Waterphone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waterphone
Waterphone.jpg
Informazioni generali
Inventore Richard Waters
Classificazione Idiofoni a frizione
Utilizzo
Musica contemporanea

Il waterphone è uno strumento musicale dall'acustica atonale. È costituito da una scodella o tazza in acciaio inossidabile con al centro una specie di collo di forma cilindrica, che può o può non contenere una piccola quantità d'acqua. Barre di ottone sono disposte sopra il bordo della tazza secondo una precisa combinazione di rapporti micro-tonali e diatonica presentata in due scale distinte, ma integrate con incrementi pari e dispari. Il waterphone produce musica vibrante eterea, che si potrebbe confrontare con il verso della megattera.

Le dimensioni e le progettazioni sono varie. Solitamente viene usato dal solista seduto e viene suonato con l'archetto o a percussione muovendo l'acqua al suo interno. Viene impiegato per le colonne sonore dei film.

Lo strumento è stato inventato e brevettato da Richard Waters, che si ispirò al tamburo ad acqua tibetano, al violino a chiodo e al kalimba. Fa parte quindi sia della famiglia degli strumenti ad arco e degli idiofoni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) [1] - Waterphone online
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica