Visage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il quadro di Picasso, vedi Visage (Picasso).
Visage
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Synth pop
Post-punk
New wave
New romantic
Periodo di attività 1978- 1984
2004 -in attività
Album pubblicati 6
Studio 3
Live 0
Raccolte 3
Sito web

I Visage sono un gruppo musicale Synthpop/New wave formatosi nel 1978 a Londra, Regno Unito che divenne strettamente collegata al movimento New romantic nascente dei primi anni 1980.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo era composto tra gli altri, da Billy Currie, Midge Ure e dal frontman, Steve Strange. Currie e Ure sono stati anche membri degli Ultravox. Tra il 1980 e il 1984 pubblicarono tre album Visage (1980), The Anvil (1982) e Beat Boy (1984).

Il primo album fu sicuramente quello di maggior successo, grazie al singolo Fade to grey (che è ancora oggi una canzone simbolo del movimento "New Romantic"), ma anche grazie ai singoli Tar e Mind of a toy.

Nel secondo album le "vocazioni disco" vennero amplificate senza perdere le velleità neo-futuristiche che avevano sempre caratterizzato il gruppo, e nonostante contenesse i singoli Damned don't cry e Night train, le vendite iniziarono a diminuire.

Il loro terzo ed ultimo album fu un totale flop che spinse i membri del gruppo a dedicare il proprio tempo ad altri progetti. Ciò segnò anche la fine della carriera dello strano personaggio di Steve Strange (vero nome Steve Harrington), che in seguito ha fatto parlare molto poco di sé, anche se ha cercato di riformare il gruppo di recente.

Attualità[modifica | modifica wikitesto]

Un nuovo gruppo, sempre denominato Visage e capeggiato ancora da Steve Strange (unico membro rimasto della formazione originale), si è formato nel 2004.

Nel 2008, Strange (e il secondo tastierista dei Visage, Sandrine Gouriou) hanno fatto un'apparizione nella serie drammatica della BBC Ashes to Ashes, ambientata nel 1981. Nell'episodio, si sono esibiti nella versione originale di "Fade to Grey", in una scena ambientata nella discoteca "Blitz", dove abitualmente il gruppo si esibiva e il loro amico Boy George faceva il guardarobiere (anche lui presente nel telefilm).

Integranti[modifica | modifica wikitesto]

Membri Attuali[modifica | modifica wikitesto]

Formazione Originale[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizione
UK[1] AUT[2] SWE[3] USA[4]
1980 Visage 13 11 22 178
1982 The Anvil 6 33
1984 Beat Boy 79

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo[5] Posizione Album
UK[1] IRE[6] GER[7] SWI[8] AUT[2] NET[9] SWE[3]
1979 Tar Visage
1980 Fade to Grey 8 7 1 1 3 24 12
1981 Mind of a Toy 13 16 10 42
Visage 21 41
1982 The Damned Don't Cry 11 22 39 The Anvil
Night Train 12
Whispers [B]
Pleasure Boys [C] 44 Fade to Grey - The Singles Collection
Der Amboss [D]
1984 Love Glove 54 Beat Boy
Beat Boy
1993 Fade to Grey (Bassheads Mix) 39 Fade to Grey - The Best of Visage

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizione
UK[1] AUT SWE USA
1983 Fade to Grey - The Singles Collection 38
1993 Fade to Grey - The Best of Visage [A]
1998 Master Series
2001 The Damned Don't Cry
2010 The Face - The Very Best of Visage

Note Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • A^ Ripubblicazione di Fade to Grey - The Singles Collection con due tracce in aggiunta.
  • B^ Pubblicato solo in Giappone.
  • C^ Originariamente un singolo non per l'album, ma più tardi apparve su Fade to Grey - The Singles Collection.
  • D^ Versione in lingua tedesca di "The Anvil", creata come singolo su vinile 12" ma più tardi apparve su Fade to Grey - The Singles Collection (versione musicassetta) e sul CD dell'album Beat Boy .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Chart Stats
  2. ^ a b Austrian Charts
  3. ^ a b Swedish Charts
  4. ^ (EN) Visage in Allmusic, All Media Network.
  5. ^ Visage UK discography
  6. ^ The Irish Charts
  7. ^ Musicline
  8. ^ The Official Swiss Charts
  9. ^ Dutch Charts

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]