Wartburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la casa automobilistica, vedi Automobilwerk Eisenach.

Coordinate: 50°57′58.32″N 10°18′23.4″E / 50.9662°N 10.3065°E50.9662; 10.3065

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Castello di Wartburg
(EN) Wartburg Castle
Wartburg eisenach1.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iii) (vi)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1999
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Wartburg è un castello della Turingia (Germania), fatto costruire nel 1073 dal langravio Ludwig der Springer, situato ad un'altezza di 441 m slm nella selva di Turingia, presso la città di Eisenach. Fu dimora del langravio Ludovico IV e della principessa Elisabetta d'Ungheria. Nel 1999 il castello di Wartburg è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità.

Il castello è punto di transito sia dell'antica Via Regia (a nord), sia del vecchissimo sentiero Rennsteig (a sud), lungo più di 150 km, in gran parte nella foresta di Turingia.

Wartburg e Lutero[modifica | modifica sorgente]

Il salvacondotto imperiale che il principe Federico il Saggio aveva ottenuto per il suo protetto, Martin Lutero, ne impedì l'immediato arresto a Worms. E, per salvarlo dalla condanna che ormai era stata emessa, nel 1521 il principe organizzò un falso rapimento di Lutero allo scopo di tenerlo nascosto nel castello di Wartburg, dove rimase per dieci mesi, nel corso dei quali si dedicò alla sua più importante opera: la traduzione del Nuovo Testamento in lingua tedesca, reinterpretando la traduzione dal greco in latino che era stata compiuta da Erasmo da Rotterdam non molti anni prima (1516).

La stanza di Lutero nel castello

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità