Vincenzo Trantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vincenzo Trantino

Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri
Durata mandato 10 maggio 1994 –
17 gennaio 1995
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Carmelo Azzarà
Successore Valter Cardini
on. Vincenzo Trantino
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Licodia Eubea
Data nascita 20 settembre 1934
Titolo di studio Laurea Giurisprudenza
Professione avvocato penalista
Partito MSI - Alleanza Nazionale
Legislatura VI, VII, VIII, IX, X, XI, XII, XIII, XIV,
Gruppo MSI-DN - Alleanza Nazionale
Circoscrizione Sicilia-2
Incarichi parlamentari

Presidente Giunta della Elezioni - Presidente Commissione Telekom Serbia

Vincenzo Trantino detto "Enzo" (Licodia Eubea, 20 settembre 1934) è un politico e avvocato italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Avvocato penalista. In gioventù aveva militato nel Partito Nazionale Monarchico.

Nel 1972 è eletto per la prima per il MSI-DN alla Camera (VI legislatura). Sarà riconfermato ininterrottamente (dal 1994 con Alleanza Nazionale) fino al 2001, terminando l'impegno parlamentare nel 2006. Negli anni '90 fu presidente della Giunta per le elezioni della Camera. Nel 2006 non viene ricandidato e si ritira dalla politica, proseguendo l'avvocatura.

La commissione Telekom Serbia[modifica | modifica sorgente]

Fu eletto nel 2002 presidente della commissione parlamentare Telekom Serbia istituita dal Parlamento per fare luce sugli eventi che riguardano l'acquisto di azioni dell'azienda telefonica Telekom Serbia da parte di Telecom Italia. Secondo la ricostruzione basata sulle dichiarazioni del faccendiere svizzero Igor Marini, nel corso di tale compravendita sarebbero state pagate delle tangenti ad esponenti del centrosinistra, tra le quali una supposta tangente di 125 mila dollari versata a Romano Prodi e Lamberto Dini. Tali accuse si rivelarono infondate e le prove chiave prodotte a loro supporto si rivelarono dei falsi. La commissione non formulò alcuna accusa diretta e non presentò al Parlamento la relazione finale. Nel 2005 l'indagine della Procura di Torino aperta nel 2001 sui vertici di Telecom del 1997 venne archiviata.

Predecessore Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri Successore Emblem of Italy.svg
Carmelo Azzarà 10 maggio 1994 17 gennaio 1995 Valter Cardini
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie