Vitale Cominotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Ho passato ogni vicissitudine, ho visto cadere mio zio nella Guerra d'Etiopia, ho passato la Seconda guerra mondiale e ho rischiato l'arruolamento nell'esercito della Repubblica Sociale Italiana ma il dispiacere più grande l'ho avuto quando mi comunicarono che non potevo più essere direttore delle scuole elementari di Orzinuovi »
(Da un'intervista del maggio 1999)

Vitale Cominotti detto Lino (Montichiari, 24 maggio 1931Orzinuovi, 8 luglio 2003) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cominotti nasce a Montichiari, da una famiglia profondamente religiosa, ma a tre anni si trasferisce a Orzinuovi.

Dopo aver conseguito l'esperienza magistrale, insegna per sette anni nella scuola elementare, di cui diventerà in seguito preside, conseguendo nel 1962 la laurea in pedagogia a indirizzo filosofico a Milano.

Tra il 1962 e il 1982 è direttore didattico delle sedi di Orzinuovi e Breno.

Nei cinque anni fino al 1987 è chiamato a dirigere il Provveditorato agli Studi di Brescia.

Dopo, tra il 1987 e il 2000, scrive i suoi libri, che lo renderanno famoso.

Nel frattempo insegna ancora agli studenti della Comunità delle vocazioni adulte nel seminario diocesano di Brescia, testimoniando la sua grande fede e il suo grande amore per la cultura e la storia.

Nel 2002 è nominato dal papa Giovanni Paolo II Cavaliere Pontificio dell'Ordine di San Silvestro papa.

Nel 2003 muore sereno, senza passare particolari malattie. Ai suoi funerali partecipò una folla numerosa, essendo Cominotti uno degli scrittori bresciani e lombardi più famosi.

Vitale Cominotti oggi riposa nel locale cimitero di Orzinuovi, nella tomba dei benefattori della comunità.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Storia di Orzinuovi
  • La civiltà contadina alle soglie del 2000
  • Il Santuario della Madonnina dell'Oglio in Orzinuovi
  • Gerolanuova nel XX secolo
  • Religione e scuola: storia di un insegnamento contestato