Waze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waze
Waze 3.5.3 su Android
Waze 3.5.3 su Android
Sviluppatore Waze Mobile
Ultima versione 3.8.1 (iOS)
3.8.1 (Android)
3.7.4.5 (Windows Phone) (31 luglio 2014 (iOS)
17 luglio 2014 (Android))
Sistema operativo iOS
Android
Windows Phone
BlackBerry
Symbian (legacy)
Genere Navigazione satellitare (non in lista)
Licenza
Lingua Multilingua
Sito web www.waze.com

Waze è un'applicazione gratuita di navigazione stradale per dispositivi mobile basata sul concetto di crowdsourcing sviluppata dalla start-up israeliana Waze Mobile. Acquistata da Google l'11 giugno 2013,[1] attualmente è disponibile per le piattaforme iOS, Android, BlackBerry e Windows Phone 8. Le versioni per Symbian e Windows Mobile non sono più supportate.

A dicembre 2012 risulta utilizzata da più di 34 milioni di utenti in tutto il mondo.[2]

Crowdsourcing[modifica | modifica sorgente]

Waze si differenzia dai tradizionali programmi di navigazione GPS in quanto, grazie agli utilizzatori, è in grado di fornire aggiornamenti sul traffico o altri avvenimenti in tempo reale. Inoltre impara dai tempi di guida degli utenti ed è in grado di calcolare un ETA realistico grazie ai dati raccolti da tutti gli utenti alla guida che utilizzano l'applicazione.[senza fonte] È scaricabile ed utilizzabile gratuitamente, perché raccoglie dati cartografici e le altre informazioni da parte degli utenti che utilizzano il servizio. Ciò permette alla comunità di Waze di segnalare errori di navigazione, mappatura e incidenti stradali semplicemente eseguendo l'applicazione durante la guida. Waze utilizza un sistema a punteggio e classifiche per coinvolgere ulteriormente gli utenti, consentendo di guidare su delle icone, situate in alcuni punti specifici, per guadagnare punti aggiuntivi. I mini-giochi favoriscono il coinvolgimento e la concorrenza, e ciò rende le informazioni stradali più aggiornate nelle zone in cui i dettagli sono comunque pochi o mancanti.

Infrastruttura[modifica | modifica sorgente]

Le mappe proprietarie di Waze, per quanto riguarda l'infrastruttura stradale, non rispecchiano le modifiche effettuate dagli utenti in tempo reale. Le mappe in uso in un determinato periodo rappresentano uno screenshot del database in quel momento. Waze suddivideva le mappe del mondo in diversi server: North America (NA), International (INTL) e Israele. Ognuno ha un tempo di aggiornamento indipendente dagli altri. Da febbraio 2013 Israele è entrato a far parte del server internazionale ed il tempo di processo dell'aggiornamento delle mappe è stato ridotto ad un giorno su tutti e due i server.

Tutti gli altri eventi dinamici come ad esempio l'indicazione di pattuglie di polizia, degli incidenti, della chiusura delle strade ecc. (ad eccezione degli autovelox fissi) sono invece gestiti in maniera real-time. Una segnalazione effettuata su un client viene subito replicata su tutti gli altri. Per queste istanze Waze si basa su un sistema di feedback che consente di indicare agli altri utenti di passaggio se un'informazione è reale o fasulla.

Lo stato del servizio[modifica | modifica sorgente]

Nel 2011, il software era in uso da 7 milioni di utenti. Waze è disponibile per il download e l'uso in qualsiasi parte del mondo, ma solo alcuni paesi hanno una mappa completa, mentre altri hanno ancora bisogno di essere completate da parte degli utenti. Attualmente Waze ha una mappa completa negli Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Italia, Olanda, Belgio, Israele, Ecuador (in parte), Argentina e Panamá, ma l'azienda ha in programma di renderlo disponibile in altri paesi in Europa e altrove. Oltre alla navigazione vocale turn-by-turn, traffico in tempo reale, e le altre specifiche della posizione avvisi, contemporaneamente Waze invia informazioni anonime, tra cui la velocità e la posizione, al suo database per migliorare il calcolo del tempo di arrivo e il servizio nel suo complesso. Nel 2011, Waze mobile ha aggiornato il software per visualizzare in tempo reale i punti di interesse, inclusi gli eventi locali come fiere di strada e proteste.

Nel luglio 2012, Waze ha annunciato di aver raggiunto i 20 milioni di utenti, metà dei quali si sono uniti soltanto durante i precedenti 6 mesi.[3]

L'evoluzione dell'applicazione[modifica | modifica sorgente]

Il 14 ottobre 2012 è stata abilitata in Italia la funzione che permette di trovare il distributore di carburante più economico. I prezzi, i distributori e le tipologie di carburante, anche in questo caso, sono inseriti e gestiti dagli utenti.

Il 27 febbraio 2013 è stata rilasciata la versione 3.6 sia per Android che per iOS. Questa consente agli utenti di segnalare la chiusura delle strade direttamente dal client in modo che vengano escluse immediatamente dal routing. Non appena un Wazer transiterà di nuovo su una strada chiusa questa sarà riaperta.

Il 30 maggio 2013 è stata rilasciata la versione 3.7 che include l'integrazione con gli eventi di facebook. Il 20 febbraio 2014 è stato rilasciato il minor update 3.7.8 che permette inoltre l'integrazione degli eventi presenti sul calendario dell'utente.

Il 18 giugno 2014 viene rilasciata la versione 3.8, la quale migliora la funzionalità di condivisione del tragitto e della posizione, e permette di aggiungere amici direttamente dalla rubrica, ponendo fine alla necessità di un account Facebook. Da questa versione viene inoltre richiesto un numero di telefono durante la fase di registrazione.

L'acquisizione da parte di Google[modifica | modifica sorgente]

L'11 giugno 2013 è stata ufficializzata l'acquisizione dell'azienda israeliana da parte di Google.[1] Dopo l'acquisizione si è temuta l'interruzione dello sviluppo per il sistema operativo sviluppato dall'azienda rivale Microsoft. Infatti Waze stava lavorando sul rilascio di una versione per Windows Phone.[4]. Queste paure si sono poi rivelate infondate, e la versione per Windows Phone 8 è stata regolarmente rilasciata il 20 novembre 2013 seppur con qualche mese di ritardo rispetto a quanto precedentemente annunciato.[5] Le evidenti modifiche che ha portato l'acquisizione di Waze sono:[6][7]

  • Integrazione delle segnalazioni effettuate dagli Wazer su Google Maps.
  • Utilizzo delle immagini aeree di Google maps sul Waze Map Editor (WME) invece di quelle di Bing Mappe.
  • Integrazione di Google Street View con WME.
  • La ricerca di Google è diventata il provider principale di Waze.

Brevetti[modifica | modifica sorgente]

Attualmente Waze detiene il possesso di 2 brevetti:

  • Il 3 maggio 2011 Waze ha ottenuto un brevetto per "System and method for parking time estimations" (Sistemi e metodi per la stima del tempo di parcheggio).[8]
  • Il 18 settembre 2012 Waze ha brevettato "Condition-based activation, shut-down and management of applications of mobile devices" (L'attivazione, lo spegnimento e la gestione di applicazioni su dispositivi mobili basati su certe condizioni).[9]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Google Maps and Waze, outsmarting traffic together, Google Blog, 11 giugno 2013. URL consultato il 21 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Waze ended 2012 with 34 million users and expects to double that by the end of this year, The Next Web, 8 gennaio 2013. URL consultato il 21 novembre 2013.
  3. ^ (EN) Waze Doubles Its User Base To 20 Million In 6 Months, TechCrunch, 5 luglio 2012. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  4. ^ (EN) Waze for Windows Phone isn’t cancelled, but has no ETA on the horizon, Windows Phone Central, 7 ottobre 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  5. ^ Aggiungi un posto a tavola: arriva Waze per Windows Phone!, Waze blog ufficiale, 20 novembre 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  6. ^ Google Search e Street View, nuove potenzialità in Waze, Waze blog ufficiale, 28 agosto 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  7. ^ Benvenuto Waze 3.7.3! La nuova versione da oggi è on air!, Waze blog ufficiale, 28 agosto 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  8. ^ (EN) United States Patent 7936284, United States Patent and Trademark Office.
  9. ^ (EN) United States Patent 8271057, United States Patent and Trademark Office.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica