Vitale d'Assisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Vitale eremita, O.S.B.

Religioso

Nascita Bastia Umbra, 1295
Morte Viole di Assisi, 31 maggio 1370
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 31 maggio
Patrono di ammalati all'apparato geneto-urinario

Vitale d'Assisi (Bastia Umbra, 1295Assisi, 31 maggio 1370) fu un religioso italiano del XIV secolo; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vitale, dopo aver trascorso la giovinezza dedicandosi al brigantaggio e compiendo crimini efferati, si pentì e cercò di fare penitenza recandosi in pellegrinaggio nei più importanti santuari della cristianità, sia in Italia che in Francia e Spagna.

Ritornato in Umbria, a Montecchio presso Spoleto, vide in sogno san Benedetto da Norcia che lo invitò a seguire la sua Regola e gli indicò l'eremo dove avrebbe dovuto recarsi, sulla costa del monte Subasio, presso Assisi, vicino all'abbazia benedettina qui esistente. Infatti, presso questo monastero entrò nell'Ordine di San Benedetto e dall'abate dello stesso gli venne assegnato come eremo il locum S. Mariae de Viole, dove trascorse il resto della sua esistenza nella più assoluta povertà, vestendo di stracci; unico suo bene era un canestro usato per andare a prendere l'acqua in una vicina fonte.

Nell'eremo di Santa Maria di Viole, Vitale rimase per circa vent'anni fino alla morte avvenuta il 31 maggio 1370, all'età di 75 anni, e qui fu anche sepolto. La fama della sua santità si diffuse rapidamente su tutto il territorio per i molti miracoli, a lui attribuiti e per questo sul luogo della sua sepoltura venne edificata una chiesa a lui dedicata.

In questa chiesa il suo corpo rimase fino al 19 settembre 1586, quando mons. Giovanni Battista Brugnatelli, vescovo di Assisi (1577 - 1591), lo fece traslare nella Cattedrale di San Rufino, dove fu eretto un altare a lui dedicato.

Nel 2001, le spoglie di san Vitale sono state nuovamente trasportate nella Chiesa di San Vitale eremita, presso Viole (Assisi).

San Vitale è invocato particolarmente per la guarigione di coloro che sono malati da patologie ai genitali ed alla vescica.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]