Vito Elio Petrucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vito Elio Petrucci (Genova, 27 aprile 1923Genova, 17 maggio 2002) è stato un poeta, giornalista e commediografo italiano.

Ha scritto diverse pubblicazioni sul dialetto e la cultura genovese, di cui era un appassionato sostenitore e divulgatore. Era membro dell'Association Internationale pour l'Utilisation des Langues Régionales di Liegi e della Académie des Langues Dialectales del Principato di Monaco.

Tra le sue pubblicazioni, 12 raccolte di poesie dialettali, 21 libri su cultura e tradizioni genovesi, diverse commedie in genovese e scritti in collaborazione con altri autori. Le sue opere sono presenti in antologie di poesia dialettale quali ad esempio Le parole di legno e Le parole perdute. Tra le sue raccolte ricordiamo Bansighæ da l'æxia (1970), Un vento döçe (1972), O quadrifeuggio (1980), Ciù in là de parolle (1990).

Per lunghi anni è stato divulgatore della Lingua ligure, del dialetto genovese e della storia di Genova in una trasmissione televisiva di TeleGenova insieme a Maria Vietz.

È sepolto nel Famedio del Cimitero monumentale di Staglieno a Genova