Who's Gonna Ride Your Wild Horses

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Who’s Gonna Ride Your Wild Horses
Artista U2
Tipo album Singolo
Pubblicazione Agosto 1992
Durata 3 min : 54 s
Album di provenienza Achtung Baby
Genere Alternative rock
Etichetta Island
Produttore Steve Lillywhite, Daniel Lanois e Brian Eno
Formati CD
Note
U2 - cronologia
Singolo successivo
(1993)

"Who's Gonna Ride Your Wild Horses" è una canzone del gruppo rock irlandese degli U2, estratta come ultimo singolo dall'album del 1991 Achtung Baby.

La canzone parla di una relazione extraconiugale tra uno dei componenti della band (potrebbe essere The Edge, dal momento che in quel periodo si stava separando dalla moglie, anche se c'è chi pensa sia Bono il protagonista del brano) e una ragazza, conosciuta durante il tour. Ancora oggi però, nessuno degli U2 ha spiegato chi fosse il protagonista del brano.

Una cover del brano è stata eseguita dalla Royal Philharmonic Orchestra nel loro album del 1999 Pride: The Royal Philharmonic Orchestra Plays U2. Nel 2006 anche la band EBM norvegese Apoptygma Berzerk ha registrato una reinterpretazione del brano.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)

Versione 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)
  3. "Fortunate Son" (2:39)
  4. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Remix) (4:49)

Versione 3[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Who's Gonna Ride Your Wild Horses" (The Temple Bar Edit) (3:54)
  2. "Paint It Black" (3:22)
  3. "Salomé" (Zooromancer Remix) (8:02)
  4. "Can't Help Falling in Love" (Triple Peaks Remix) (4:34)


Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock