Wachet auf, ruft uns die Stimme (Bach)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Wachet auf, ruft uns die Stimme ("Destatevi, ci chiama la voce")[1] BWV 140 è una cantata sacra di Johann Sebastian Bach.

Wachet auf, ruft uns die Stimme
Compositore Johann Sebastian Bach
Tipo di composizione Cantata
Numero d'opera BWV 140
Epoca di composizione 1731
Organico

Soprano, Tenore, Basso, 2 Oboe, 1 Corno, 1 Corno inglese, Violino piccolo, Violini, Violoncelli, Coro e Basso continuo.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Coro" (tutti)
  2. Recitativo (Tenore)
  3. Aria (Duetto, Soprano e Basso)
  4. Aria (Tenore)
  5. Recitativo (Basso)
  6. Aria (Duetto, Soprano e Basso)
  7. Corale (tutti)

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Scritta per la ventisettesima domenica dopo la Santissima Trinità (occasione che si presentò a Bach nel 1731 e nel 1742), domenica in cui il vangelo narra la parabola delle Vergini sagge e stolte (Mt. 25, 1-13). È una cantata corale su testo di Picander e corale di Philipp Nicolai, inframezzato da passi madrigalistici, con citazioni bibliche e tratte dal Cantico dei cantici di Salomone. Lo schema poetico riconcilia le tendenze ortodosse con quelle pietiste: strofe di corale e aggiunte poetiche di recitativo e aria. È presente un recitativo secco e Gesù è accompagnato dagli archi come nella passione secondo S. Matteo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Testo in italiano
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica