Walther Flemming

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walther Flemming

Walther Flemming (Schwerin, 21 aprile 1843Kiel, 4 agosto 1905) è stato un biologo tedesco e fondatore della citogenetica. Fu il quinto figlio, unico maschio, dello psichiatra Carl Friedrich Flemming e della seconda moglie di questi, Auguste Winter.

Durante i suoi studi al Gymnasium der Residenzstadt, uno dei suoi colleghi fu Heinrich Seidel.

Studi e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Flemming si laureò in medicina nel 1868 all'Università di Rostock. Lavorò come insegnante all'Università di Praga per tre anni dal 1873 al 1876, anno in cui accettò la cattedra di anatomia all'università di Kiel. In seguito divenne direttore dell'istituto di anatomia e vi lavorò sino alla sua morte.

Verso la fine del XIX secolo, Flemming, grazie a una particolare tecnica di colorazione, riuscì a evidenziare nelle cellule in divisione la presenza di numerosi corpii a forma di bastoncino che furono detti cromosomi per la loro particolare affinità ai coloranti, scoprendo inoltre i fenomeni mitotici e il processo di ripiegamento del DNA in cromosomi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 57409073 LCCN: n85800905