Virtual Insanity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Virtual Insanity
JamiroquaiVirtualInsanityVideo.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Jamiroquai
Tipo album Singolo
Pubblicazione 21 agosto 1996
Durata 5 min : 40 s
Album di provenienza Travelling Without Moving
Genere Pop
Disco
Funk
Etichetta Sony Records
Produttore Jamiroquai, Al Stone
Registrazione 1996
Formati CD
Jamiroquai - cronologia
Singolo precedente
Do You Know Where You're Coming From
(1996)
Singolo successivo
(1996)

"Virtual Insanity" è un singolo del gruppo inglese Jamiroquai, estratto dall'album del 1996 Travelling Without Moving. La canzone ha ottenuto un notevole successo in tutta Europa fra il 1996 ed il 1997, raggiungendo la terza posizione in Inghilterra e la prima in Italia

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il video di "Virtual Insanity" è sicuramente uno dei videoclip di musica pop più conosciuti, oltre che sicuramente quello di maggior successo dei Jamiroquai. Nel settembre 1997 ebbe dieci nomination agli MTV Video Music Awards, di cui ne vinse quattro, incluso quello più prestigioso ("video dell'anno"). Nel 2006 è stato posizionato al nono posto dagli spettatori di MTV in un sondaggio per scegliere il video più "trasgressivo" della storia.

Il video, diretto da Jonathan Glazer consiste principalmente di una inquadratura fissa su Jay Kay che esegue il brano e danza in una stanza semi vuota, dal soffitto grigio e dall'atmosfera asettica. Nel corso del video due divani di colore nero, unico arredamento della stanza, si muovono spontaneamente nella stanza. Di tanto in tanto sullo schermo passano scarafaggi o un corvo, mentre alla fine del video del sangue fuoriesce da sotto i divani.

Il video ebbe molti consensi per i suoi effetti speciali: il pavimento infatti sembra muoversi mentre il resto della stanza è fisso, permettendo a Kay di eseguire passi e movimenti normalmente impossibili.

Nel 1997, Chris Rock ha realizzato una parodia del video, utilizzata per pubblicizzare gli MTV Video Music Awards del 1997.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Vinile 7"
A1 Virtual Insanity (Single Edit) (4.04)
B1 Virtual Insanity (Unreality Mix) (3.54)
Vinile 12"
A1 Virtual Insanity (Single Edit) (4:04)
A2 Do You Know Where You're Coming From (Original Mix) (4:59)
B1 Bullet (4:19)
B2 Virtual Insanity (Album Version) (5:40)
CD Maxi 1
  1. Virtual Insanity (4:04)
  2. Do You Know Where You're Coming From (Original Mix) (4:59)
  3. Bullet (4:19)
  4. Virtual Insanity (Album Version) (5:40)
CD Maxi 2
  1. Virtual Insanity (4:07)
  2. Space Cowboy (Classic Radio) (4:03)
  3. Emergency On Planet Earth (London Rican Remix) (7:14)
  4. Do You Know Where You're Coming From (4:59)
CD Single
  1. Virtual Insanity (Radio Edit) (3:46)
CD Remix
  1. Virtual Insanity (Single Edit) (4:07)
  2. Virtual Insanity (Unreality Mix) (3:56)
  3. High Times (Sanchez Radio Edit) (3:53)
  4. Space Cowboy (Classic Club) (7:52)
  5. Alright (Tee's In The House Mix) (7:20)
  6. Cosmic Girl (Classic Mix) (9:23)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1996/1997) Posizione
più alta
Svizzera 19
Francia 16
Belgio 15
Svezia 32
Finlandia 7
Italia 1
Regno Unito 3
Stati Uniti 34

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

- Il liquido che ufficialmente dovrebbe essere sangue, in realtà è l'olio che lubrificava i pistoni dediti al movimento del pavimento; a seguito della rottura di alcuni di essi, l'olio fuoriuscì, creando l'effetto sangue (non voluto). Jason decise di lasciare la scena in quel modo, visto anche il suo comportamento impassibile e riuscendo a completare il video.

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica