Volodymyr Lytvyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volodymyr Mychajlovyč Lytvyn

Volodymyr Mychajlovyč Lytvyn (in ucraino: Володимир Михайлович Литвин[?]; Sloboda-Romanivska, 9 aprile 1956) è un politico ucraino, attuale Presidente della Verchovna Rada, il Parlamento dell'Ucraina.

Lytvyn aveva già detenuto la carica dal 2002 al 2006, e fu rieletto nel dicembre 2008 dopo che il suo partito acconsentì ad unirsi alla ex coalizione di Julija Tymošenko.[1] Dal 1994 al 1999 Lytvyn fu aiutante di Leonid Kučma e, in seguito, il capo del suo staff. Volodymyr Lytvyn fu implicato nel caso di omicidio di Georgij Gongadze e del conseguente Scandalo delle cassette.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze ucraine[modifica | modifica sorgente]

Eroe dell'Ucraina - nastrino per uniforme ordinaria Eroe dell'Ucraina
«Per lo straordinario contributo personale in Ucraina nello sviluppo della costruzione dello Stato, la riforma del sistema politico, gli ideali di unità civile e l'armonia nella società»
— 9 dicembre 2004
Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe
«Per lo straordinario contributo personale alla costruzione della nazione e per la proficua attività legislativa e politica»
— 28 aprile 2011

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania)
— 4 novembre 1998
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Lituania (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Lituania (Lituania)
— 25 giugno 2004
Ordine dell'Amicizia (Russia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia (Russia)
«Per il suo contributo allo sviluppo e al rafforzamento delle relazioni amichevoli e della cooperazione tra la Federazione Russa e l'Ucraina»
— 12 maggio 2011

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ news.bbc

Controllo di autorità VIAF: 45196930 LCCN: n95047350

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie