Voce 'e notte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Voce 'e notte
Artista
Autore/i Edoardo Nicolardi / Ernesto De Curtis
Genere Canzone napoletana
Data 1904

Voce 'e notte è una canzone in lingua napoletana composta nel 1903 e pubblicata nel 1904 dalle edizioni musicali Bideri. Il testo fu scritto da Edoardo Nicolardi, mentre la musica fu realizzata da Ernesto De Curtis.

Spartito di Voce 'e notte 1904

Il testo del brano racconta di un uomo recatosi sotto il balcone della donna da lui amata per dichiararle il suo sentimento, sebbene lei sia già impegnata con un altro uomo, che dorme al suo fianco. Non a caso, si tratta di un componimento dal contenuto puramente autobiografico: infatti Nicolardi, all'età di 25 anni, si era invaghito di Anna Rossi, la quale, per volere dei genitori, andò in sposa a Pompeo Corbara, un facoltoso commerciante settantacinquenne, ma dopo la morte di quest'ultimo, egli poté infine prendere la ragazza come moglie.

Tra le tante versioni di Voce 'e notte, interpretata sia dai più grandi esponenti della musica partenopea (Massimo Ranieri, Lina Sastri) e italiana (Claudio Villa), nonché da artisti stranieri[1], vi è quella cantata da Peppino di Capri, contenuta nel 45 giri At Capri you'll find the fortune/Voce 'e notte, inciso nel settembre del 1959, che raggiunse le prime posizioni della hit parade dei dischi più venduti in Italia.

L'anno successivo la canzone fu incisa da Franco Franchi in un flexy disc allegato alla rivista il Musichiere. Nel 2010 il gruppo ( Homo Sapiens) ne hanno incisa una loro versione con un arrangiamento personalizzato e che ripropongono in ogni loro concerto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dario Salvatori, Dizionario delle canzoni italiane, Elle U Multimedia, 2001, pagg. 386-387

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]