Vladimir Alekseevič Giljarovskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vladimir Alekseevič Giljarovskij

Vladimir Alekseevič Giljarovskij, in russo: Владимир Алексеевич Гиляровский? (Governatorato di Vologda, 26 novembre 1855 (l'8 dicembre, secondo il calendario giuliano) – Mosca, 1 ottobre 1935), è stato uno scrittore, giornalista e storico russo.

La firma di Vladimir Gilyarovsky

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 1855 (data riportata nelle registrazioni ufficiali, anche se lui scrisse di essere nato nel 1853), con ascendenze cosacche che lo inorgoglirono per tutta la vita. Da giovane posò per uno dei personaggi del quadro I Cosacchi dello Zaporož'e scrivono una lettera al Sultano di Turchia di Il'ja Repin, mentre più tardi fu preso a modello per il personaggio di Taras Bulba, parte del monumento a Gogol a Mosca.

Quando aveva otto anni la madre morì ed il padre decise di risposarsi con una donna dell'aristocrazia locale. Combatté come volontario nella guerra russo-turca (1877-1878). Dopo una breve carriera come attore, divenne noto come uno dei migliori giornalisti di cronaca nera di Mosca.

Dopo la rivoluzione d'ottobre si dedicò alla scrittura delle sue memorie, fra cui Moskva i Moskviči (Mosca e i moscoviti - 1926) e Moskva Gazetnaja (Mosca Giornale, pubblicato postumo nel 1960), in cui ricordava il mestiere di giornalista nella Russia prerivoluzionaria e scriveva di alcuni personaggi importanti che aveva conosciuto, come ad esempio Anton Čechov.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 51840668 LCCN: n84045786

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie