Mare di Watten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Waddenzee)
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Mare dei Wadden
(EN) Wadden Sea
Morze Wattowe.png
Tipo Naturali
Criterio (viii) (ix) (x)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2009
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
Immagine satellitare della Frisia Orientale
La parte occidentale del Mare dei Wadden

Il Mare dei Wadden (in danese Vadehavet, olandese Waddenzee, tedesco Wattenmeer, basso-tedesco: Wattensee, frisone occidentale: Waadsee) è un mare interno, e delle terre umide ad esso collegate, che si trovano tra il Mare del Nord e un tratto di costa dell'Europa nord-occidentale.

I tipici bassifondi fangosi (wadden) sono simili alle velme della Laguna di Venezia.

Il Mare dei Wadden si estende da Den Helder nei Paesi Bassi a sud-ovest fino a Esbjerg in Danimarca, per una lunghezza totale di circa 450 km, una larghezza compresa tra 5,5 e 30 km e una superficie di circa 10.000 km2.

Il limite tra il Mare dei Wadden e il Mare del Nord è costituito dalle Isole Frisone, denominate nei Paesi Bassi come Isole Frisone Occidentali, in Germania come Isole Frisone Orientali e in Danimarca come Isole Frisone Settentrionali.

Il Mare dei Wadden è famoso per la ricchezza della fauna e della flora. Oggi una grande parte del Wattenmeer è protetta dai tre stati congiuntamente.

Nel giugno 2009 il Mare dei Wadden è stato inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO per il suo valore naturale. Si tratta di un patrimonio interstatale, condiviso tra Germania e Paesi Bassi.

Una delle attività che si praticano qui è il mudflat hiking, ovvero il camminare sul fango lasciato scoperto dal mare durante i periodi di bassa marea.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità