Vittorio Basaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Vittorio Basaglia (Venezia, 19 agosto 1936Pinzano al Tagliamento, 25 febbraio 2005) è stato un artista italiano.

Basaglia è stato pittore, scultore ed incisore di fama internazionale, insegnante all'Accademia di belle arti di Urbino e all'Accademia di belle arti di Venezia. Cugino del noto psichiatra Franco Basaglia, Vittorio fu promotore a Trieste di un laboratorio artistico collettivo e creatore della statua "Marco Cavallo", simbolo della fine dell'isolamento dei malati mentali. Ha vissuto gli ultimi venti anni della propria vita a Valeriano di Pinzano al Tagliamento, fino alla morte avvenuta il 25 febbraio 2005.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Psichiatria: morto Vittorio Basaglia, il "papà" di Marco Cavallo, Vita.it, 2 marzo 2005.
  2. ^ Scheda sul sito artearke.com