerra mondiale dai Marines per servire nella guerra del Pacifico. I code talker, tuttavia, ebbero come pionieri del loro campo gli indiani Choctaw che prestarono servizio nella prima guerra mondiale e che venivano chiamati Choctaw code talker.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

7[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 24 luglio 2014 modifica


Duchamp Fountaine.jpg

Fontana è un'opera ready-made, realizzata dall'artista Marcel Duchamp nel 1917 e successivamente andata perduta. Consiste in un comune orinatoio firmato "R. Mutt" e intitolato Fontana, e viene considerata da alcuni storici dell'arte e teorici specializzati una delle maggiori opere d'arte del ventesimo secolo. Dal 1964 esistono nel mondo sedici repliche dell'oggetto.

Secondo un'interpretazione, Fontana venne realizzata quando Duchamp acquistò, a New York, un comune orinatoio modello Bedfordshire. Giunto nel proprio studio, l'artista ruotò di novanta gradi l'oggetto e vi scrisse "R. Mutt 1917". Secondo un'altra versione, l'opera è il risultato di una collaborazione.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

8[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 14 luglio 2014 modifica


Thebes-1.jpg

Il battaglione sacro (in greco antico ἱερὸς λόχος, traslitterato in hieròs lóchos), o battaglione della città (in greco antico ὁ ἐκ πόλεως λόχος, traslitterato in ho ek póleos lóchos) era un corpo scelto dell'esercito tebano dell'antica Grecia, istituito dal comandante tebano Gorgida qualche anno dopo il 378 a.C. e formato interamente da circa 150 coppie di amanti omosessuali.

Si distinse contro Sparta dapprima nella battaglia di Tegira (375 a.C.) e quindi nella battaglia di Leuttra (371 a.C.), quando annientò i corpi scelti dell'esercito spartano e uccise lo stesso re Cleombroto I, dando inizio alla fase storica della cosiddetta egemonia tebana. Rimase imbattuto per più di trent'anni, fino alla battaglia di Cheronea, nel 338 a.C., nella quale l'esercito tebano fu sconfitto dal re di Macedonia Filippo II.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

9[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 10 agosto 2014 modifica


Sherman railroad destroy noborder crop.jpg

La cravatta di Sherman (nell'originale in inglese, Sherman's necktie), conosciuta anche come Sherman's bowtie ("nodo della cravatta di Sherman"), era un particolare metodo, utilizzato durante la guerra di secessione americana, per distruggere i binari del nemico in modo che non potessero più essere riparati.

Le rotaie venivano scaldate sul fuoco fino a farle diventare malleabili e poi venivano attorcigliate, spesso attorno al tronco degli alberi, facendole somigliare vagamente a delle cravatte annodate. Siccome gli Stati Confederati d'America avevano una disponibilità limitata di ferro e possedevano poche fonderie, le linee ferroviarie sabotate dalle truppe unioniste mediante le cravatte di Sherman erano molto difficili da ripristinare e comportavano l'interruzione dei collegamenti.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

10[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 19 agosto 2014 modifica


Aokigahara Forest.jpg

Aokigahara (青木ヶ原?), conosciuta anche col nome di Jukai (樹海? letteralmente “Mare di alberi”), è una foresta di 35 km² situata alla base nord-occidentale del Monte Fuji in Giappone. La foresta è composta in gran parte da rocce laviche, caverne di ghiaccio, fitti alberi e arbusti, che frenando l'azione del vento rendono la foresta particolarmente silenziosa.

La foresta è conosciuta in Giappone e nel resto del mondo soprattutto per essere luogo di numerosi suicidi, 54 commessi nel solo 2010, nonostante numerosi cartelli, in giapponese e in inglese, invitino le persone a riconsiderare le proprie intenzioni.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

11[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 1 luglio 2014 modifica


Serafino a Buenos Aires.jpg

Giuseppe Serafini, noto semplicemente come Serafino (Prato, 1946 - Palermo, 1980), è stato un celebre e atipico personaggio dell'ambiente del calcio italiano degli anni settanta.

Di origine ligure, dotato di una mole imponente (arrivò a pesare 200 kg) e di una voce da tenore, vivacchiava nel mondo dello sport esercitando la professione di tifoso. Nel corso degli anni settanta fu ingaggiato da molte società per rianimare le proprie curve, partendo dalla Ignis (pallacanestro), proseguendo con l'Inter di Helenio Herrera, il Milan di Gianni Rivera e la Juve di Giampiero Boniperti.

