Whisky e Gogo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Whisky e Gogo
Universo Far west
Lingua orig. italiano
Autori
1ª app. in 1960
Professione trapper in compagnia di un orso

Whisky e Gogo, rispettivamente un orso bruno ed un trapper, erano i protagonisti di una serie di fumetti di ambientazione western ideata da Luciano Bottaro e Carlo Chendi. Venne pubblicata inizialmente nel 1960 all'interno di un quindicinale per proseguire poi, considerato il successo ottenuto fra i lettori più giovani, in una rivista apposita della Editrice Cenisio.[1]

I protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Se di cosa fosse ghiotto l'orso è desumibile dal nome, il trapper Gogo palesava subito dallo stesso sembiante la propria innocuità: era infatti una figurina minuta, con folta barbetta e pipetta sempre in bocca.

L'ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ambientazione del fumetto era data da un west un po' particolare, indefinito, con gli abitanti, gli indiani Spaventapasseri, che assumevano aspetto di paradigma, rappresentando un po' tutte le minoranze etniche del mondo.

I comprimari[modifica | modifica wikitesto]

Numerosi erano i comprimari della serie, con i nomi più strampalati: il professor Paleon Thologo, uno scienziato cui si doveva la teoria secondo cui l'homo sapiens discenderebbe dall'orso, il sicario Haustero il pistolero, Spaccalorso, accanito sterminatore di orsi, e, di contorno, le giacche blu (tinte di grigioe nel fumetto in bianco e nero) del Settimo Cavalleria Appiedata.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: Franco Fossati, Liguria a strisce, SEL 1976, Genova
fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti