Vincenzo Santoruvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Vincenzo Santoruvo
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club1
1993-1996 Molfetta Molfetta 23 (1)
1996-1997 Fidelis Andria Fidelis Andria 0 (0)
1997-1998 Rutigliano Rutigliano  ? (?)
1998-1999 Acireale Acireale 14 (0)
1999-2001 Fidelis Andria Fidelis Andria 29 (3)
2001-2004 Viterbese Viterbese 100 (19)
2004-2008 Bari Bari 142 (39)
2008-2013 Frosinone Frosinone 114 (30)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 giugno 2013

Vincenzo Santoruvo (Bitonto, 8 giugno 1978) è un calciatore italiano, attaccante svincolato.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera nel 1993 nel Molfetta in Serie C2 e successivamente in Serie D collezionando 23 presenze e un gol. Nel 1996 fu acquistato dalla Fidelis Andria in Serie C1. Nella stagione 1997/1998 viene girato in prestito in serie D al Rutigliano.

Quindi nel 1998 è dato in prestito all'Acireale in Serie C1 collezionando 14 presenze e nessun gol. Nel 1999 ritorna alla Fidelis Andria rimanendo fino al 2001 collezionando 29 presenze e 3 gol. A quel punto l'Andria lo cede alla Viterbese sempre in Serie C1 dove in 3 anni colleziona 100 presenze e 19 gol con la maglia gialloblù.

Nel 2004 viene acquistato dal Bari, e da prima punta segnando 39 reti in 142 incontri. Con l'arrivo di Antonio Conte termina la sua parentesi barese, in quanto dopo dissidi con l'allenatore viene messo fuori rosa[1].

Viene acquistato dal Frosinone per la stagione 2008-2009[2]. Con la maglia canarina, nel suo primo anno, colleziona 17 presenze mettendo a segno due marcature (contro Parma e Livorno). La sua stagione è condizionata da un infortunio ad un ginocchio, maturato durante una sfida di campionato contro il Modena.[senza fonte] Nella stagione successiva giunge in doppia cifra contribuendo alla salvezza frusinate, segnando anche un gol contro il Grosseto[3]. Il 28 giugno 2013 rescinde con la squadra gialloazzurra[4].

Calcioscommesse[modifica | modifica sorgente]

In seguito allo scandalo del calcioscommesse, l'8 maggio 2012 viene deferito dalla Procura federale della FIGC.[5]

Il 1º giugno il procuratore federale Stefano Palazzi richiede per lui tre anni di squalifica.[6] Il 18 giugno in primo grado la Commissione Disciplinare della FIGC lo condanna a una squalifica di 6 giornate effettive di gara da scontarsi nella stagione agonistica 2012/2013 per violazione dell’art. 1, comma 1, CGS, così qualificati i fatti a lui addebitati in relazione alla gara Frosinone-Grosseto del 15 maggio 2010.[7]

Ag agosto viene iscritto, insieme ad altri suoi ex compagni del Bari, nel registro degli indagati dalla Procura di Bari per frode sportiva in riguardo ad alcune partite del Bari truccate in passato.[8]

Il 16 luglio 2013, il calciatore viene condannato in primo grado dalla Commissione Disciplinare Nazionale della FIGC a 3 anni e 6 mesi di squalifica, confermati, poi, anche in appello.[9][10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Santoruvo: "Se il Bari non mi vuole più, me ne vado"
  2. ^ UFFICIALE: Santoruvo al Frosinone
  3. ^ Frosinone - Grosseto 1-0, Corriere dello Sport - Stadio.
  4. ^ UFFICIALE: Frosinone, rescinde Santoruvo, mondopallone.it, 28 giugno 2013.
  5. ^ Atto di deferimento della Procura federale Figc.it (PDF)
  6. ^ Palazzi chiede -6 per il Novara sportmediaset.mediaset.it
  7. ^ SCOMMESSE: IL PESCARA PARTE DA -2 sportmediaset.mediaset.it
  8. ^ Calcioscommesse, sei interrogati ma nessuno risponde agli investigatori, repubblica.it, 18 agosto 2012.
  9. ^ Calcioscommesse, Gillet squalificato 3 anni e 7 mesi. Sanzioni per venti giocatori - La Gazzetta dello Sport
  10. ^ Calcioscommesse, processo Bari-bis: confermata la pena per Gillet - La Gazzetta dello Sport

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]