Waterloo Sunset

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waterloo Sunset
Artista The Kinks
Tipo album Singolo
Pubblicazione 5 maggio 1967
Durata 3 min : 16 s
Album di provenienza Something Else by the Kinks
Genere Rock
Pop rock
Baroque pop
Etichetta Pye Records
Reprise Records
Produttore Ray Davies
Registrazione 1967
Note n. 2 Gran Bretagna

Waterloo Sunset è un brano musicale del gruppo rock britannico The Kinks. La canzone venne pubblicata su singolo nel 1967, ed inclusa nell'album Something Else by the Kinks. Composta e prodotta da Ray Davies, Waterloo Sunset è una delle canzoni più famose della band ed è attualmente considerata un classico del pop rock inglese degli anni sessanta.

Il singolo raggiunse la seconda posizione nella classifica britannica nel 1967, riscuotendo forti consensi anche in Australia, Nuova Zelanda ed Europa. Negli Stati Uniti, invece, Waterloo Sunset venne pubblicata su singolo ma non ebbe successo, fallendo l'entrata in classifica.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il testo della canzone descrive un narratore solitario mentre osserva (o immagina) due amanti, tali Terry & Julie, che attraversano un ponte, e malinconicamente riflette sulla coppia, il Tamigi, e la Waterloo Station.[1][2] I due innamorati riescono ad essere felici anche in mezzo allo squallore. Si è spesso detto che il brano fosse ispirato alla storia d'amore tra due celebrità inglesi dell'epoca, gli attori Terence Stamp e Julie Christie.[3][4] Ray Davies negò assolutamente questa ipotesi nella sua autobiografia e ribadendo nel corso di un'intervista del 2008: «Si trattò di una fantasia su mia sorella e il suo ragazzo che dovettero emigrare per cercare fortuna all'estero».[2][5] In una intervista del 2010 rilasciata al biografo dei Kinks Nick Hasted, Davies rivelò che Terry era suo nipote Terry Davies, "che fu più di un fratello per lui durante l'adolescenza". Inoltre, nel 2010 Davies affermò che, nonostante il brano sia da sempre indissolubilmente associato con la città di Londra, il titolo originale della canzone avrebbe dovuto essere Liverpool Sunset perché il brano era ispirato al tramonto dello stile Merseybeat, nato nella città portuale e allora in declino.[6]

A dispetto dell'arrangiamento complesso, le sessioni in studio per Waterloo Sunset durarono meno di dieci ore;[7] Dave Davies commentò in seguito di come il caratteristico suono della chitarra presente nell'incisione fosse stato ammirato da Steve Marriott degli Small Faces che gli chiese come fossero riusciti ad ottenere un suono del genere.[8]

Ray Davies considera la canzone il suo capolavoro personale, dove riuscì a far convivere compiutamente le sue ambizioni artistiche di cantautore con le esigenze commerciali di un hit single. L'elaborata produzione fu la prima della quale si occupò Davies per una registrazione dei Kinks, senza la supervisione del produttore di vecchia data della band Shel Talmy.

Tracce singolo UK[modifica | modifica wikitesto]

Pye 7N 17321
  1. Waterloo Sunset - 3:16
  2. Act Nice and Gentle - 2:39

Tracce singolo US[modifica | modifica wikitesto]

Reprise 0612
  1. Waterloo Sunset - 3:16
  2. Two Sisters - 2:01

Lascito artistico[modifica | modifica wikitesto]

Waterloo Station, Londra.

Nel 2004 un sondaggio della stazione radiofonica FM proclamò Waterloo Sunset la "miglior canzone su Londra", mentre Time Out la dichiarò l'"inno della città". Il brano si è classificato alla posizione numero 42 nella lista delle 500 migliori canzoni di sempre redatta dalla rivista Rolling Stone. Pitchfork Media la ha dichiarata la ventinovesima miglior canzone scritta negli anni sessanta.

Il critico rock Robert Christgau affermò di considerare la canzone "la più bella canzone in lingua inglese".[9] Pete Townshend degli Who la definì "divina" e "un capolavoro".[10] Stephen Thomas Erlewine di Allmusic concorda, definendo Waterloo Sunset "forse la più bella canzone rock mai scritta".[11]

Waterloo Sunset è stata eseguita da Ray Davies durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi del 2012 svoltesi a Londra.

Riferimenti in altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Molti artisti hanno scritto canzoni che proseguono la storia di Terry & Julie, inclusi:

  • Bob Geldof la cui canzone Love Like a Rocket del 1987 narra di come la storia d'amore tra Terry e Julie sia lentamente naufragata nel corso dei successivi vent'anni.
  • 4 am, un brano musicale composto da Mike Barson e Graham McPherson, riprende la storia dei protagonisti della canzone alcuni anni dopo.
  • John Wesley Harding scrisse il brano In Paradise che include Terry & Julie.
  • La band indie The Willows scrisse una canzone su Terry e Julie, intitolata South of the River inclusa nel loro album English Country Garden (Suddick 1993).

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Waterloo Sunset è stata reinterpretata da numerosi artisti, tra i quali:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tom Maginnis, Waterloo Sunset, Allmusic. URL consultato il 27 novembre 2009.
  2. ^ a b Baltin, Steve, The Kinks' Ray Davies Serves Up Songs at the 'Working Man's Cafè, Spinner, 27 marzo 2008. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  3. ^ Variety biography of Julie Christie. URL consultato il 27 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 2009-04-22). [collegamento interrotto]
  4. ^ David Jenkins, Julie Christie: Still Our Darling in Sunday Telegraph (London), 3 febbraio 2008. URL consultato il 27 novembre 2009.
  5. ^ The Kinks: Well respected man in The Independent (London), 10 settembre 2004. URL consultato il 27 novembre 2009.
  6. ^ Liverpool Echo, 14 maggio 2010
  7. ^ Kitts, Thomas (2007). pp. 86–87
  8. ^ Savage, Jon (1984). p. 87.
  9. ^ Robert Christgau, Consumer Guide: The Kinks.
  10. ^ YouTube - The Kinks - UK Music Hall of Fame 2005
  11. ^ Allmusic Review: To the Bone.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock