Vincenzo Gallina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vincenzo Gallina (Ravenna, 1795Aleppo, 1842) è stato un patriota italiano. Avvocato liberale [1] o negoziante[2], appartenente alla Carboneria [3], parte del Consiglio Supremo Carbonico nelle Romagne [4]. Successivamente fu esiliato e si trasferì in Grecia con Conte Pietro Gamba e Lord Byron durante la guerra d'indipendenza del 1821. [5].
Collaborò con Alexandros Mavrokordatos e Theodoros Negri alla stesura della prima costituzione greca, denominata "Costituzione provvisoria della Grecia", che fu approvata il 1º gennaio 1822 dalla Prima Assemblea Nazionale di Epidauro[6][7].

In seguito si recò in Egitto e, infine, in Siria, dove morì nel capitale Aleppo nel 1842 all'età di 47 anni[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Towards Modern Greek Consciousness, Loukia Droulia, The Historical Review/La Revue Historique, Vol 1 (2004)
  2. ^ Francesco Gigliucci, Memorie della rivoluzione romana , Τόμος 1, Tip. di A. Checchi, 1851, pp. 243. URL consultato il 2 aprile 2011.
  3. ^ a b Via Vincenzo Gallina Odonomastica del Comune di Ravenna
  4. ^ Carte segrete e atti ufficiali della polizia austriaca in Italia dal 4 giugno 1814 al 22 marzo 1848 , Τόμος 2, Capolago, tip. Elvetica, 1851, pp. 12. URL consultato il 2 aprile 2011.
  5. ^ Vincenzo Gallina
  6. ^ Some notes on Jeremy Bentham's involvement in Greek legal affairs in the early years of the formation of the Greek State (1821-1824), note: Ιστορία του Ελληνικού Έθνους, Η Ελληνική Επανάσταση και η ίδρυση του Ελληνικού Κράτους (1821-1832) vol 12, Athens 1975, p. 212
  7. ^ The Greek struggle for independence, 1821-1833, Douglas Dakin, University of California Press, 1973, ISBN 0-520-02342-0, 9780520023420
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie