Voeno Vozduhoplovstvo i Protivvozdušna Odbrana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Voeno vozduhoplovstvo na Republika Makedonija
Aeronautica militare e Difesa aerea macedone
Воено Воздухопловство на Република Македонија
Mk ving.jpg
Descrizione generale
Attiva 1992 - oggi
Nazione Macedonia Macedonia
Tipo Aeronautica militare
Battaglie/guerre 2001 Insurrezione macedone
Comandanti
Comandanti degni di nota Vladimir Lazarov
Simboli
Coccarda alare e di fusoliera Roundel of the Macedonian Air Force.svg
Fin Flash Flag of Macedonia.svg

[senza fonte]

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Voeno Vozduhoplovstvo i Protivvozdušna Odbrana (in macedone: Воено Воздухопловство и Противвоздушна Одбрана?), è l'attuale aeronautica militare della Repubblica di Macedonia e parte integrante delle forze armate macedoni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Aeronautica militare macedone nacque nel 1992 per via del fatto che l'Aviazione Jugoslava stava sequestrando tutte le armi e gli equipaggiamenti presenti nel territorio macedone, che erano costati alla macedonia 45 anni di risparmi ed investimenti. Più di 35 aeromobili (come ad esempio il Soko J-21 Jastreb e il Soko J-22 Orao) nel giro di poco tempo vennero prelevati dall'aeroporto di Skopje e distribuiti in tutta la Jugoslavia. Quando nel 1991 iniziò il conflitto tra Bosnia ed Erzegovina, Croazia e Jugoslavia la Nato istituì l'embargo verso tutti i paesi che costituivano all'epoca la Jugoslavia. La Macedonia non accettava questa decisione perché era l'unica nazione della Jugoslavia a proclamare pacificamente la propria indipendenza, infatti nel '96 l'embargo alla Macedonia venne levato e l'Aeronautica militare macedone cambiò il nome in "Difesa aerea macedone" per aggirare le leggi e figurare come difesa civile e non militare. Nel frattempo acquistò quattro An-2 dall'Ucraina. Un paio di anni dopo si presentò l'occasione di acquistare degli F-5 di seconda mano dalla Turchia e dei Mig-21 dalla Bulgaria. Purtroppo questi affari andarono a monte. Alla dissoluzione della Jugoslavia vennero rimpatriati gli Su-25 e la flotta aerea venne ricomposta come negli originali piani del '92.

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2014)[1]
Note Immagine
Antonov An-2 Polonia Polonia collegamento e lancio paracadutisti An-2R 1
An-2 Macedonia (12994332753).jpg
Zlin Z 242 Rep. Ceca Rep. Ceca addestramento Z 242L 4 1 perso
Macedonian Airforce Zlin z 242.jpg
Bell UH-1 Iroquois Stati Uniti Stati Uniti multiruolo UH-1H 2 Donati dalla Grecia nel 2001
Macedonian Airforce Bell UH-1.jpg
Mil Mi-17 URSS URSS trasporto materiali e VIP Mi-8MT/17 6 2 denominati Mi-17 "Jasmin" aggiornati dalla Elbit Systems
Macedonian Air Force Mi-17.jpg
Mil Mi-24 Ucraina Ucraina attacco Mi-24V 4 4 aggiornati dalla Elbit Systems: 2 Mi-24V "Alexander" e 2 Mi-24V "Jasmin"
Mi-24 Macedonian.jpg

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sandra Lewis-Rice, John Maloney & Marc-Antony Payne, World Air Forces directory 2014, Sutton, Surrey, UK, Flightglobal, 2014, p. 20.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]