Viséano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Periodo Sottosistema/
Epoca
Piano Età
(Ma)
Permiano Cisuraliano Asseliano Più recente
Carbonifero Pennsylvaniano Gzheliano 299,0–303,9
Kasimoviano 303,9–306,5
Moscoviano 306,5–311,7
Bashkiriano 311,7–318,1
Mississippiano Serpukhoviano 318,1–328,3
Viséano 328,3–345,3
Tournaisiano 345,3–359,2
Devoniano Superiore Famenniano Più antico
Suddivisione del sistema del Carbonifero secondo la Commissione internazionale di stratigrafia (ICS).[1]

Nella scala dei tempi geologici il Viseano, detto anche Viséano o Visiano, è il secondo dei tre piani o stadi stratigrafici in cui viene suddiviso il Mississippiano, che a sua volta è il primo dei due sotto-periodi che compongono il periodo Carbonifero.

Il Viseano è compreso tra 345,3 ± 2,1 e 328,3 ± 1,6 milioni di anni fa (Ma).[1] È preceduto dal Tournaisiano e seguito dal Serpukhoviano.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Lo stadio Viseano fu introdotto nel 1832 dal geologo belga André Dumont,[2] il quale lo derivò dal nome della città di Visé nella provincia di Liegi, in Belgio.

Prima di essere usato come uno stadio internazionale, il Viseano faceva parte della scala dei tempi geologici regionale dell'Europa (occidentale), dove segue lo stadio Tournaisiano ed è seguito da quello Namuriano. Nella scala regionale nordamericana, lo stadio Viseano si correla con l'Osageano superiore, il Merameciano e gli stadi inferiori del Chesteriano. Nella scala del tempo regionale cinese, viene a correlarsi con le serie inferiori e intermedie del Tatangiano. [3]

Definizioni stratigrafiche e GSSP[modifica | modifica sorgente]

La base dello stadio Viseano è definita dalla prima comparsa negli orizzonti stratigrafici dei foraminiferi bentonici della specie Eoparastaffella simplex. Appena dieci centimetri al di sopra di questo limite fanno la loro comparsa anche i conodonti Gnathodus homopunctatus.

Il limite superiore, nonché base del successivo Serpukhoviano, è dato dalla prima comparsa della specie conodontica Lochriea ziegleri, alla base della biozona della goniatite Cravenoceras leion.

GSSP[modifica | modifica sorgente]

Il GSSP,[4] il profilo stratigrafico di riferimento della Commissione Internazionale di Stratigrafia, è stato identificato nel 2008 alla base dello strato 83, nella Formazione Luzhai, vicino a Penchong, nella provincia cinese del Guanxi.[5]
Una precedente proposta per una sezione della strada al di sotto del castello di Dinant, in Belgio, si è mostrata carente per la correlazione stratigrafica. [3]

Biostratigrafia[modifica | modifica sorgente]

Il Viseano contiene quattro biozone di conodonti:

  • Zona della Lochriea nodosa
  • Zona della Lochriea mononodosa
  • Zona del Gnathodus bilineatus
  • Zona del Gnathodus texanus

Nella stratigrafia britannica, il Viseano viene suddiviso in cinque sottostadi. Questi sono dall'antico al recente: Chadiano (la parte più arcaica di questo sottostadio cadde nel Tournaisiano), Arundiano, Holkeriano, Asbiano e Brigantiano. [6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b http://www.stratigraphy.org/ics%20chart/09_2010/StratChart2010.jpg
  2. ^ André Hubert Dumont; 1832: Mémoire sur la constitution géologique de la province de Liège, Mémoires couronnés par l'Académie Royale des Sciences et Belles-Lettres de Bruxelles 8(3), VII.
  3. ^ a b Menning, M.; Alekseev, A.S.; Chuvashov, B.I.; Davydov, V.I.; Devuyst, F.-X.; Forke, H.C.; Grunt, T.A.; Hance, L.; Heckel, P.H.; Izokh, N.G.; Jin, Y.-G.; Jones, P.J.; Kotlyar, G.V.; Kozur, H.W.; Nemyrovska, T.I.; Schneider, J.W.; Wang, X.-D.; Weddige, K.; Weyer, D. & Work, D.M.; 2006: Global time scale and regional stratigraphic reference scales of Central and West Europe, East Europe, Tethys, South China, and North America as used in the Devonian–Carboniferous–Permian Correlation Chart 2003 (DCP 2003), Palaeogeography, Palaeoclimatology, Palaeoecology 240(1-2): pp 318-372.
  4. ^ Global Boundary Stratotype Section and Point (GSSP) of the International Commission of Stratigraphy, Status on 2010.
  5. ^ Devuyst, F.X.; Hance, L.; Hou, H.-F.; Wu, X.; Tian, S.; Coen, M. & Sevastopulo, G. 2003: A proposed Global Stratotype Section and Point for the base of the Visean Stage (Carboniferous): the Pengchong section, Guangxi, South China, Episodes 26(2), pp 105–115.
  6. ^ Heckel & Clayton (2006)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Devuyst, F.X.; Hance, L.; Hou, H.-F.; Wu, X.; Tian, S.; Coen, M. & Sevastopulo, G. 2003: A proposed Global Stratotype Section and Point for the base of the Visean Stage (Carboniferous): the Pengchong section, Guangxi, South China, Episodes 26(2), pp 105–115.
  • (FR) André Hubert Dumont; 1832: Mémoire sur la constitution géologique de la province de Liège, Mémoires couronnés par l'Académie Royale des Sciences et Belles-Lettres de Bruxelles 8(3), VII.
  • Gradstein, F.M.; Ogg, J.G. & Smith, A.G.; 2004: A Geologic Time Scale 2004, Cambridge University Press.
  • (EN) Heckel, P.H. & Clayton, G.; 2006: The Carboniferous system, use of the new official names for the subsystems, series and stages, Geologica Acta 4(3), pp 403-407.
  • (EN) Menning, M.; Alekseev, A.S.; Chuvashov, B.I.; Davydov, V.I.; Devuyst, F.-X.; Forke, H.C.; Grunt, T.A.; Hance, L.; Heckel, P.H.; Izokh, N.G.; Jin, Y.-G.; Jones, P.J.; Kotlyar, G.V.; Kozur, H.W.; Nemyrovska, T.I.; Schneider, J.W.; Wang, X.-D.; Weddige, K.; Weyer, D. & Work, D.M.; 2006: Global time scale and regional stratigraphic reference scales of Central and West Europe, East Europe, Tethys, South China, and North America as used in the Devonian–Carboniferous–Permian Correlation Chart 2003 (DCP 2003), Palaeogeography, Palaeoclimatology, Palaeoecology 240(1-2): pp 318-372.
  • (EN) Nemyrovska, T.I.; 2005: Late Visean/early Serpukhovian conodont succession from the Triollo section, Palencia (Cantabrian Mountains, Spain), Scr. Geol. 129, pp 13-89.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]