Wiener Volksoper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Veduta frontale della Vienna Volksoper.
Vienna Volksoper, veduta laterale

La Vienna Volksoper (in tedesco Volksoper Wien) è uno dei maggiori teatri d'opera di Vienna. Esso produce circa 300 recite l'anno con un programma di 20/25 opere a stagione da settembre a giugno. Il teatro dispone di 1.473 posti a sedere e 102 all'impiedi. Venne costruito nel 1898 come Kaiser-Jubiläums-Stadttheater (Teatro Civico del giubileo dell'Imperatore), che all'inizio rappresentava soltanto opere di prosa. Nel 1903, la programmazione venne arricchita anche con rappresentazioni di opere ed operette.

La prima rappresentazione viennese della Tosca e di Salomè avvennero alla Volksoper nel 1907 e nel 1910 rispettivamente. Cantanti famosi come Maria Jeritza e Richard Tauber calcarono il suo palcoscenico; il direttore Alexander Zemlinsky fu il primo direttore stabile nel 1906. Negli anni della prima guerra mondiale la Volksoper mantenne una posizione di prestigio come secondo teatro d'opera di Vienna, ma dopo il 1929 focalizzò il suo repertorio quasi esclusivamente sull'operetta. Dopo la seconda guerra mondiale, la Volksoper Wien divenne una sala alternativa alla devastata Wiener Staatsoper. Nel 1955, dopo la ricostruzione della Staatsoper, tornò al suo antico ruolo di rappresentazione di opere, operette e musical.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Nel settembre 2003, Rudolf Berger - ex direttore della Strasbourg Opera - divenne direttore generale e Marc Piollet direttore musicale.

Durante la stagione 2006-2007, vennero rappresentate sette operette. Fra queste opere di Franz Lehár come La vedova allegra e Il conte di Lussemburgo e di Johann Strauss II come Lo zingaro barone ed Il pipistrello oltre a due popolari musical, La Cage aux Folles e The Sound of Music.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 48°13′29″N 16°20′59″E / 48.224722°N 16.349722°E48.224722; 16.349722