Fu chiamato da Renzo Barbera, presidente del Palermo, per sollevare l'umore dei tifosi palermitani. Nell'album Calciatori Panini 1974-1975 compare in caricatura in un'appendice umoristica a vignette sul regolamento del calcio da completare con le figurine, disegnata da Bruno Prosdocimi. La sua foto fu inoltre pubblicata su Newsweek. Alla fine degli anni settanta era oramai divenuto il tifoso più noto d'Italia.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

12[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 26 agosto 2014 modifica


Quagga photo.jpg

Il quagga (Equus quagga quagga) è una sottospecie estinta della zebra delle pianure, che un tempo viveva in Sudafrica (Provincia del Capo e zona meridionale dello Stato Libero dell'Orange). Si distingueva da tutte le altre zebre perché aveva le caratteristiche strisce nere soltanto sulla parte anteriore del corpo. Nella zona centrale del manto, le strisce si facevano più chiare e lo spazio bruno fra di esse si faceva più ampio. La porzione posteriore, infine, era interamente bruna. Il nome della sottospecie deriva dalla parola khoikhoi per designare le zebre. È un termine onomatopeico, visto che si dice riproducesse il suono dell'animale, trascritto come "kwa-ha-ha", "kwahaah", o "oug-ga".

Nel 1987 è stato avviato in Sudafrica il "Progetto quagga", con l'obiettivo di selezionare tramite breeding back una nuova varietà di zebre con caratteristiche esteriori analoghe a quelle dell'estinto quagga.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

13[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 27 luglio 2014 modifica


Dr strangelove peter sellers.jpg

La sindrome della mano aliena (AHS: dall'inglese Alien Hand Syndrome), anche nota come sindrome della mano anarchica (o più raramente, sindrome del Dr. Stranamore) è un raro disturbo neurologico in base alla quale, una mano (in genere la sinistra) sembra avere vita propria e in contrasto rispetto a ciò che dovrebbe fare. Spesso cerca di impedire le azioni della mano inalterata (in genere la destra) oppure movimenti del soggetto stesso.

La sindrome insorge solitamente dopo una separazione chirurgica degli emisferi cerebrali (commissurotomia o callosotomia), una procedura a volte utilizzata per alleviare i sintomi più gravi dell'epilessia. Il disturbo può verificarsi anche dopo altri tipi di interventi neurochirurgici, ictus cerebrali, infezioni, aneurismi, tumori cerebrali o come conseguenza di malattie neurodegenerative come la malattia di Alzheimer e la malattia di Creutzfeldt-Jakob.

Il primo caso fu descritto nel 1908 dal neurologo tedesco Kurt Goldstein.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce


14[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 12 settembre 2014 modifica


Patek Philippe Minute Repeater Split Seconds Chronograph, Geneva, Switzerland, c. 1895 - Franklin Institue - DSC06645.JPG

Calibro 89 è il nome di un orologio astronomico da tasca prodotto da Patek Philippe nel 1989 per celebrare il 150º anniversario della fondazione. L'assemblaggio dei 1728 pezzi che lo compongono è durato quattro anni, seguiti a cinque di studi tecnici.

L'orologio presenta trentatré complicazioni, detenendo un record tra gli orologi da tasca: per quanto riguarda gli orologi di tutte le categorie, è stato invece superato dall'Aeternitas Mega 4 di Franck Muller.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

15[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 9 agosto 2014 modifica


Olea europaea subsp europaea Leafs.jpg

Il petalismo (in greco antico πεταλισμός, traslitterato in petalismós) era una procedura adottata nell'antica Siracusa con la quale nel periodo di tempo tra il 454 e il 453-452 a.C. si esiliavano personaggi ritenuti pericolosi per la città.

Il petalismo potrebbe essere ispirato all'ostracismo di Atene, oppure a una più antica usanza greca, importata anche nelle colonie, usata per controllare l'operato dei magistrati e impedire che aspirassero alla tirannide: ciò anche a motivo della dissimilarità di mezzi usati dalle due popolazioni per esprimere le proprie opinioni (foglie e sassi). Nonostante ciò, questa variabile potrebbe essere letta anche come una volontà dei siracusani di distinguersi dagli ateniesi o di sottolineare come l'esilio avesse una fine, essendo le foglie un materiale deperibile, o di impedire brogli durante la votazione.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

16[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 22 agosto 2014 modifica


Chariot race Met L.1999.10.12.jpg

Cinisca fu una nobile spartana appartenente alla famiglia degli Euripontidi, figlia del re Archidamo II e sorella di Agide II e di Agesilao II, anch'essi sovrani della stessa città, nota per essere stata la prima donna della storia a vincere una gara delle Olimpiadi.

Nonostante alle donne fosse vietata la partecipazione alle gare olimpiche, riservate ai soli atleti maschi, le corse dei carri costituivano un'eccezione, in quanto l'organizzatore e finanziatore della squadra partecipante poteva anche essere di sesso femminile, mentre l'auriga era solo un professionista (di sesso maschile) ingaggiato allo scopo.

La risonanza della vittoria di Cinisca alla corsa dei quattro cavalli, che era una delle gare più importanti dei Giochi, fu notevole: nel tempio di Olimpia le furono dedicate due statue, realizzate dallo scultore Apelleas, mentre a Sparta fu eretto un tempio in suo onore.

Cinisca partecipò anche alle successive Olimpiadi del 392 a.C., vincendo la stessa gara pure in quell'occasione.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

17[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 1º aprile 2014 modifica


DeCSS.PNG

Un numero primo illegale è un numero primo che codifica un'informazione la cui diffusione o il possesso non autorizzato sono proibiti dalla legge, come, ad esempio, un file protetto da copyright o un crack.

Il termine, privo di un effettivo significato matematico o giuridico, fu coniato negli Stati Uniti d'America per criticare le leggi che rendono illegale la detenzione di alcune informazioni. La ricerca dei numeri primi illegali è infatti una sorta di divertissement volto a evidenziare le possibili situazioni paradossali derivanti da interpretazioni estreme del Digital Millennium Copyright Act (DMCA).

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

18[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 12 aprile 2014 modifica


Battle-Ship Island Nagasaki Japan.jpg

Hashima è un'isola dell'arcipelago del Giappone. È nota anche come Gunkanjima, che significa "isola della nave da guerra", per via della sua somiglianza alla corazzata giapponese Tosa. Compresa fra le 505 isole disabitate della Prefettura di Nagasaki, a circa un'ora di navigazione dal capoluogo, Hashima ha ospitato uno dei più prolifici siti minerari del Giappone.

Nel 1974, a seguito della chiusura dello stabilimento minerario, venne completamente abbandonata, e, da allora, per la sua caratteristica condizione di estremo decadimento, l'isola è diventata uno dei più grandi e significativi esempi di archeologia industriale. Dopo trentacinque anni di completo abbandono, nel 2009 parte dell'isola è divenuta nuovamente accessibile per ospitare brevi itinerari turistici.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

19[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 8 agosto 2014 modifica


Cher Ami cropped.jpg

Cher Ami (... - Contea di Monmouth, 13 giugno 1919) è stato un esemplare femmina di piccione donato da un gruppo di amatori alla divisione Signal Corps dell'Esercito degli Stati Uniti operativa in Francia durante la Prima Guerra Mondiale. Attraverso la consegna di importanti comunicazioni, aiutò a salvare i membri appartenenti al Battaglione Perduto della 77ª divisione nel corso della Battaglia delle Argonne avvenuta nell'ottobre del 1918.

Grazie alle sue imprese di guerra, al suo ritorno negli Stati Uniti, fu considerata uno dei più grandi eroi americani della Grande Guerra e venne insignita con la Croix de guerre e la medaglia Oak Leaf Cluster.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

20[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 3 settembre 2014 modifica


Sperm Whale - Alturlie Point - geograph.org.uk - 1241380.jpg

L'esplosione della carcassa di un cetaceo è un fenomeno che può avvenire spontaneamente a causa dei gas esplosivi prodotti dalla decomposizione ed accumulati nell'organismo, oppure può essere provocato artificialmente con dell'esplosivo per distruggere la carcassa stessa.

Una delle esplosioni più note è avvenuta a Florence, nell'Oregon, quando nel novembre del 1970 un capodoglio spiaggiato è stato minato con mezza tonnellata di dinamite dalla Oregon Highway Division nel tentativo di eliminare la carcassa in decomposizione, spargendo grossi pezzi di blubber, carne e organi di balena nel raggio di oltre 240 m, danneggiando le automobili nei dintorni. Tale incidente è divenuto celebre negli Stati Uniti oltre venti anni dopo lo svolgimento dei fatti, quando il noto autore Dave Barry lo descrisse nella sua rubrica sul giornale, e in seguito a livello mondiale, quando il video è stato diffuso su Internet divenendo virale.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

21[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 22 aprile 2014 modifica


Ivan Mosjoukine.png

L'effetto Kulešov è un fenomeno cognitivo del montaggio cinematografico dimostrato dal cineasta russo Lev Kulešov negli anni venti.

Kulešov dimostrò che la sensazione che un'inquadratura trasmette allo spettatore è influenzata in maniera determinante dalle inquadrature precedenti e successive. L'effetto Kulešov fu quindi la dimostrazione della grande importanza del montaggio nella comprensione di ciò che appare in una sequenza cinematografica e fu fondamentale per la formulazione delle prime teorie sul montaggio stesso. Tuttavia non esistono documenti o prove su questo esperimento, poiché il materiale filmico andò distrutto durante la seconda guerra mondiale, e non c'è nemmeno la certezza che l'esperimento sia realmente avvenuto nei termini in cui è stato descritto.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

22[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 18 marzo 2014 modifica


Ada Lovelace Chalon portrait.jpg

Ada Lovelace è stata una matematica inglese, nota soprattutto per il suo lavoro alla macchina analitica ideata da Charles Babbage. Fu la sola figlia legittima del poeta Lord Byron e della matematica Anne Isabella Milbanke.

Fra gli appunti di Ada Lovelace sulla macchina di Babbage si rintraccia anche un algoritmo per generare i numeri di Bernoulli, considerato come il primo algoritmo espressamente inteso per essere elaborato da una macchina, tanto che la Lovelace è spesso ricordata come la prima programmatrice di computer al mondo.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

23[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 9 giugno 2014 modifica


Lunar Rainbow 3 - ORION L - Victoria Falls - Calvin Bradshaw 3.jpg

Un arcobaleno lunare (noto anche come arcobaleno bianco, arco lunare o arcobaleno spaziale) è un raro fenomeno ottico analogo all'arcobaleno, ma prodotto dalla luce riflessa dalla superficie della Luna invece che dalla luce solare diretta. Gli arcobaleni lunari sono relativamente deboli, a causa della minore quantità di luce riflessa dalla superficie della Luna. Questo tipo di arcobaleno appare sempre nella parte opposta del cielo rispetto alla posizione della luna.

La luce è di solito troppo debole per eccitare le cellule cono del colore degli occhi umani ed è perciò difficile per l'occhio distinguere i colori di un arco lunare. Di conseguenza, gli arcobaleni lunari spesso sembrano di colore bianco. I colori dell'arcobaleno possono essere messi in evidenza con le fotografie a lunga esposizione.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

24[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 20 marzo 2014 modifica


Elena Piscopia portrait.jpg

Elena Lucrezia Cornaro, nota anche come Elena Lucrezia Corner (Venezia, 5 giugno 1646 - Padova 26 luglio 1684) è stata un'erudita italiana, ricordata come la prima donna laureata al mondo.

A diciannove anni prese i voti come oblata benedettina e proseguì gli studi in filosofia, teologia, greco, latino, ebraico e spagnolo. Dal 1669 fu accolta in alcune delle principali accademie dell'epoca. Quando suo padre chiese che Elena potesse laurearsi in teologia all'Università di Padova, il cardinale Gregorio Barbarigo si oppose in quanto riteneva "uno sproposito" che una donna potesse diventare dottore. Nel 1678 si raggiunse il compromesso di farla laureare in filosofia anche se non poté, in quanto donna, esercitare l'insegnamento.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

25[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 13 maggio 2014 modifica


Teteun affettato.png

Il teteun è un salume valdostano riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T.) italiano. Il nome, che riprende la voce patois per mammella, è dovuto al fatto che esso è prodotto con mammelle bovine salmistrate.

