Vittorio Magni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vittorio Magni
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1951
Carriera
Squadre di club
1947 Welter Welter
1948 Legnano Legnano
Viani Cral Imperia
1949-1951 Bottecchia Bottecchia
 

Vittorio Magni (Massarella di Fucecchio, 8 dicembre 1918Milano, 4 aprile 2010) è stato un ciclista su strada italiano, professionista dal 1947 al 1951.

Aveva un fratello maggiore, Secondo Magni, anch'egli ciclista.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ottimo dilettante toscano, inizia la sua carriera nel 1938 a Poggio a Caiano, subito secondo. Nel 1939 è cartolina rosa, destinazione Russia con l'ARMIR. Torna in Italia nel 1942 e riprende a gareggiare negli ultimi mesi del 1944: le competizioni sono miste, professionisti, indipendenti e dilettanti insieme[1]. Nel 1946 vince cinque corse, tra cui il Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli davanti ad Ezio Cecchi e al futuro commissario tecnico Alfredo Martini.

Nel 1947 passa professionista con la Welter-Ursus, tra le cui file gareggiano lo stesso Martini e Luigi Malabrocca[1]; in quella stagione porta a termine il Giro d'Italia e la Milano-Sanremo. Nel 1948 è alla Legnano-Pirelli, la squadra di Gino Bartali. Dopo aver partecipato ancora al Giro d'Italia, viene selezionato nella Nazionale cadetti per il Tour de France, vinto da Bartali: conclude la corsa francese al 38º posto.

Dal 1949 al 1951 è invece sotto contratto con la Bottecchia; nel 1949 corre per la terza e ultima volta il Giro d'Italia. Due anni dopo conclude la carriera professionistica.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1947: 16º
1948: 17º
1949: 35º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1947: 24º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Marco Pastonesi, Gli angeli di Coppi, Portogruaro, Ediciclo Editore, 1999, pp. 143-145, ISBN 978-88-85318-35-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]