Wickiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con Wickiana si intende una raccolta di cronache medioevali e rinascimentali, raggruppate da Johann Jakob Wick (1522-1588) in 24 volumi fra il 1560 e il 1587. Si tratta di un'importante fonte di notizie per quanto riguarda la storia della Svizzera e della Germania.

Johann Jakob Wick, che visse nella Zurigo governata da Heinrich Bullinger, il successore di Zwingli, studiò teologia a Tubinga e fu pastore a Witikon, presso l'ospedale cittadino, e a Grossmünster.

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1588, i fogli da lui raccolti vennero presi dalla libreria del monastero di Grossmünster. Nel 1836 vennero spostati presso la Biblioteca Centrale di Zurigo, mentre nel 1925 la collezione venne suddivisa fra manoscritti e stampe. La collezione di stampe comprende un totale di 429 lavori, provenienti dalla raccolta originale di Grossmünster, più dieci opere aggiunte successivamente. I manoscritti sono indicizzati come Ms F 12-35. La Wickiana è stata parzialmente pubblicata in facsimile in un'edizione commentata fra il 1997 e il 2005.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Matthias Senn, Die Wickiana. Johann Jakob Wicks Nachrichtensammlung aus dem 16. Jahrhundert, Zurigo, 1975.
  • Franz Matthias Mauelshagen, Wunderkammer auf Papier. Die Wickiana zwischen Reformation und Volksglaube, Dissertazioni dell'Università di Zurigo, Zurigo, 2008.
  • Wolfgang Harms e Michael Schilling, Die Wickiana. Die Sammlung der Zentralbibliothek Zürich, Tubinga, 1997-2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]