What's a Nice Girl Like You Doing in a Place Like This?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
What's a Nice Girl Like You Doing in a Place Like This?
Titolo originale What's a Nice Girl Like You Doing in a Place Like This?
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1963
Durata 9 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico
Regia Martin Scorsese
Soggetto Martin Scorsese
Sceneggiatura Martin Scorsese
Fotografia Frank Truglio
Musiche Richard H. Coll
Interpreti e personaggi

What's a Nice Girl Like You Doing in a Place Like This? è un cortometraggio del 1963 diretto da Martin Scorsese. È il primo corto ufficiale girato dal regista statunitense, che lo ha definito «una variazione sull'ultima sequenza di Jules e Jim».[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harry è un aspirante scrittore in crisi, che fissa costantemente un quadro raffigurante un uomo in barca. Dopo due giorni di catatonia, Harry accende la televisione, cambiando ripetutamente canale. Gradualmente l'uomo smette di mangiare, di dormire e di scrivere e torna a fissare il quadro. Per distrarsi organizza una festa, durante la quale lui continua a fissare il quadro. All'improvviso arriva una ragazza che si piazza di fronte al quadro e inizia a baciare Harry. Successivamente i due si sposano e Harry progetta un libro autobiografico, mentre la moglie toglie il quadro dalla parete e inizia a dipingere fiori, uccelli e alberi. Quando appare un quadro che raffigura il mare, Harry vi entra dentro.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il corto fu realizzato durante il seminario estivo della New York University.[2] Consta di nove minuti realizzati tramite immagini fisse, animazioni ed effetti speciali accompagnati da una voce fuori campo.[2] La storia è ispirata ai lavori televisivi di Mel Brooks e Sid Caesar.[2]

L'uomo nel quadro è interpretato dallo stesso Scorsese, non accreditato nei titoli del corto.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Serafino Murri, Martin Scorsese, Milano, Il Castoro cinema, 2000, pag. 16.
  2. ^ a b c Michael Henry Wilson, Martin Scorsese, Milano, Rizzoli, 2006, pag. 21.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema