Wikipedia:BarTUTTO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il bar di Wikipedia
«Le pagine di Wikipedia sono come i figli: una volta partoriti diventano figli del mondo» – Anonimo Wikipediano

Bar completo
Indice della settimana

Not Italian? It-0? Go to the Embassy Desk!
New message? Deutsch · English · Español · Français  |  Crystal 128 reload.png Aggiorna la pagina

Gnome-colors-list-add.svg Nuova discussione

Insert redirect.png Segnala discussione esterna

Benvenuti al bar di Wikipedia!
Benvenuti al bar di Wikipedia!
Cup-o-coffee-simple.svg

Il bar di Wikipedia è il luogo d'incontro e discussione dei wikipediani: qui si discutono argomenti di interesse generale per l'intero progetto. A tal proposito, tieni presente che:

  • il bar non nasce per risolvere conflitti; per isolare il problema e risolverlo in modo costruttivo è meglio aprire una richiesta di pareri
  • il bar non è il luogo giusto per promuovere o inserire collegamenti a procedure già molto promosse nelle pagine di servizio di Wikipedia, come voci in vetrina, voci di qualità, pagine da cancellare o elezioni di amministratori, salvo in casi inoppugnabilmente straordinari (es. cancellazioni di linee guida importanti o di template di servizio in uso per tutta Wikipedia); ricorda che molte di queste procedure sono già riportate su Il Wikipediano.

Il bar potrebbe tuttavia non essere il luogo più adatto dove porre la tua domanda: guarda dove fare una domanda per essere sicuro di ricevere la risposta più adeguata.

Discussioni in evidenza
Discussioni in evidenza

Qui sono segnalate le discussioni di interesse per tutta la comunità in corso al bar o altrove che proseguono da settimane o mesi:

Cambusa
Cambusa

Discussioni in corso
Discussioni in corso
Nessuna discussione.
Il template c'è, ora c'è da sistemarlo (esterna) · «Ebola virus», «virus Ebola» e impostazione generale delle voci su Ebola (esterna)
Solo il 56 per cento della popolazione italiana tra i 16 ed i 74 anni ha usato Internet nel 2013 · Revisione del quorum per le votazioni a fine PDC? (esterna) · Spostamento Valì-Wali (esterna) · Il creatore di libri non funziona
Disambiguanti nel titolo delle categorie · Pagina unica per i criteri per la vetrina e le voci di qualità (esterna) · Unione tra template Dubbio qualità e Dubbio qualità grave (esterna) · Aboliamo le gallerie di immagini? (esterna)
Convegno sulle biblioteche digitali scolastiche con testi con licenze open (esterna)
Concorso di rilettura su Wikisource! · Link V e VdQ ancora utili? (esterna)
"Personaggio" vs "Personaggio immaginario" (esterna) · formato delle note (esterna) · Revisione pagina Matteo Salvini (esterna)

Cerca nel Bar
Cerca nel Bar
Human-go-next.svg   

Altri luoghi dove cercare, chiedere, informarsi...
Altri luoghi dove cercare, chiedere, informarsi...
il Wikipediano il Wikipediano
Ultime notizie da it.wiki.
Domande più frequenti FAQ
Le domande più frequenti su Wikipedia.
Aiuto Aiuto
Istruzioni per l'uso di Wikipedia.
Dove chiedere Dove fare una domanda
Tutti i posti giusti dove chiedere qualcosa potendo confidare in una risposta.
Bar tematici Bar tematici
Discussioni su voci di argomenti specifici.
Embassy desk Embassy desk
Foreign visitors? Contact us!


22 novembre

"Personaggio" vs "Personaggio immaginario" (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: Sulla necessità della disambigua "Personaggio".
La discussione prosegue in «Discussione:Personaggio#Disambigua». Segnalazione di Dr Zimbu.

formato delle note (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: proposta di omogenizzazione delle note all'interno di intestazioni, parti in grassetto o simili.
La discussione prosegue in «Discussioni MediaWiki:Common.css#note». Segnalazione di Ppong.it.

Revisione pagina Matteo Salvini (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: Progetto di revisione della pagina su Matteo Salvini pronto in sandbox, si acccettano suggerimenti.
La discussione prosegue in «Discussione:Matteo_Salvini#Revisione_pagina». Segnalazione di Dans.


23 novembre

Concorso di rilettura su Wikisource!


Wikisource sta per compiere 11 anni!
Wikisource-logo.svg

Cari amici,

Lo stress di fine anno vi attanaglia? Da troppo tempo i troll vi scartavetrano le gonadi? L'ennesima procedura di cancellazione finita come non volevate affievolisce il sacro fuoco della contribuzione? Siete usciti disfatti dall'ultima procedura di riconferma? Siete bannati, bloccati in scrittura su questo progetto ma non riuscite a immaginarvi senza una finestra di edit davanti allo schermo? Insomma... volete una temporanea variazione costruttiva e distensiva prima di ributtarvi a capofitto su metatemplate, edit wars, ripulitura di cronologie o altri passatempi meno ameni?

Nuntio vobis che, in occasione dell'undicesimo compleanno di Wikisource, torna in pompa magna il megaconcorso che l'anno scorso ha richiamato centinaia di allegri partecipanti: la pagina dedicata è

Wikisource:Undicesimo compleanno di Wikisource.

si tratta di un'occasione limitata nel tempo per far conoscere Wikisource, per invitare alla modifica chi normalmente si limita a leggere, e infine per distribuire ad alcuni meritevoli e fortunati ricchi premi e cotillons: visitate la pagina sopraindicata per ulteriori dettagli.

Sarà presa in considerazione e valutata sia l'opera di rilettura e correzione di pagine già formattate, ma a differenza dell'anno scorso anche l'opera di formattazione di chi vorrà elaborare pagine allo stato più o meno grezzo. In questo secondo caso, dato che le convenzioni di formattazione non sono uguali uguali a quelle di questo progetto, consiglio in caso di dubbio di consultare gli utenti attivi del progetto.

In ogni caso c'è una amplissima scelta di testi da sbocconcellare, divorare, scoprire, aiutare... un immenso bibliolunapark a schermo aperto!

Last, not least, l'anno scorso un enorme richiamo è stato esercitato dalla presenza di un collegamento alla pagina del concorso nel sitenotice di it.wiki.: spero che potremo lucrare di tale beneficio anche quest'anno. Smile animation.gif

Vi attendiamo numerosi! - OrbiliusMagister - εΔω 17:29, 23 nov 2014 (CET)

Link V e VdQ ancora utili? (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
La discussione prosegue in «Discussioni template:Link V#Wikidata». Segnalazione di Fabyrav.


24 novembre

Convegno sulle biblioteche digitali scolastiche con testi con licenze open (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: Convegno al liceo Donatelli-Pascal di Milano.
La discussione prosegue in «Discussioni progetto:Coordinamento/Scuole#Convegno sulle biblioteche digitali scolastiche con testi con licenze open». Segnalazione di Mizardellorsa.


25 novembre

Disambiguanti nel titolo delle categorie

sistemata discussione proveniente da qui. --Lucas 11:58, 25 nov 2014 (CET)

Non ho ben chiaro quale la sia ragione in base alla quale se una voce ha nel titolo un disambiguante, ad esempio Mosca (Russia) la categoria ad essa pertinente, e con essa tutte le eventuali sottocategorie pure devono essere disambiguate, ovvero non semplicemente Categoria:Mosca ma Categoria:Mosca (Russia) e non Categoria:Architetture di Mosca e Categoria:Architetture di Mosca (Russia). Personalmente se non ci sono motivi pratici, ne vedo solo gli svantaggi: nome non intuitivo, ulteriore lunghezza di denominazioni gia' lunghe, problemi a cascata se per caso il nome della voce, come e' accaduto proprio per Mosca, la voce viene rinominata, ecc. Se poi qualcuno mi sapesse indicare quando, dove e come e' stata adottata questa norma per me nuova, ne terro' conto. --Rago (msg) 11:50, 25 nov 2014 (CET)

