Viva l'Italia!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Viva l'Italia (disambigua).
Viva l'Italia!
Sciacca Rassegna cinematografica alla Badia Grande "Viva lItalia di Rossellini.jpg
Manifesto originale della pellicola
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1961
Durata 106 min (versione ridotta)
138 min (versione originale)
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,66:1
Genere storico
Regia Roberto Rossellini
Soggetto Sergio Amidei, Antonio Petrucci, Carlo Alianello, Luigi Chiarini
Sceneggiatura Sergio Amidei, Antonio Petrucci, Carlo Alianello, Luigi Chiarini, Roberto Rossellini
Produttore Oscar Brazzi
Fotografia Luciano Trasatti
Montaggio Roberto Cinquini
Musiche Renzo Rossellini
Scenografia Giuseppe Mariani
Costumi Marcella de Marchis
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
  • Emilio Cigoli : Renzo Ricci

Viva l'Italia! è un film del 1961 diretto da Roberto Rossellini, che narra le vicende della spedizione dei Mille. Nato da una coproduzione mista italo-francese è stato realizzato in due versioni per i due paesi, caratterizzate da notevoli differenze nel montaggio e nella durata.

La première si tenne al Teatro dell'Opera di Roma, il 27 gennaio 1961, nel corso di una serata di gala internazionale, organizzata con il patrocinio della Croce Rossa. Le proiezioni pubbliche ebbero inizio il successivo 2 febbraio per la versione italiana e il 2 maggio 1961 per quella francese, con il titolo Vive l'Italie. La versione italiana è stata anche doppiata in lingua spagnola e inglese, in quest'ultima pubblicata con il titolo Garibaldi.

In effetti il titolo fu oggetto di alcune polemiche e cambiato poco prima della presentazione. Originariamente Rossellini aveva titolato il film Paisà 1860, scelto dal regista per sottolineare il taglio neorealistico dell'opera che rappresenta un distacco dalla retorica risorgimentale per approdare al rigore storico nella narrazione. Il principale soggettista e sceneggiatore Sergio Amidei tracciò un significativo parallelismo tra la nuova opera e il precedente Paisà, evidenziando le analogie tra l'epopea garibaldina del 1860 e la guerra di liberazione alleata, dopo lo sbarco in Sicilia del 1943. In entrambi i film, secondo Amidei, ci si trova di fronte a «un esercito di liberatori che conquista paesi e popolazioni di cui non conosce i problemi reali».

La lettura data da Rossellini agli avvenimenti risorgimentali del 1860 suscitò il favore o la contrarietà dei vari critici cinematografici dell'epoca, ma al di là delle valutazioni sugli aspetti artistici e politici, il film offre una rara e pregevole ricostruzione storica d'immagine, essendo girato nei luoghi ove si svolsero i fatti, con centinaia di comparse e una notevole attenzione ai costumi. Tra le molte scene interessanti, risultano particolarmente suggestive le riprese dall'alto della battaglia di Calatafimi che mostrano le posizioni e i movimenti delle truppe sul colle Pianto Romano e le ambientazioni dell'insurrezione di Palermo, in una città quasi spettrale che ancora portava i segni, piuttosto evidenti, del precedente conflitto mondiale.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Garibaldi, sbarcato a Marsala con i suoi compagni, conquista una vittoria dopo l'altra contro le truppe borboniche. La battaglia decisiva avverrà presso il Volturno, quando ormai i Borboni hanno perso gran parte del loro potere abbandonando Napoli e la popolazione è insorta ovunque. Dopo aver giurato fedeltà al Re di Sardegna, Garibaldi s'incontra a cavallo con Vittorio Emanuele II e decide di non marciare verso Roma e Venezia, come avrebbero voluto i suoi soldati perché le Potenze europee non lo avrebbero permesso. Così l'Unità Nazionale avverrà sotto le insegne dei Savoia.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Location[modifica | modifica sorgente]

Le riprese sono state girate a Matera. [1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Film girati a Matera, da sassiweb.it. URL consultato il 15 gennaio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Stefano Masi, Enrico Lancia, I film di Roberto Rossellini, Gremese Editore, Roma, 1987

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema