Waking the Demon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waking the Demon
Screenshot Waking the Demon.jpg
Screenshot del video
Artista Bullet for My Valentine
Tipo album Singolo
Pubblicazione 21 aprile 2008Stati Uniti
16 giugno 2008 Regno Unito
Durata 4 min : 08 s
Album di provenienza Scream, Aim, Fire
Genere Metalcore
Thrash metal
Post-hardcore
Etichetta Sony BMG
Visible Noise
Produttore Tony Petrossian
Formati CD
Bullet for My Valentine - cronologia
Singolo precedente
(2008)
Singolo successivo
(2010)

Waking the Demon è una canzone dei Bullet for My Valentine, nonché terzo singolo estratto dal loro album Scream, Aim, Fire. È una delle tracce più aggressive del disco di provenienza.

Il video ufficiale della canzone è stato scritto e diretto da Max Nichols (figlio del regista Mike Nichols). La canzone viene descritta da Matthew Tuck come un inno alla vendetta, la quale risveglia il demone che c'è in ognuno.

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Il video del brano comincia con un teenager metallaro (notare la maglietta degli Iron Maiden da lui indossata e varie foto del chitarrista Jimmy Page nel suo armadietto) che subisce atti di prepotenza da un branco di bulli, il cui leader sembra stare con la ragazza che aiuterà il ragazzo metallaro nel suo intento. Il ragazzo viene tormentato con dispetti e violenze di ogni genere, sia in classe che in bagno e nello spogliatoio. Nel frattempo, su un calendario che tiene appeso nel suo armadietto, segna le date del mese giorno per giorno, finché non arriva al ventottesimo sotto il quale è scritto Full Moon ("Luna Piena"), che tra l'altro cerchia con un pennarello rosso[1].

Verso la sera del 28 del mese, quando comincia a far buio, il ragazzo giunge nei pressi di un bosco dove il leader della gang si incontra solitamente con la sua ragazza, trovandolo solo ad aspettarla. A quel punto, il metallaro gli scaglia contro una "paintball" (ossia un gavettone al frullato come quello che gli era stato svuotato in testa in classe), imbrattandogli il retro dell'automobile; appena lo vede, il bullo comincia ad inseguirlo nel bosco, dove nel frattempo è fuggito il metallaro[1].

Dopo un breve inseguimento il ragazzo cade per terra, alza lo sguardo al cielo e vede la luna piena spuntare da dietro le nubi: i suoi occhi divengono pertanto rossi e si trasforma in un licantropo. Appena il bullo lo raggiunge, viene immediatamente aggredito ed ucciso dal mostro, il quale ottiene la vendetta tanto agognata: nelle scene che seguono si vede il sangue grondare dalle possenti zampe e dai denti acuminati del lupo mannaro, ed in seguito la foto del bullo affissa vicino agli armadietti della scuola, con sotto la scritta missing ("scomparso")[1].

Verso la fine del video il ragazzo, tornato a scuola, viene nuovamente preso di mira da un componente dello stesso gruppo di bulli, che ha preso il posto del precedente leader e persino la stessa fidanzata. Il bullo fa cadere di mano i libri al metallaro, il quale, dopo averli raccolti, apre l'armadietto e riprende a segnare le date con un ghigno malefico; infine, mentre osserva i bulli con il loro nuovo capo andarsene, la ragazza si volta sorridendo verso di lui, e per un istante si notano gli occhi di lei diventare rossi (come il ragazzo durante la sua mostruosa trasformazione)[1]. Viene fatto intendere, dunque, che la ragazza in realtà sia la compagna del metallaro e che lo aiuti nella sua vendetta attirando i bulli nel bosco nelle notti di luna piena.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD singolo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Waking The Demon - 4:08
  2. Say Goodnight [Acoustic] - 3:14

Promo pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

  1. Waking The Demon (Rock Radio Mix) - 4:08

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Membri della band[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Videoclip su Youtube