Il teteun viene preparato a partire da mammelle di razze bovine autoctone valdostane, in particolare la pezzata rossa. Queste vengono preliminarmente incise in diversi punti e pressate per espellere l'eventuale latte ancora presente. Dopo essere state tagliate a fette vengono quindi stratificate in appositi contenitori con l'aggiunta di sale e varie erbe aromatiche (salvia, rosmarino, alloro ...) e altre spezie tra le quali bacche di ginepro. Seguono un paio di settimane di macerazione, la cottura a bagnomaria e la pressatura del prodotto ottenuto in stampi.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

26[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 12 maggio 2014 modifica


Jenny Haniver1218.jpg

Un Jenny Haniver è un falso mostro realizzato usando la carcassa di un pesce chitarra (nome comune della famiglia di razze Rhinobatidae), a cui si applicano tagli, ripiegature e mutilazioni fino a conferirle le sembianze di una creatura vagamente umanoide, in genere simile a un demone o un angelo. Lo scopo è solitamente quello di ingannare il prossimo, per esempio rivendendo il corpo spacciandolo per cucciolo di drago, un basilisco, il cadavere di un extraterrestre o una qualche rarità criptozoologica. Ai Jenny Haniver si fa spesso riferimento come possibile spiegazione di alcune misteriose creature marine descritte in letteratura, come il pesce monaco spiaggiato in Danimarca nel 1546.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

27[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 20 agosto 2014 modifica


Rome (29312046).jpg

Il museo delle anime del Purgatorio è un'esposizione di documenti e testimonianze che proverebbero l'esistenza del Purgatorio e delle anime di defunti che vi soggiornano, in attesa di ascendere in Paradiso. Il museo si trova a Roma, in Lungotevere Prati, presso la sagrestia della chiesa del Sacro Cuore del Suffragio.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

28[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 30 agosto 2014 modifica


Fiat Tagliero Building.jpg

L'edificio Fiat Tagliero ad Asmara, capitale dell'Eritrea, è una stazione di servizio in stile futurista completata nel 1938 e progettata dall'architetto italiano Giuseppe Pettazzi, come inno architettonico alla fabbrica del Lingotto della Fiat a Torino.

Benché l'edificio fosse concepito fin dall'inizio come semplice stazione di benzina, Pettazzi la progettò secondo forme avveniristiche che ricordano la figura di un aeroplano. La stazione è composta da una torre centrale, che incorpora l'ufficio e il negozio, ai cui lati ci sono due ali di 15 metri di sbalzo. Le ali sono costruite in calcestruzzo e non strutturalmente supportate.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

29[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 26 maggio 2014 modifica


Buffalo buffalo WikiWorld.png

La frase «Buffalo buffalo Buffalo buffalo buffalo buffalo Buffalo buffalo» è una proposizione grammaticalmente valida della lingua inglese.

È usata come esempio di come omonimi e omofoni possono essere combinati per creare una frase complessa. La proposizione venne utilizzata per la prima volta nel 1972 da William J. Rapaport, un professore dell'Università di Buffalo. Thomas Tymoczko notò che non c'è niente di speciale nel ripetere otto volte il termine «buffalo»: qualsiasi frase in lingua inglese composta esclusivamente da «buffalo», ripetuta anche per un numero imprecisato di volte, risulta grammaticalmente corretta.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

30[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 8 luglio 2014 modifica


Wicked Bible Title Page.jpg

La Bibbia Cattiva (anche detta Bibbia degli Adulteri o Bibbia dei Peccatori; in inglese The Wicked Bible, o, più raramente, Sinners' Bible o Adulterous Bible) è una riedizione della Bibbia di re Giacomo, pubblicata a Londra nel 1631 dai tipografi reali Robert Baker e Martin Lucas. Il libro è noto per un errore di stampa che capovolse il significato del sesto comandamento e che costò agli editori una pesante ammenda e la revoca della licenza di tipografi.

Il nome deriva da un errore commesso nella traduzione inglese di Esodo 20,14, dove, per omissione dell'avverbio not, la frase Thou shalt not commit adultery (tu non devi commettere adulterio) divenne Thou shalt commit adultery (tu devi commettere adulterio).

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

31[modifica | modifica sorgente]

ultima modifica 26 aprile 2014 modifica


Portuguese Man-O-War (Physalia physalis).jpg

La caravella portoghese (Physalia physalis Linnaeus, 1758) è un celenterato marino, unica specie del genere Physalia e della famiglia Physalidae. Per il suo aspetto viene spesso scambiata per una medusa, ma è in realtà un sifonoforo. Non si tratta cioè di un singolo organismo pluricellulare, ma dell'aggregazione di quattro diversi individui specializzati chiamati zooidi, collegati e fisiologicamente integrati tra loro al punto da essere reciprocamente dipendenti per la sopravvivenza. È dotata di tentacoli capaci di punture molto dolorose e pericolose per l'uomo.

Il nome "caravella portoghese" deriverebbe dall'aspetto dell'individuo galleggiante, che ricorderebbe appunto una caravella a vele spiegate.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce