Volta a vela

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esempio in proiezioni ortogonali di una volta a vela sferica
Volte a vela nel loggiato dei Serviti a Firenze

La volta a vela è un tipo di copertura architettonica simile a una cupola a base quadrata.

Nella forma più semplice si tratta di una semisfera o di un emisfero circoscritto in un vano quadrato, senza le parti esterne al quadrato.

In geometria descrittiva va ad indicare una parte comune a due solidi formati da:

  • Una calotta sferica che abbia, rispettivamente: come asse di rotazione una retta verticale, come meridiano generatore un arco di conica e come parallelo direttore una circonferenza.
  • un prisma ad altezza indefinita avente come propria sezione retta un poligono — in genere un quadrato — inscritto dal parallelo.

Secondo il tipo di conica da cui è formato il detto meridiano la volta a vela può essere classificata come segue:

  • Volta a vela sferica (la propriamente detta volta a vela)
  • Volta a vela ellissoidica
  • Volta a vela parabolica
  • Volta a vela iperbolica ad una falda.

Si può chiamare anche volta a bacino o a catino quando si presenti come una cupola ribassata impostata su pennacchi.

Esempi di strutture con volte a vela[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria