Westland Whirlwind (elicottero)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Westland Whirlwind
Un Whirlwind HAR.10 nei colori della Royal Air Force
Un Whirlwind HAR.10 nei colori della Royal Air Force
Descrizione
Tipo elicottero anti sommergibile
Equipaggio 2
Costruttore Regno Unito Westland Aircraft
Data primo volo agosto 1953
Data entrata in servizio 1954
Utilizzatore principale Regno Unito Royal Navy
Altri utilizzatori Regno Unito Royal Air Force
Esemplari oltre 400
Sviluppato dal Sikorsky H-19
Dimensioni e pesi
Lunghezza 12,71 m
Diametro rotore 16,15 m
Superficie rotore 205
Peso max al decollo 3 538 kg
Propulsione
Motore 1 motore radiale Alvis Leonides Major
Potenza 559 kW (750 shp)
Prestazioni
Velocità max 167 km/h (90 kt)
Autonomia 534 km (334 nm)
Armamento antinave 1 siluro
Note dati riferiti alla versione Whirlwind HAS.7

[senza fonte]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia

Il Westland Whirlwind era un elicottero medio ad uso militare e civile realizzato dall'azienda Britannica Westland Aircraft su licenza della statunitense Sikorsky negli anni cinquanta.

Il Whirlwind, che era la versione britannica del Sikorsky H-19 Chickasaw, rimase in servizio operativo principalmente con la Fleet Air Arm nel ruoli di anti sommergibile e ricerca e salvataggio.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Il primo prototipo del Whirlwind HAR.1 volò nell'agosto 1953 motorizzato da un radiale Pratt & Whitney R-1340-40 Wasp da 600 hp (447 kW) e it entered service shortly afterwards impiegato in svariati ruoli civili tra i quali ricerca e salvataggio e communications functions. I successivi sviluppi furono l'HAR.3, equipaggiato con il più potente Wright R-1300-3 Cyclone 7 da 700 hp (522 kW), e l'HAR.5, dotato per la prima volta di un motore prodotto nel Regno Unito, l'Alvis Leonides Major.

L'HAR.7, entrato in servizio nel 1956, divenne il primo elicottero britannico espressamente progettato nel ruolo anti sommergibile. Equipaggiato con apparecchiature elettroniche per il rilevamento dei sottomarini in superficie, radar, e in immersione, sonar filabile ad immersione (ASDIC), poteva essere equipaggiato, in alternativa all'ASDIC, con un siluro. Dotato di un radiale Alvis Leonides Major 755/1, raggiungeva la tangenza massima di 9 400 ft (2 865 m) con un'autonomia di 334 nm (534 km) a 75 kt (139 km/h - 86 mph).

Successivamente alcuni HAR.9 vennero dotati del turboalbero Rolls-Royce Gnome.

Nel Regno Unito, dopo un iniziale utilizzo nella Royal Navy, il Whirlwind venne impiegato anche dalla British Army e Royal Air Force.

Degli oltre 400 esemplari prodotti, circa 100 vennero esportati in numerosi paesi esteri, tra cui l'Italia.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

Un Westland Whirlwind in forza alla Royal Navy
I Westland Whirlwind HAS.7 (XK936) (superiore) e Westland Wessex HAS.1 (XS863) (inferiore) esposti nel "big hangar" all'Imperial War Museum di Duxford
Westland Sea King HAS.1 XV 665 trasporta un elicottero Westland Whirlwind HAS.7 con il motore in avaria riportandolo alla base inglese RNAS Culdrose nell'aprile 1971
WS-55 Series 1
versione da trasporto ad uso civile e militare dotata di motore radiale Pratt & Whitney Wasp R-1340-40. Prodotta in 44 esemplari
WS-55 Series 2
versione ad uso civile dotata di radiale Alvis Leonides Major 755, prodotta in 19 esemplari
WS-55 Series 3
versione ad uso civile dotata di turboalbero Bristol Siddeley Gnome 101. Prodotta in 5 esemplari
HAR.1
versione ricerca e salvataggio in dotazione alla Royal Navy, prodotta in 10 esemplari
HAR.2
versione in dotazione alla Royal Air Force dal 1955, prodotta in 33 esemplari
HAR.3
versione in dotazione RAF, equipaggiata dal radiale Wright R-1300-3 da 700 hp (522 kW), prodotta in 25 esemplari
HAR.4
sviluppo della versione HAR.2 per condizioni climatiche estreme, prodotta in 24 esemplari
HAR.5
versione in dotazione RN dotata di motori Alvis, prodotta in 3 esemplari
HAS.7
versione anti sommergibile in dotazione RN, dotata di 1 siluro, prodotta in 129 esemplari, 12 dei quali usato come trasporto dalla Royal Marine
HCC.8
versione da trasporto per la famiglia reale britannica e VIP, prodotta in 2 esemplari
HAR.9
versione in dotazione RN
HC.10
versione in dotazione RAF
HAR.10
versione da trasporto e pattugliamento aereo e marino in dotazione RAF, prodotta in 68 esemplari
HCC.12
Royal Flight, prodotta in 2 esemplari

I modelli di valutazione di produzione statunitense sono stati i seguenti

HAR.21
versione ricerca e salvataggio, prodotta in 44 esemplari
HAS.22
versione anti sommergibile, prodotta in 44 esemplari

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Civili[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito Regno Unito

Militari[modifica | modifica sorgente]

Arabia Saudita Arabia Saudita
Austria Austria
Bahamas Bahamas
Brasile Brasile
Brunei Brunei
Canada Canada
Cuba Cuba
Francia Francia
Ghana Ghana
Iran Iran
Jugoslavia Jugoslavia
Giordania Giordania
Kuwait Kuwait
Nigeria Nigeria
Norvegia Norvegia
Qatar Qatar
Spagna Spagna
Regno Unito Regno Unito

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica sorgente]

Sono oltre 20 gli esemplari presenti nelle collezioni museali britanniche, tra i quali il Royal Air Force Museum ed il Fleet Air Arm Museum, oltre al gate guardian presente alla base RAF Odiham.

Il Whirlwind Series 3, matricola G-APWN, presente al Midland Air Museum, di Coventry, in Inghilterra, è occasionalmente lasciato aperto consentendo al pubblico di visitarlo internamente.

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • James, Derek M. Westland Aircraft since 1915 (in inglese). London: Putnam Aeronautical Books, 1991. ISBN 0-85177-847-X.
  • Thetford, Owen. British Naval Aircraft since 1912 (in inglese). London:Putnam, 1978. ISBN 0-370-30021-1.

Elicotteri comparabili[modifica | modifica sorgente]

URSS URSS

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]