Vital

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Vital (disambigua).
Vital
Vital (2004).jpg
Una scena del film
Titolo originale Vital
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2004
Durata 86 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Shinya Tsukamoto
Soggetto Shinya Tsukamoto
Sceneggiatura Shinya Tsukamoto
Produttore Shinya Tsukamoto, Kiyo Joo, Shin-Ichi Kawahara, Ittoku Kishibe, Keiko Kusakabe, Koichi Kusakabe
Fotografia Shinya Tsukamoto
Montaggio Shinya Tsukamoto
Musiche Chu Ishikawa
Scenografia Shinya Tsukamoto
Trucco Takashi Oda
Interpreti e personaggi
Premi

Vital è un film del 2004 diretto da Shinya Tsukamoto.

È stato presentato nella sezione "Orizzonti" alla 61ª Mostra del Cinema di Venezia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In un terribile incidente stradale lo studente di medicina Hiroshi ha perso la memoria, mentre la sua compagna Ryôko è rimasta uccisa.

Per tentare di ritornare alla normalità, riprende i suoi studi. Durante il corso di anatomia, sezionare un cadavere sembra risvegliare ricordi, più o meno reali, finché capisce che il corpo su cui sta facendo pratica è proprio quello di Ryôko. L'incredibile scoperta non solo non lo ferma, ma lo spinge a continuare la dissezione e lo studio di quel corpo con ossessione crescente, come fosse in cerca dell'essenza (anima?) della persona che era stata. Mentre la fa rivivere nella propria mente, in un luogo immaginario nel quale vorrebbe perdersi con lei, nella realtà si fa coinvolgere in violenti amplessi dalla compagna di corso Ikumi (Kiki), dedita all'asfissia erotica.

Alla fine riuscirà a "lasciar andare" Ryôko, elaborare il lutto e ritrovare se stesso.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema