Vladimir Aleksandrovič Fok

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vladimir Aleksandrovič Fok, in russo: Владимир Александрович Фок? (San Pietroburgo, 22 dicembre 1898Leningrado, 27 dicembre 1974) è stato un fisico sovietico, operante principalmente nel campo della meccanica quantistica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Laureatosi nel 1922 all'Università di Pietrogrado, dove continuò poi i suoi studi post-laurea, vi divenne professore nel 1932. Nei periodi dal 1919 al 1923 e dal 1928 al 1941 collaborò con l'Istituto Statale di Ottica, tra il 1924 ed il 1936 con l'Istituto di Fisica e Tecnologia di Leningrado, tra il 1934 ed il 1941 e tra il 1944 ed il 1953 con l'Istituto di Fisica Lebedev.

Studi[modifica | modifica sorgente]

I suoi principali contributi risiedono nello sviluppo della fisica quantistica, sebbene abbia contribuito in maniera significativa ai campi della meccanica, ottica teorica, teoria gravitazionale, fisica del mezzo continuo. Nel 1926 generalizzò l'equazione di Klein-Gordon. Diede il suo nome allo spazio di Fock, alla rappresentazione di Fock ed allo stato di Fock e sviluppò il metodo Hartree-Fock nel 1930. Continuò a fornire attivi contributi scientifici per tutto il resto della sua vita.

Fu membro della Accademia Internazionale di Scienze Quantistiche Molecolari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79212719 LCCN: n83828139