Who's Gonna Ride Your Wild Horses

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Who’s Gonna Ride Your Wild Horses
Artista U2
Tipo album Singolo
Pubblicazione Agosto 1992
Durata 3 min : 54 s
Album di provenienza Achtung Baby
Genere Alternative rock
Etichetta Island
Produttore Steve Lillywhite, Daniel Lanois e Brian Eno
Formati CD
Note
U2 - cronologia
Singolo successivo
(1993)

"Who's Gonna Ride Your Wild Horses" è una canzone del gruppo rock irlandese degli U2, estratta come ultimo singolo dall'album del 1991 Achtung Baby.

Una cover del brano è stata eseguita dalla Royal Philharmonic Orchestra nel loro album del 1999 Pride: The Royal Philharmonic Orchestra Plays U2. Nel 2006 anche la band EBM norvegese Apoptygma Berzerk ha registrato una reinterpretazione del brano.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Versione 1[modifica | modifica sorgente]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)

Versione 2[modifica | modifica sorgente]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)
  3. "Fortunate Son" (2:39)
  4. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Remix) (4:49)

Versione 3[modifica | modifica sorgente]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)
  3. "Salomé" (Zooromancer Remix) (8:02)
  4. "Can't Help Falling in Love" (Triple Peaks Remix) (4:34)


Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock