Vladimír Šmicer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vladimír Šmicer
Vladimir Smicer.jpg
Dati biografici
Nazionalità Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Rep. Ceca Rep. Ceca (dal 1993)
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2009
Carriera
Giovanili
1979-1985
1985-1987
1987-1992
Flag of None.svg Verneřice
Flag of None.svg Kovostroj Děčín
Slavia Praga Slavia Praga
Squadre di club1
1992-1996 Slavia Praga Slavia Praga 81 (26)
1996-1999 Lens Lens 91 (16)
1999-2005 Liverpool Liverpool 121 (10)
2005-2007 Bordeaux Bordeaux 34 (4)
2007-2009 Slavia Praga Slavia Praga 23 (5)
Nazionale
1993
1994-2005
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Rep. Ceca Rep. Ceca
1 (0)
81 (27)
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Argento Inghilterra 1996
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vladimír Šmicer (Verneřice, 24 maggio 1973) è un ex calciatore ceco, di ruolo centrocampista.

Ha realizzato la seconda delle tre reti che hanno consentito al Liverpool di rimontare il Milan nella finale di Champions League 2004-2005. In seguito realizza il suo rigore consentendo al Liverpool di vincere la competizione.[1]

È il 3º miglior calciatore ceco del decennio (2000-2010) secondo la rivista ceca Lidové noviny[2] e il 9º miglior calciatore ceco del decennio (1993-2003) secondo la rivista ceca Mladá fronta DNES.[3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Da giovane giocava a calcio d'estate e a hockey su ghiaccio d'inverno.[1] Il nonno di Šmicer è stato anch'esso un calciatore professionista[1], che ha raggiunto il secondo livello del calcio ceco, la Druhá Liga, con la maglia del Teplice.[1] Presto inizia ad allenare il giovane Šmicer a giocare a calcio.[1] Successivamente viene allenato dal padre[1] e da un ex calciatore professionista.[1]

Viene considerato un idolo per i giovani[1], sia dentro il campo che fuori.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Šmicer era un calciatore molto tecnico, ma anche molto veloce.[1] A Verneřice si adatta al ruolo di fantasista.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Incomincia a giocare nel club di Verneřice, città nel distretto di Děčín, fin da giovane all'età 6 anni[1] e si fa notare nella squadra cominciando a giocare da fantasista.[1] A 12 anni si trasferisce allo Kovostroj Děčín, rimanendo nella squadra sino ai 14 anni.[1] A 14 anni si trasferisce da Verneřice a Praga[1], entrando nel vivaio dello Slavia Praga.[1] Questo trasferimento è vissuto particolarmente da Šmicer che, dopo esser stato una stella nella squadra cittadina[1], si ritrova allo Slavia Praga, tra calciatori anche più forti di lui.[1] Allo Slavia cresce fisicamente, psicologicamente e tecnicamente[1] riuscendo a raggiungere la condizione dei calciatori migliori della squadra.[1]. A 19 anni esordisce in prima squadra: in 5 anni dal 1992 al 1996 giocherà 81 incontri di campionato segnando 26 reti, e vincendo una sola 1. Liga nel 1995-1996. Passa ai francesi del Lens nel 1996. Vince subito nella stagione 1997-1998 la Division 1 a cui seguirà l'anno dopo la Coppa di Lega francese. Nel 1999 gli inglesi del FC Liverpool lo acquistano e con i reds Šmicer vince molto: 2 League Cup, una FA Cup, una Coppa UEFA, una Charity Shield, la prestigiosa Champions League e la Supercoppa Europea. Passa ai francesi del FC Girondins de Bordeaux dove trova la Coppa di Lega francese. Ritorna da dove aveva iniziato allo SK Slavia Praga ed è qui che chiude la carriera vincendo due titoli nazionali.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1993 e il 2005 gioca nella nazionale maggiore segnando ben 27 reti in 81 presenze. Partecipa ad Euro 96 dove segna la rete che fa passare i cechi all'88' (pareggiando 3-3 contro la Russia i cechi passano il turno a spese dell'Italia). La Rep. Ceca gungerà in finale battuta da un golden goal di Oliver Bierhoff al 95'. Alla FIFA Confederations Cup 1997 Šmicer si scatena: segna l'1-0 e il 2-1 in Sudafrica-Repubblica Ceca 2-2 e realizza una tripletta in EAU-Repubblica Ceca siglando il 4-1, il 5-1 e il definitivo 6-1 infatti dei 9 gol realizzati dai cechi 5 sono suoi guadagnando il secondo posto nella classifica capocannonieri battuto solo dal grande Romário. La Rep. Ceca arriverà terza alla Confederations Cup. Ad Euro 2000 la sua nazionale viene eliminata ai gironi ma lui realizza una doppietta in Danimarca-Rep. Ceca 0-2 in soli 3 minuti tra il 64esimo e il 67esimo. Ad Euro 2004 i cechi passano primi con 3 vittorie in 3 partite il difficile girone con Olanda e Germania. Battono 2-1 la Lettonia, 3-2 in rimonta gli olandesi (3-2 di Šmicer) e 2-1 in rimonta i tedeschi. Ai quarti eliminano con un secco 3-0 la Danimarca nel secondo tempo e in semifinale incontrano i greci: nel recupero del primo tempo supplementare il difensore Traianos Dellas sigla il silver goal che elimina i cechi che comunque trovano un terzo posto. Šmicer si ritirerà dalla nazionale l'anno successivo a 32 anni.

Il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Il 10 novembre 2009 annuncia il ritiro dal calcio giocato a causa di problemi fisici ad un ginocchio che non gli consentono di proseguire la carriera[4].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Slavia Praga: 1995-1996, 2007-2008, 2008-2009
Lens: 1997-1998
Lens: 1998-1999
Bordeaux: 2006-2007
Liverpool: 2000-2001, 2002-2003
Liverpool: 2000-2001
Liverpool: 2001

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Liverpool: 2000-2001
Liverpool: 2001
Liverpool: 2004-2005

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t Le origini di Vladimir Šmicer, UEFA.com. URL consultato il 16-11-2011.
  2. ^ Fotbalista desetiletí - nezničitelný Nedvěd: ten, co okouzlil Itálii - www.lidovky.cz
  3. ^ Nedvěd se stal fotbalistou desetiletí - iDNES.cz
  4. ^ Uefa.com - Šmicer dice addio al calcio giocato, 10/11/2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84048243