Warzone 2100

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Warzone 2100
Wz2100.jpg
Sviluppo Pumpkin Studios
Pubblicazione Eidos Interactive
Data di pubblicazione 10 aprile 1999
Modalità di gioco giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma PlayStation, Microsoft Windows, Linux, Mac OS X
Supporto CD-ROM
Periferiche di input DualShock, tastiera e mouse

Warzone 2100 è un videogioco strategico in tempo reale, pubblicato nel 1999 per PlayStation e Microsoft Windows. Sviluppato da Pumpkin Studios e prodotto da Eidos Interactive.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicato nel 1999 inizialmente come gioco commerciale, il 6 dicembre 2004 il suo codice sorgente è stato rilasciato sotto licenza GNU; il 10 giugno 2008 sono stati pubblicati anche i video e la colonna sonora, che fino ad allora erano ancora sotto copyright.[1] Ciò ha reso anche possibile portare il gioco su altre piattaforme.

Il gioco è attualmente mantenuto dal Warzone 2100 Resurrection Project, che ne ha modificato il motore grafico ed aggiunto alcune caratteristiche, [2] è giunto alla versione 3.1.1.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore prende il controllo di una organizzazione che tenta di conquistare e ricostruire nell'anno 2100 il pianeta Terra, dopo il collasso sociale seguito a una guerra nucleare su vasta scala, combattendo con altre organizzazioni rivali e con bande di predoni. L'ambientazione è abbastanza simile ai film della serie Mad Max.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco dovremo accumulare solo una risorsa: il petrolio necessario per produrre le unità e costruire la varie strutture che costituiranno la base del giocatore. Per fare ciò dovremo costruire delle trivelle derrick sulle sorgenti, presenti nella mappa di gioco.

Tra le altre caratteristiche, è da notare la possibilità di modificare le varie unità presenti nel gioco, tramite un sistema di ricerca di nuovi elementi con i quali potenziare e/o creare nuove unità: ad esempio selezionandone le armi, il sistema di trasmissione, o il mezzo di locomozione (cingoli, ruote, ecc.). È inoltre anche possibile progettare delle unità ex novo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Updated GPL release readme
  2. ^ "Warzone 2100 Resurrection - La rinascita freeware di un favoloso RTS." da idealsoftblog 01/11/2008
  3. ^ "3.1.0 has been released!" Warzone 2100 Resurrection Project 15/01/2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]