Wicca della Valle Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Wicca della Valle Centrale è una tradizione della religione wicca sorta nei primi anni sessanta negli Stati Uniti, quando alcuni wiccan inglesi si trasferirono dal Regno Unito alla Valle Centrale della California.[1]

Nel suo sviluppo si è dotata di un'originale impostazione dottrinale e si è ramificata in alcune sottodenominazioni per ulteriore differenziazione. Si presenta come un movimento variegato, pur rimanendo tendenzialmente fedele alla teologia dualistica tipica dell'originaria tradizione gardneriana: pertanto è considerata parte del gruppo di tradizioni individuate in America col termine Wicca britannica tradizionale.

La Wicca della Valle Centrale è una delle tradizioni wiccan riconosciute e promosse dalla Chiesa wiccana internazionale.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Wicca della Valle Centrale traccia le sue origini a partire dai primi anni sessanta, quando alcune comunità di aderenti alla wicca, da poco sorta, iniziarono a emigrare dall'Inghilterra agli Stati Uniti, per stanziarsi nella Valle Centrale della California. L'identità del primo wiccan che portò la religione in America è sconosciuta, ma si ritiene che fosse una sacerdotessa.[1]

Di conseguenza non è stata ancora individuata l'esatta tradizione che dette vita alla Wicca della Valle Centrale. Gli studiosi più accreditati la ricollegano direttamente alla Wicca gardneriana e a quella alexandriana, in gran parte per le sue forti analogie alle tradizioni di origine britannica.[1] Incerta rimane anche la genesi delle peculiarità che la differenziano dalle tradizioni originarie, attribuite ora a una mutazione del gardnerianesimo avvenuta con lo stanziamento delle prime coven gardneriane in terra americana, ora all'essere nata come tradizione a sé stante già in suolo inglese.[1]

Ad ogni modo, una volta diffusasi in California, la nuova tradizione si differenziò ulteriormente in alcune denominazioni, relativamente identificabili con la Wicca della Luna Crescente, il Kingstonismo, il Coireismo e il Mygestismo,[1], che hanno attinto elementi dal paganesimo antico.

Dottrina[modifica | modifica wikitesto]

In quanto direttamente discendente della Wicca britannica tradizionale, anche la Wicca della Valle Centrale presenta un'impostazione dottrinale classica, in cui spicca una teologia dualistica, ma al contempo monistica e panteistica, nella quale tutte le divinità sono viste come rappresentazioni o emanazioni della Dea e del Dio.

L'etica si fonda sul Rede, secondo il principio «Se non fai del male (o se non danneggi, o se non ferisci nessuno), fa' ciò che vuoi», e sulla cosiddetta Legge del Tre,[3] basata sul principio che qualsiasi azione produca effetti triplicati[4][5]. Escatologicamente la Wicca della Valle Centrale contempla una visione tradizionale della reincarnazione e del sistema karmico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Witches' Voice - Central Valley Wicca, witchvox.com.
  2. ^ Wiccan Church International - about, newwiccanchurch.com.
  3. ^ Luthaneal Adams, The Book of Mirrors, Capall Bann, 2011, p. 218, ISBN 1-86163-325-4.
  4. ^ Judy Harrow, Exegesis on the Rede in Harvest, vol. 5, nº 3, Oimelc 1985. (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2007).
  5. ^ Gerald Gardner, High Magic's Aid, Godolphin House, 1996. ISBN 0-9630657-8-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Neopaganesimo Portale Neopaganesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Neopaganesimo