credo la disambiguazione sulle categorie si sia discussa qui relativamente a Lavagna (Italia). --valepert 12:26, 25 nov 2014 (CET)
[OT] piccolo excursus su come ci sono arrivato al link di sotto:
Discussioni aiuto:Categorie -> Discussioni aiuto:Categorie/Archivio-2005-2007 -> Discussioni progetto:Coordinamento/Categorie -> Discussioni progetto:Coordinamento/Categorie/Archivio10
solo a me inizia a sembrare complicato districarsi su "dove abbiamo discusso le cose"? :D
mah, io eviterei la disambiguazione se non è proprio necessaria, come diceva Bultro nella discussione linkata da Valepert. Noto però che [@ Ary29] in particolare ha effettuato modifiche di questo tipo, quindi la evoco per sapere quali sono gli elementi a favore di questa scelta. --Superchilum(scrivimi) 12:57, 25 nov 2014 (CET)
Mi avete evocato, eccomi :-) Mosca è una disambigua, Mosca (Russia) è praticamente l'unico toponimo esistente nella disambigua, e le categorie tipiche "Architetture di Mosca" o "Sport a Mosca" non sono ambigue; un caso analogo è quello di Lavagna (Italia) e Categoria:Lavagna. Se invece sulla disambigua paritaria i toponimi sono due o più (vedi Susa, su cui ho lavorato oggi), allora tutte le categorie diventano ambigue e la disambigua diventa necessaria. ary29 (msg) 13:39, 25 nov 2014 (CET)
Più in generale oserei affermare che una categoria va disambiguata se ambigua, non se meramente figlia di una categoria ambigua. "Architetture di Mosca" non è un titolo ambiguo (a prescindere dal titolo della voce di riferimento), quindi non va disambiguato. --Horcrux九十二 14:04, 25 nov 2014 (CET)
sempre relativamente all'argomento, faccio notare che abbiamo le categorie Voci per comune "disambiguate" per stato (Italia, Francia, Regno Unito... no, la Russia non c'è :)). alla luce del fatto che non si dovrebbe disambiguare se non necessario, perché tali cat non hanno un nome del tipo "Voci per comuni italiani", eccetera? non va bene disambiguare Lavagna nella cat, ma uno dei suoi genitori sì? --valepert 14:18, 25 nov 2014 (CET)
Le cat indicate da valepert si dovrebbero chiamare "Voci per comuni d'Italia", senza parentesi?--R5b (msg) 16:28, 25 nov 2014 (CET)
Sono daccordo, le cat vanno disambiguate solo se ambigue. Categoria:Architetture di Mosca non può essere ambigua, mentre Categoria:Mosca sarebbe ambigua se vi fossero altre categorie simili (attualmente non ve ne sono), e in quel caso credo che andrebbe spostata a Categoria:Mosca (Russia). Se poi vi fosse la necessità di spostarla imho non necessariamente devono essere spostate anche le varie sottocategorie. --Fullerene (msg) 19:16, 25 nov 2014 (CET)
Come Fullene, non c'è bisogno di complicare ulteriormente. Categorie sugli insetti si chiamerebbero, al limite "mosche", plurale. --Sailko 10:57, 26 nov 2014 (CET)

Pagina unica per i criteri per la vetrina e le voci di qualità (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: BREVE DESCRIZIONE (facoltativa).
La discussione prosegue in «Discussioni_Wikipedia:Vetrina#Pagina_unica_per_i_criteri_per_la_vetrina_e_le_voci_di_qualit.C3.A0». Segnalazione di Tenebroso.

Unione tra template Dubbio qualità e Dubbio qualità grave (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: Si propone di unire {{Dubbio qualità}} con {{Dubbio qualità grave}}.
La discussione prosegue in «Discussioni template:Dubbio qualità grave#Unione». Segnalazione di R5b.

Aboliamo le gallerie di immagini? (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: BREVE DESCRIZIONE (facoltativa).
La discussione prosegue in «Discussioni aiuto:Immagini#Gallerie di immagini». Segnalazione di Mauro Tozzi.


26 novembre

Solo il 56 per cento della popolazione italiana tra i 16 ed i 74 anni ha usato Internet nel 2013


Purtroppo anche questi sono fattori che lavorano pesantemente contro it.wiki.[1] --Nemo 08:05, 26 nov 2014 (CET)

nel rapporto ISTAT si menziona pure "consultare wikipedia" (sic) come terza attività più svolta in rete dagli utenti italiani, dopo utilizzo dell'email e attività informative (giornali, riviste online). faccio notare che l'uso dei social network è solo quinto. --valepert 09:28, 26 nov 2014 (CET)
Secondo voi quali sono le ragioni per cui il restante 44% degli italiani non ha usato internet nel 2013? Non sa cos'è internet? Non sa come si accede a internet? Non ha i mezzi tecnologici per accedere? Sa cos'è internet e come si usa, ma non lo ritiene utile? Non ha tempo? --Daniele Pugliesi (msg) 15:46, 26 nov 2014 (CET)
Attenzione però anche ad un altro dato: l'Italia è tra i paesi con più anziani al mondo, ergo questo sbilancia il confronto con altri Paesi.--93.144.79.215 (msg) 16:06, 26 nov 2014 (CET)
per non dire del fatto che con pensioni da fame, la maggior parte sotto i 1000 euro al mese, è già tanto riuscire a mangiare tre pasti decenti e pagare le spese indispensabili, altro che connessione internet... e non è che le giovani generazioni o anche quelle di mezzo in questo periodo siano poi messe meglio... --torsolo 16:19, 26 nov 2014 (CET)
Comunque il sondaggio riguarda le persone tra i 16 e i 74 anni, per cui il discorso anziani vale fino ad un certo punto. A me questi dati fanno impressione, perché sono pochissime le persone che conosco che non usano mai internet; poi, è possibile che ci siano falsi negativi (gente che non sa che le app di messaggeria istantanea viaggiano su internet), ma probabilmente non sono una percentuale enorme. --Cruccone (msg) 16:50, 26 nov 2014 (CET)

Riguardo all'anzianità della popolazione italiana, da questo grafico si nota che le differenze di età sono minime e la media in tutti i casi si assesta intorno ai 40 anni. Solo in Irlanda, Turchia e alcuni paesi dell'est si può parlare di popolazione "giovane" con una media intorno ai 30-37 anni. Da questo grafico si vende invece che le differenze in termini di utilizzo di internet solo molto più significative. In particolare sembra che tale dato abbia una stretta correlazione con l'economia dello stato. Infatti la percentuale della popolazione che non usa internet è più bassa nei paesi più avvantaggiati economicamente (come il Regno Unito, i Paesi Bassi, la Danimarca), mentre è più alta in paesi dove si sente di più la crisi economica (come Romania, Bulgaria, Grecia... e Italia!). Comunque secondo me se facessimo un po' di promozione a Internet potrebbe essere utile: ciò potrebbe essere svolto in maniera coordinata con Wikimedia Italia, ma oltre a ciò ognuno di noi nel nostro piccolo può fare qualcosa: ad esempio se scopriamo che un nostro amico o parente non ha mai utilizzato internet, potremmo dedicargli 10 minuti della nostra giornata per spiegargli qualche nozione di base. --Daniele Pugliesi (msg) 17:24, 26 nov 2014 (CET)

Se hai una radio accesa su una qualunque stazione o un telefono con una qualunque compagnia, la pubblicità a favore dell'uso di internet ti arriva a piene mani orecchie... Quindi l'astensione dall'uso di internet o è puramente volontaria (incredibile ma si può vivere bene anche senza internet) o imposta da una dura necessità contingente (leggi: mancanza di €uri). --Pracchia 78 (scrivimi) 22:14, 26 nov 2014 (CET)
Boh, qui inizia dicendo che "Nel 2013 aumenta rispetto all’anno precedente la quota di famiglie che dispone di un accesso ad Internet da casa e di un personal computer (rispettivamente dal 55,5% al 60,7%, dal 59,3% al 62,8%)." --^musaz 22:18, 26 nov 2014 (CET)
Le ragioni sono tante. La principale è che esiste un analfabetismo digitale. Chi usa la rete la usa male, sovente anche chi pensa di saperlo fare non ne e' esente.
Il come e il perchè.
Il digital per eta' c'è, ma non è corretto pensare che chi usa wikipedia sia per forza giovane, anzi
Il fattore crisi economica non va sottovalutato.
Il modello culturale parimenti. Interessante in tal senso sarebbe vedere e analizzare le voci più viste su wiki e da quello potremmo avere una foto "sociale" di chi la usa e perche' e dei limiti.
Chi legge come legge? Come si legge oggi? Quale e' il meccanismo semantico della parola scritta oggi sul web?
Tra poco la parola scritta per gran parte sarà soppiantata del tutto dalla comunicazione visuale come già in parte è. Basti a pensare a come Smatphone e tablet hanno cambiato il modo di utilizzare i contenuti.
Il video e una falsa interazione soppianteranno la parola scritta, per ora in italia e' lenta come cosa, per ovvie ragioni, economiche, di potere e sociali.
Mi fermo qui per ora. --Ettorre (msg) 22:50, 26 nov 2014 (CET)
[@ ^musaz]: Se entrambe le statistiche, sono corrette vuol dire che all'interno di ciascuna famiglia molti componenti della famiglia non usano internet. Ad esempio è possibile che solo i figli (quindi i giovani) lo usano. --Daniele Pugliesi (msg) 02:25, 27 nov 2014 (CET)
Personalmente mi piace molto che la Commissione Europea usi MediaWiki, mi piace un po' meno che le statistiche comprendano la fascia di età 6-16 e la includano ad esempio (in precedenti studi non lo facevano) in campionamenti per titolo di studio (quanti laureati si attendevano di trovare fra i 6 e i 10 anni? stiamo scherzando?) o per condizione occupazionale (all'Istat sanno che è vietato il lavoro minorile o è proprio lì che li fanno lavorare di nascosto e allora forse mi spiego?). Inoltre, i dati con aggregazione per famiglie non tengono conto, e non potrebbero, della scarsa significatività del dato stesso, perché in Italia ci sono ragioni di sconto sulla tassazione ad influenzare pesantemente i dati anagrafici ufficiali, e forse non sarebbe il caso di andare a paragonare un paese con falsi divorzi (sempre per ragioni fiscali) con paesi più "regolari" in cui i dati sono decisamente meno inattendibili. Ad ogni modo, la parte seria dello studio va osservata a mio avviso con due considerazioni in mente, che da un lato fanno capo alla crescita del tasso di povertà, dall'altro all'irrisolta questione del digital divide, in particolare guardando al problema infrastrutturale. Sono molte le aree in cui non solo non si passa la fibra ma proprio non si aggiornano le centrali del vecchio doppino, non lo si fa perché si progetta di vendere la banda solo via rete mobile e poi non si fanno nuovi ponti perché tanto comunque la banda già ora non basta per tutti e in ogni caso il ponte costa di investimento e costa di costo del lavoro. Quando si pensa quindi all'anziano che non va in Rete, si deve pensare alla vecchietta (la casalinga di Voghera, il tempo passa anche per lei) che nel tipico paesino italiano medio dovrebbe iniziare a titillare uno smartphone, anche se magari ha l'artrite nodosa della vita di campagna (un divide questo sì molto... digital). Ah: ci prova, magari, poareta, ma sempre se c'è banda. In un paese in cui c'è una carta bancomat ogni due abitanti e il dato comprende le carte aziendali, ci sono già più individui che si connettano di quanti sappiano prelevare il contante per strada. Anche volendo per forza contare i bambini. Quindi, a ben guardare, il dato non è in sé negativo, è negativo il contesto per la portata della sua influenza su scelte che la statistica, rendendo dati decontestualizzati, olimpicamente tratteggia al pari di libere decisioni, come se per censo ed opportunità tecnologiche vivessimo tutti a Manhattan; e purtroppo o per fortuna non è così. Ma di contesti ce ne sono anche altri. Per esempio, il prime time televisivo non supera nel 2013 i 26 milioni (auditel), meno quindi del 50% della popolazione sopra i 4 anni; e la televisione arriva dappertutto. Con questi contesti, il dato di internet è anche sotto certi aspetti più roseo di quanto ci si potrebbe attendere. In ogni caso, con percentuali di questa portata, la Rete è in piena concorrenza con la tv e con altri media, e questo effettivamente è un traguardo raggiunto molto in fretta, se si pensa che le tariffe flat hanno permesso l'internet di massa solo da una decina d'anni (WP iniziò con tariffe a tempo a 27 kb nominali, 6~7 reali, se può rendere l'idea...).
Non so quanto il dato dei non connessi davvero ci privi di contributori: siccome è sempre un paese dove sapere il latinorum fa la differenza, è vero anche il contrario e cioè che internet non arriva in zone depresse, dove nessuno è in grado di pretendere con qualche aspettativa di ottenimento, e se pure vi arrivasse probabilmente non incontreremmo lì i nostri prossimi Colleghi. Il discorso è brutto, mi rendo conto, ma certe realtà sono peggio e per di più sono proprio reali. Oggi, per esempio, ci vorrebbe un intervento Wikipedia Zero su molte aree disagiate d'Italia, anche in certi immediati hinterland di città importanti; ma ve lo figurate possibile negoziare una connessione no-cost quando non si mette un ponte in più perché abbassa la redditività dell'esistente? Insomma: in termini generali poteva andare peggio, in termini wikipediani si dovrebbe imho spingere l'acceleratore sui progetti che riguardano le scuole e se quello della Rete è un "consumo" in senso economico, in termini di mercato è un consumismo per il quale dovremmo lavorare con prospettive di lungo termine, iniziando a fidelizzare i "clienti" sin da piccoli e incrementando così pian piano il fabbisogno e sollecitare la richiesta di infrastrutture da parte del consumatore, ora inerte sul punto. Non perché ci sia qualcosa da "vendere", ma perché abbiamo il dovere di portare la disponibilità del nostro prodotto proprio dove la sua utilità marginale sarebbe maggiore, e non mi attenderei che ve ne siano ritorni in termini di contributo almeno nell'immediato. Ora non ci porta una voce in più. Ma potrebbe darci parecchi lettori in più, e WP la facciamo per loro. -- g · ℵ (msg) 03:16, 27 nov 2014 (CET)
Le statistiche sono sempre "cose" che danno i numeri, per esempio se qui] affermano che "solo il 56 per cento della popolazione italiana tra i 16 ed i 74 anni ha usato Internet nel 2013" ovvero il 44% non l'ha usata, questi nel grafico indicano che circa il 34% degli italiani non l'ha mai usata. Se questo secondo grafico si spiega con l'includere anche i ragazzi al di sotto di 16 anni (e grandi frequentatori di wiki per ragioni scolastiche) si conferma che il digital divide e' sopratutto generazionale anagrafico. Il digital divide geografico, esiste, ma ormai anche in Italia il fenomeno dell'inurbamento e' in pieno sviluppo, per cui la banda larga copre maggiormente la popolazione rispetto a quanto possa sembrare dalla sua diffusione geografica.
Sul digital divide generazionale credo pesi anche la sempre maggior complicazione, assolutamente non percepita dai giovani, delle interfacce con l'utente e delle giungla che puo' diventare la rete, per chi e' ben sopra gli anta, per intenderci il cambio di interfaccia tra le diverse release di window e' stato traumatico per chi non e' disinvolto al computer. Dopo un paio di settimane di navigazione un mio vicino anziano, col pc ricevuto in dono dal figlio abitante lontano, non riusciva più a navigare comodamente in quanto inconsapevolmente cliccando sui vari pop up si era riempito di add on, la sua home page iniziale variava di giorno in giorno, il motore di ricerca di default era diventato un sito farlocco, gli si aprivano finestre ogni due per tre, il sistema era spesso bloccato o in reboot incontrollato per aggiornamenti. Ha smesso di usare le email dopo essersi spaventato per email ricevute di pishing che gli minacciavano chiusure di conto corrente, fatture non pagate ecc, e altre simili piacevolezze. Cosa pensate che dica agli amici al bar? Che diventi un predicatore dell'uso della rete oppure che affermi che si tratta di cose da lasciar fare ai nipoti?--Bramfab Discorriamo 12:02, 27 nov 2014 (CET)
Mi pare che più o meno tutti riscontriamo un problema che poi alla fine è sociale, inteso nei suoi aspetti più variegati, fasce di eta', istruzione, infrastrutture, medoti, cultura, indigenza, incapacità nell'uso del mezzo, scarso interesse per cultura per alcuni argomenti rispetto ad altri, etc. (ovvio che poi ci sono anche eccezioni)
Come ogni problema sociale ha per riflesso ed in alcuni alla base le sue cause e conseguenze su cio' che e' economia, lavoro.
Si possono anche constatare conseguenze e cause, in un certo senso pure politiche, nel senso che riguardano gli aspetti pubblici di cio' che, secondo norme e leggi, attiene alla sfera della Persona, dell'essere umano e della sua libertà di individuo.
Parimenti vi è la constatazione di un oligopolio delle reti, intese come infrastrutture, dei servers e in un certo senso pure dei contenuti, da cui ne consegue, pure l'uso.
Questo pone un problema sulle "libertà" intese a tutto tondo e sul futuro.--Ettorre (msg) 15:47, 27 nov 2014 (CET)

Revisione del quorum per le votazioni a fine PDC? (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
La discussione prosegue in «Discussioni Wikipedia:Regole per la cancellazione#Quorum per le votazioni». Segnalazione di Pequod76.

Spostamento Valì-Wali (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
La discussione prosegue in «Discussione:Valì#Proposta». Segnalazione di Io'.

Il creatore di libri non funziona


Salve, oggi ho provato più volte a creare un libro su wiki, in due momenti diversi della giornata, con due pc diversi e anche con due browser diversi (chrome e internet explorer) eppure non ne vuole proprio sapere. Quando sono nella pagina Gestisci il tuo libro e provo a scegliere il formato con cui scaricarlo, la tendina di selezione non funziona, non mi dà nessun formato disponibile, nemmeno si apre, rimane bianca.

Ho provato a scaricare senza selezionare un formato, ma come ovvio mi ha restituito un messaggio di errore "Errore nella conversione del libro".

Si è verificato un errore durante il tentativo di rendering del libro.Torna a Pagina principale."

Per caso è successo ad altri? Avete risolto in che maniera?

Grazie mille Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Mama jazz (discussioni contributi) .

Io ho provato e la creazione del .pdf a me ha funzionato. Sull'impossibilità, invece di generare altri formati (.epub , ecc.) da il creatore libri vedi Wikipedia:Bar/Discussioni/Creare libro in epub. Occorre verificare se le interruzioni del servizio sono o no frequenti e pensare, se il caso, a forme off-line--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 23:25, 26 nov 2014 (CET)
Non c'è soluzione. La funzionalità è temporaneamente disabilitata, si spera torni a ore. I piú tecnicamente disposti possono leggersi la storia in wikitech:Incident_documentation/20141126-ocg. --Nemo 16:50, 27 nov 2014 (CET)


27 novembre

Il template c'è, ora c'è da sistemarlo (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
Sintesi: Cerchiamo di raccogliere un consenso sul neonato Template:Procedure, sia per quanto riguarda nome, meccaniche e grafica, sia per il modo di estenderne l'uso nei diversi ambiti dove potrebbe essere utile..
La discussione prosegue in «Discussioni template:Procedure#Bozza iniziale». Segnalazione di WalrusMichele.

«Ebola virus», «virus Ebola» e impostazione generale delle voci su Ebola (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna (Che significa?)
La discussione prosegue in «Discussione:Ebola virus#«Ebola virus» o «virus Ebola»?». Segnalazione di Etienne.


28 novembre