Vitalienbrüder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Vitalienbrüder, o Vitalians, erano una compagnia di corsari e, successivamente, di pirateria. La compagnia fu fondata nel 1392 dai duchi del Meclemburgo per contrastare gli interessi della Danimarca; la regina danese Margherita I aveva infatti imprigionato Alberto di Meclemburgo e suo figlio per sottomettere il Regno di Svezia, di cui Alberto era il sovrano dal 1364.

La compagnia dei Vitalienbrüder[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della compagnia deriva dal latino victualia, ovvero approvvigionamenti, e si riferisce alla loro prima missione durante il conflitto per il dominio della Scandinavia fra la regina Margherita I ed Alberto di Meclemburgo: mentre le forze danesi assediavano Stoccolma, i Vitalienbrüder ingaggiarono battaglie navali ed assicurarono rifornimenti via mare alla città assediata.

Klaus Størtebeker, celebre guida dei Vitalienbrüder

La compagnia, organizzata come una vera e propria gilda, arruolò uomini in tutta Europa e si scontrò nel 1392 con gli interessi della città di Lubecca, la quale sosteneva gli sforzi di guerra danesi. Tutte le altre città della Lega Anseatica infatti supportarono, almeno inizialmente, le attività dei Vitalienbrüder, poiché ritenevano sconveniente la vittoria della Danimarca, a causa della sua posizione strategica per il controllo delle rotte commerciali.

Dopo il 1392, per parecchio tempo i Vitalienbrüder furono una potenza di primaria importanza nel Mar Baltico. Avevano libero accesso ai porti di Rostock, Ribnitz, Wismar e Stralsund. Tuttavia, col passare del tempo le attività della compagnia divennero piratesche. Nel 1393 saccheggiarono la città di Bergen ed un anno più tardi conquistarono Malmö. Ulteriori saccheggi coinvolsero Åbo, Vyborg, Faxeholm, Styresholm e Korsholm, raggiungendo anche la Frisia e Schleswig.

All'apice del proprio potere, i Vitalienbrüder occuparono Gotland (1394) e fissarono la propria sede a Visby. A causa della compagnia i commerci nel Baltico subirono una forte decrescita ed anche l'industria delle aringhe ne subì le conseguenze. Per queste ragioni la regina Margherita I richiese l'aiuto della flotta anglosassone di Riccardo II d'Inghilterra per combattere la pirateria dei Vitalienbrüder.
Nel 1395 l'unificazione della Danimarca, della Norvegia e della Svezia nell'Unione di Kalmar costrinse la Lega Anseatica a collaborare, presagendone il futuro declino. Parallelamente, la regina cedette Gotland all'Ordine Teutonico, suo alleato; Konrad von Jungingen, Gran Maestro dell'Ordine, conquistò l'isola nel 1398, distruggendo Visby e scacciando definitivamente i Vitalienbrüder da Gotland.

Medioevo Portale Medioevo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medioevo