Warhammer 40.000: Dawn of War II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Warhammer 40,000: Dawn of War II
Sviluppo Relic Entertainment
Pubblicazione THQ
Ideazione Jonny Ebbert
Data di pubblicazione Europa 20 febbraio 2009
Genere Videogioco tattico in tempo reale
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows
Motore grafico Essence Engine
Fascia di età ESRB : M
Periferiche di input Tastiera, mouse
Espansioni Warhammer 40,000: Dawn of War II - Chaos Rising
Preceduto da Warhammer 40,000: Dawn of War

Warhammer 40,000: Dawn of War II è un videogioco tattico in tempo reale, realizzato da Relic Entertainment e pubblicato da THQ nel febbraio 2009. Si tratta del seguito di Warhammer 40,000: Dawn of War.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Le armate giocabili in Dawn of War 2 includono Space Marine, Orki, Eldar, e Tiranidi.

Il gameplay di Dawn of War II è nettamente diverso da quello di Dawn of War e le sue espansioni. Jonny Ebbert, il lead designer del gioco, descrive l'atmosfera del gioco dicendo che "prende tutto ciò che era grande circa l'originale e lo combina con il meglio che Company of Heroes aveva da offrire".

Il bonus di difesa è molto più importante. Di conseguenza, vi è anche l'accento su metodi per affrontare con le unità in copertura: Alcune armi, come le granate e altri esplosivi, sono in grado di distruggere coperture, mentre altre, come il lanciafiamme, ignorano completamente la copertura bonus. Altre differenze tra Dawn of War II e dei suoi predecessori figurano nel miglioramento delle unità di AI, infine hanno un motore grafico migliorato.

Campagna[modifica | modifica wikitesto]

Dawn of War II è dotato di una campagna interplanetaria non lineare. La campagna può essere giocato sia come giocatore singolo o in cooperazione con un altro giocatore attraverso una connessione online.

Il gioco si discosta dai suoi predecessori in diverse funzioni chiave. Una delle più notevoli è che non vi siano elementi di costruzione di base, a differenza dei titoli precedenti. Invece, il giocatore sceglie le unità da utilizzare prima di iniziare una missione, non può costruire nuove unità una volta che la missione inizia, e ha opzioni di rinforzo limitate.

Una parte importante della campagna risiede nella scelta di quali battaglie combattere, ci sono conseguenze per quanto riguarda le missioni che vengono scelti. Ci possono essere restrizioni su alcune missioni, ad esempio,alcune sono disponibili per un periodo limitato. Una volta scelta una missione, il giocatore può scegliere tra diversi obiettivi, dovendo decidere tra salvare i civili o il conseguimento di un potente arma, per esempio.

Una volta che è selezionata la missione, il giocatore sceglie solo quattro squadre a prendere parte alla battaglia. Ogni squadra è unica nella sua specialità di combattimento, la personalità, e anche il doppiaggio del suo caposquadra o sergente. I sergenti di queste squadre possono aumentare in esperienza e forza come la campagna va avanti, inoltre i sergenti non possono essere definitivamente uccisi. Piuttosto che morire in una missione, i capi squadra sono "K.O" e possono essere curati sia da un'unità amica vicina o al termine della missione.

La campagna include molti elementi tradizionalmente associati agli RPG. capi squadra e comandante di unità può essere equipaggiata con armi provieneti dai campi di battaglia e dai nemici o come ricompense per il completamento di una missione. Per tutta la campagna, come gli Space Marine uccidono nemici e raggiungono gli obiettivi, guadagnano esperienza, aumentando livello apprendono nuove abilità e bonus.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si apre con il giocatore e il sergente Tarkus mandati nel suggestivo pianeta Calderis per aiutare il capitano Davian Thule e i suoi iniziati. Mentre scacciano gli Orki vengono fronteggiati da Mek Badzappa e la sua waaagh. Anche se Mek riesce a fuggire,i Marines vincono la battaglia. Dopo questo colpiscono dall'Armageddon -la nave degli Space Marine- un piccolo villaggio dove il sergente Scout Cyrus li aspetta. Riescono ad aprirsi la strada attraverso i difensori e raggiunto il sergente Avitus salvano lui e il villaggio dagli Orki.

Dopo ricevono notizie che gli Orki hanno attaccato due città principali che qualcuno li comanda. Il primo attacco è guidato da un Kapo Razzaltatore di nome Ammazzacielo e il secondo dal Kapoguerra Ztrappabudella. Dopo questo i marines ottengono informazioni da Ammazzacielo e Ztrappabudella e scoprono che entrambi hanno visitato la miniera di Felhammer di recente. Scoprono anche che Mek Badzappa è lì. Tuttavia Cyrus resta a bordo l'Armageddon per supporto tecnico. Quando entrano nella miniera vedono un Esarca dei Ragni del Warp e il suo seguito svanire, i marines sono salvati dagli Orki dal sergente Thaddeus. Devono inoltre sconfiggere Badzappa e il suo plotone sotto attacco da parte di un Stregone Eldar e una compagnia dei guardiani. Anche se uccidono lo Stregone,purtroppo Mek scappa ancora una volta. Come lo Stregone muore parla di un nemico più grande che minaccia tutti. Gli eroi tuttavia restano indifferenti.

Arrivati nel pianeta Typhon per fermare le attività Eldar,scoprono che l’esarca dei ragni del Warp fomenta la rivolta degli Orki e deve essere eliminato. Egli non dice nulla del cosiddetto "grande nemico", ma Thule chiede loro di tornare a Calderis perché Mek Badzappa sta per lanciare un attacco contro la capitale, e i cittadini stanno segnalando piante mutanti e piccole creature viola che uccidono il bestiame. Gli Space Marines arrivano e infine uccidono Mek, ma sono subito attaccati dai Tiranidi. Thule è mortalmente ferito da un guerriero dei Tiranidi e il Techmarine Martellus li riconduce alla sicurezza dopo che distrugge la forza d'attacco dei Tiranidi.

Gli Space Marine ritornano a Typhon, lasciando l’apotecario Gordian responsabile di Thule. Uccidono l'esploratore Eldar Nemerian, e tornano a Calderis per uccidere il Guerriero Tiranide che ha ferito a morte il capitano Thule. Dopo questo il gioco presenta tre obiettivi primari da completare: la raccolta di un campione di bio-tossina, la difesa di un Dispositivo Astronomico, e la difesa della Forgia degli Angeli. Questi possono essere completati in qualsiasi ordine desiderato. Garantirsi il Dispositivo Astronomico concederà al giocatore il bombardamento orbitale, difendere la Forgia degli Angeli permetterà di utilizzare l’armatura Terminator di Tarkus, e raccogliendo la bio-tossina fornirà un Dreadnought, che è la ripresa del capitano Davian Thule. Dopo Meridian è il bersaglio di attacchi Eldar costanti e lentamente è rivelato che la Veggente a capo delle forze Eldar nel sistema-Idranel di Ulthwe-ha pianificato tutto ciò per attirare l'intera flotta Tiranide a Meridian e poi distruggerla e così fermare la minaccia dei Tiranidi tutelando il loro Arcamondo ma distruggendo una fucina importante per i Corvi Sanguinari.

Al completamento di tutti e tre gli obiettivi, il veleno per Tiranidi è pronto. Tuttavia, la Litania della Furia (nave del Capitano Gabriel che è stata di aiuto al giocatore per qualche tempo) è assalita psionicamente dalla mente alveare Tiranide ed è in grave pericolo di perdersi nel Warp. Questo effettivamente avviene: ma la mente alveare è indebolita per lo sforzo e va su Typhon per sfamarsi. La squadra del giocatore arriva sul pianeta e inietta il veleno alla mente alveare attraverso i suoi viticci. Nello spazio, l'Armageddon è distrutto e l’apotecario Gordian muore. A quanto pare, Martellus viene abbattuto, anche se nell’espanzione Chaos Rising sopravvive.

Anche se il veleno ha effetto, tutto sembra perduto perché la squadra del giocatore non possiede dei mezzi di ritirata e massicce ondate di Tiranidi si stanno preparando ad attaccare. Improvvisamente, Gabriel Angelos e un'intera compagnia di terreno dei Corvi Sanguinari piombano sul campo di battaglia e ti proteggono dalla forza dai Tiranidi in arrivo. Angelos si unisce al comando ed è completamente controllabile, con il suo aiuto la tua squadra uccide il Tiranno Alfa dell'alveare e la battaglia è vinta.

Schermaglia[modifica | modifica wikitesto]

Dawn of War II comprende un gioco in modalità schermaglia e giocabile sia in single-player o multiplayer, utilizza il servizio Games for Windows - Live di gioco online per i giocatori multiplayer.

Prima di una partita, un giocatore sceglie una fazione e uno dei tre comandanti. I vari comandanti vengono utilizzati per integrare strategie diverse. Per esempio, un giocatore che sceglie l'esercito di Space Marine può scegliere tra comandanti che puntano sulla forza, comandanti con sostegno o difesa.

A differenza di molti contemporanei giochi strategici in tempo reale, tra cui Dawn of War, la maggior parte delle unità di produzione e ricerca in Dawn of War II è fatta dal quartier generale della costruzione di un esercito, e gli aggiornamenti per unità vengono effettuati sul campo di battaglia stesso. L'attenzione del gioco è il combattimento in prima linea sulla tattica basata sull’esercito piuttosto che la tradizionale tattica base-edificio in stile più popolare in titoli come Command & Conquer e Age of Empires.

Ci sono solo due modalità di gioco nel gioco schermaglia. Vi è la modalità standard Vittoria punto di controllo dove la chiave per vincere sta controllando i punti vittoria sulla mappa fino a quando i tuo punti del tuo avversario scendono fino alla zero, e la modalità di annientamento in cui i giocatori tentano di distruggere completamente le unità avversarie e le strutture. In entrambe le modalità, si basano su punti strategici e nodi di potenza che danno requisizione e energia.

Ultima Resistenza[modifica | modifica wikitesto]

Espansioni[modifica | modifica wikitesto]

Chaos Rising[modifica | modifica wikitesto]

Warhammer 40 000: Dawn of War II – Chaos Rising

È la prima espansione che è stata annunciata il 18 settembre 2009. Questa introduce l'armata del caos come nuova razza giocabile con nuove unità sia per il single player che per il multiplayer, una nuova campagna e svariati aggiornamenti e bilanciamenti. L'espansione è stata pubblicata il 12 marzo 2010.

Retribution[modifica | modifica wikitesto]

Warhammer 40,000: Dawn of War II - Retribution

La seconda espansione stand alone è stata annunciata il 17 agosto 2010, ed è stata pubblicata il 4 marzo 2011.

Questa espansione aggiunge la Guardia Imperiale e la capacità di giocare la campagna con tutte le 6 razze disponibili.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]