Vladimir Ivanovič Nemirovič-Dančenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vladimir Ivanovič Nemirovič-Dančenko

Vladimir Ivanovič Nemirovič-Dančenko (in russo Владимир Иванович Немирович-Данченко) (Mosca, 23 dicembre 1858Mosca, 25 aprile 1943) è stato un drammaturgo, regista teatrale e scrittore russo. [1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1897 fondò, insieme a Kostantin Sergeevič Stanislavskij, il Teatro d'Arte di Mosca.

Nel 1919 fondò anche il Teatro Musicale del Teatro d'Arte di Mosca, che nel 1926 venne poi riorganizzato nel Teatro Musicale Nemirovič-Dančenko. Fu in quel periodo che il rapporto con Stanislavskij s'incrinò. Dopo il ritiro di quest'ultimo dal teatro, Nemirovič-Dančenko mise in scena una versione di Anna Karenina che riscosse un grande successo.

Fu tra i primi a ricevere il riconoscimento di artista del Popolo dell'URSS, nel 1936; in seguito fu pure insignito del premio di Stato dell'URSS (1942 e 1943) e decorato con l'Ordine di Lenin e l'Ordine della Bandiera rossa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vladimir Nemirovič-Dančenko nacque nella Russia imperiale quando era ancora in vigore il calendario giuliano. Il calendario gregoriano venne introdotto solo dopo la rivoluzione d'ottobre. Si è riportata la data di nascita secondo quest'ultimo calendario; secondo il calendario giuliano allora in vigore Nemirovič-Dančenko nacque l'11 dicembre.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 77358088 LCCN: n81149214