Why Don't You Do Right?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

Why Don't You Do Right?, brano dall'evidente derivazione Blues, fu scritto nel 1936 da Kansas Joe McCoy.

Composizione[modifica | modifica sorgente]

"Why Don't You Do Right?" apparve per la prima volta nel 1936 come "The Weed Smoker's Dream" , composta da McCoy e registrata dalla sua band, gli Harlem Hamfats. Alla prima edizione la canzone fu sottotitolata "Why Don't You Do Now?" . Successivamente McCoy riscrisse la canzone, perfezionando la composizione e cambiando interamente il testo. Il nuovo brano fu intitolato appunto "Why Don't You Do Right?" e vide la collaborazione della cantante blues americana Lilian 'Lil' Green e Big Billy Broonzy alla chitarra, questo accadde nel 1941. La registrazione divenne presto una hit blues e jazz.

Registrazione di Peggy Lee[modifica | modifica sorgente]

Why Don't You Do Right?
Artista Peggy Lee
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1943
Dischi 1
Genere Pop

Una delle migliori versioni conosciute della canzone è quella di Peggy Lee, che fu registrata il 27 luglio del 1942 con Benny Goodman, a New York. Vendette un milione di copie e portò Peggy Lee sotto l'attenzione nazionale.

Peggy Lee dichiarò più volte che il sound di Lil Green fu estremamente influente per la sua musica. In un'intervista del 1984 disse: “Ero e sono una fan di Lil Green, un'eccezionale cantante blues, […] Cantavo più e più volte il suo pezzo nel mio camerino, che era accanto a quello di Benny (Goodman), tanto che poi lui mi disse 'Ovviamente ti piace quella canzone.' e io gli risposi 'Oh, la adoro!' e lui disse 'Ti piacerebbe che io ne facessi un arrangiamento?' e io 'Sarebbe fantastico.' e lui lo fece.”

“Why don't you do right”, che non fu la più grande hit che Goodman e Lee produssero, definì lo stile di Peggy Lee, all'inizio della sua carriera musicale, ricco e appassionato. Peggy Lee si allontanò da Goodman nel 1943, avendo sposato il chitarrista Dave Barbour. La sua intenzione era di ritirarsi dall'industria musicale e dedicarsi alla vita da casalinga, ma continuò a ricevere proposte per tornare al mondo della musica, in gran parte dovute al successo “Why don't you do right?”. In definitiva tornò a suonare, e di tanto in tanto collaborò con Goodman, lungo tutta la sua carriera. Insieme registrarono un ulteriore versione di “Why don't you do right?”, nel 1947.

Parole e temi[modifica | modifica sorgente]

La canzone racconta di una donna che si lamenta dell'evidente insolvenza finanziaria del suo partner. Dice che lui stava bene economicamente nel 1922, ma adesso non ha più niente! Reclama che questo è dovuto al fatto che lui ha sprecato il suo denaro per altre donne e che queste amanti non mostreranno più alcun interesse nei suoi confronti adesso che è povero. Lamenta inoltre di essere stata tratta con l'inganno in una relazione dove tutto quello che lui aveva da offrirgli era 'un drink di gin'. Termina ogni verso chiedendo perché egli non si 'comporti bene' con lei, così come fanno gli altri uomini con le loro donne; quindi lo caccia via insistendo che vada a guadagnarsi da vivere per mantenerla.

La canzone affonda le sue radici nella musica blues e si accosta e procede con tematiche comuni ai tempi della Grande Depressione e del proibizionismo. Il narratore, ovvero la donna, sta dicendo che l'uomo si trova in una condizione di bisogno perché è stato usato da altre donne, quindi gli domanda, non senza pretesa, denaro per il suo beneficio.

Altre performance[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle versioni già citate, ne vennero registrate altre nel corso degli anni da Kay Kyser (cantata da Julie Conway), da Ella Fitzgerald (vedasi il suo album “Jazz at the Philharmonic, the Ella Fitzgerald Set"), Joe Pass, Julie London, Cal Tjader e Mary Stallings, Mark Murphy, Shirley Horn, Johnny Otis, Mel Torme, Rasputina, Imelda May, Kiri Te Kanawa, Ashlee Simpson, DiggingRoots, Sinéad O'Connor, Eden Brent nel suo album “Mississippi Number One” (2008), e i White Ghost Shivers nel loro album “Everyone's Got 'Em” (2006).

Un'altra memorabile performance è quella eseguita da Jessica Rabbit nel film del 1988 “Chi Ha Incastrato Roger Rabbit”. La performance vocale è di Amy Irving (nei dialoghi la voce del personaggio era invece dell'attrice Kathleen Turner).

Una nuova versione, in chiave dance, è stata realizzata dal dj Gramophonedzie con il titolo Why Don't You.

La canzone compare, in versione originale, nel videogame Mafia II e in Fallout: New Vegas.

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica