Whisker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accrescimento di whisker in un conduttore per elettromigrazione.

Con il termine whisker si intende un fenomeno metallurgico microscopico che riguarda la crescita spontanea di sottili e filiformi estroflessioni, praticamente esenti da difetti (come cricche e dislocazioni), sulla superficie di un materiale.

Tale fenomeno è stato scoperto per la prima volta dalle compagnie telefoniche nei tardi anni quaranta del XX secolo.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Tale effetto è visibile soprattutto in materiali costituiti da un singolo metallo, anche se si può verificare nelle leghe.

Il meccanismo che induce la crescita dei whisker non è del tutto compreso, ma sembra possa essere spiegato da stress meccanici di natura compressiva come:

  • stress residui causati da galvanostegia;
  • stress indotti meccanicamente;
  • stress indotti dalla diffusione di altri metalli;
  • stress di natura termica.

Danni[modifica | modifica sorgente]

I whisker possono causare cortocircuiti ed archi elettrici negli equipaggiamenti elettrici.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

materiali Portale Materiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di materiali