Vladimir Grigor'evič Boltjanskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vladimir Grigor'evič Boltjanskij (Mosca, 26 aprile 1925) è un matematico sovietico, poi russo, educatore e autore di popolari testi e articoli di divulgazione matematica.

È molto conosciuto per i suoi libri sulla topologia, geometria combinatoria e per il terzo problema di Hilbert.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Boltyansky prestò servizio nell'esercito sovietico durante la seconda guerra mondiale, come addetto alle telecomunicazioni sul secondo fronte bielorusso.[1] Ottenne la laurea all'Università di Mosca nel 1948, sotto la guida di Lev Pontryagin. Conseguì l'abilitazione post-dottorale nel 1955, e divenne professor nel 1959. È membro corrispondente sia dell'Accademia Russa di Pedagogia.

Boltyansky ha ricevuto il Premio Lenin (insieme con Gamkrelidze, Mischenko e Pontryagin) per l'applicazioni delle equazioni differenziali al controllo ottimo. Nel 1967 ricevette il premio della Repubblica sovietica uzbeka per i suoi lavori sugli anelli ordinati. Attualmente insegna in Messico, nell'Università di Guanajuato ed è autore di oltre 200 libri ed articoli matematici.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • con V. A. Efremovich, Anschauliche kombinatorische Topologie, Vieweg 1986
  • Optimale Steuerung diskreter Systeme”, Leipzig, Geest und Portig 1976
  • Mathematische Methoden der optimalen Steuerung, Fachbuchverlag, Leipzig, 198, 2. Auflage Hanser Verlag 1972
  • con Gochberg Sätze und Probleme der kombinatorischen Geometrie, Deutscher Verlag der Wissenschaften, Berlin 1972
  • con Lev Pontryagin, Gamkrelidze, Mischenko Mathematische Theorie optimaler Prozesse, Oldenbourg, München, 1967
  • con Isaak Jaglom Konvexe Figuren, Berlin, Deutscher Verlag der Wissenschaften, 1956
  • con H. Martini, V. Soltan Geometric methods and optimization problems, Kluwer 1999
  • Hilberts Third Problem, Washington D.C., Winston, 1978
  • Zum Dritten Hilbertschen Problem, in Pavel Alexandrov (Herausgeber) Die Hilbertschen Probleme,Ostwalds Klassiker, Harri Deutsch Verlag, 1998
  • Equivalent and equidecomposable figures, Boston, Heath, 1963
  • Envelopes, Popular lectures in mathematics, Pergamon Press 1964
  • Figure equivalenti ed equidecomponibili, Progresso tecnico editoriale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 60 Celebrazione dell'anniversario della seconda guerra mondiale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14836417 LCCN: n50060993

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie