Vincenzo Camporini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vincenzo Camporini
Vincenzo Camporini.JPG
21 giugno 1946
Nato a Como
Dati militari
Paese servito Italia Italia
Forza armata Aeronautica Militare
Anni di servizio 1965 - 2011
Grado IT-Airforce-OF-10.png Generale
Comandante di
Studi militari

fonte: Ministero della Difesa[1]

voci di militari presenti su Wikipedia

Vincenzo Camporini (Como, 21 giugno 1946) è un generale dell'Aeronautica Militare italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Arruolatosi in aeronautica nel 1965[1], frequenta fino al 1969 l'Accademia Aeronautica con il corso Drago III, laureandosi in Scienze Aeronautiche presso l'Università degli studi di Napoli Federico II. Nel 2004 si è laureato in Scienze internazionali e diplomatiche presso l'Università degli studi di Trieste. Sottocapo di stato maggiore della difesa dall'aprile 2001 al febbraio 2004, a marzo dello stesso anno assume l'incarico di presidente del Centro alti studi per la difesa (CASD).

Dal settembre 2006 e fino al 30 gennaio 2008 è stato capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare per poi ricoprire, dal 12 febbraio 2008[2] fino al 17 gennaio 2011, l'incarico di capo di stato maggiore della difesa, sostituito dal generale Biagio Abrate[3]. Fino al novembre 2011 è stato consulente del ministro per gli affari esteri Franco Frattini mentre attualmente è stato eletto vicepresidente dell'Istituto Affari Internazionali. È membro della Fondazione Italia USA.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Grande ufficiale dell'Ordine militare d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine militare d'Italia
«Capo di stato maggiore della Difesa dirigeva, nell'arco dei trentacinque mesi durante i quali è stato "Comandante Operativo", un ingente complesso di mezzi terrestri, navali ed aerei e di ben quarantamila uomini e donne che nel tempo si sono alternati in numerosi impegni operativi all'estero, tra i quali particolarmente significativi sono stati le operazioni condotte in Afghanistan, Libano, Kosovo, nel Mediterraneo ed al largo del Corno d'Africa, assicurando con grande perizia la piena riuscita delle varie missioni tutte caratterizzate da severe situazioni operative e logistiche. L'esemplare professionalità e l'altissimo impegno profuso nella sua sempre accorta e lungimirante azione di comando, nonché la lucida capacità diplomatica, sono stati determinanti nell'ambito nazionale e delle alleanze. Esemplare e prestigiosa figura di comandante operava con valore professionale contribuendo a mantenere ai massimi livelli il prestigio delle Forze Armate italiane e della nazione in ambito internazionale. Roma, 12 febbraio 2008 - 18 gennaio 2011.»
— 18 ottobre 2011[4]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 9 novembre 2006[5]
Medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
Medaglia d'oro al merito di lungo comando - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito di lungo comando
Medaglia militare aeronautica per lunga navigazione aerea (20 anni) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia militare aeronautica per lunga navigazione aerea (20 anni)
Croce d'oro per anzianità di servizio militare per ufficiali - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'oro per anzianità di servizio militare per ufficiali
Commendatore dell'Ordine nazionale al merito - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine nazionale al merito
Medaglia Santos Dumont - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Santos Dumont
Cavaliere di gran croce di merito del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce di merito del Sacro militare ordine costantiniano di San Giorgio
— Roma, 4 dicembre 2009[6]
Decorazione d'onore interforze dello stato maggiore difesa - nastrino per uniforme ordinaria Decorazione d'onore interforze dello stato maggiore difesa
Distintivo di merito per ufficiale che ha conseguito un master - nastrino per uniforme ordinaria Distintivo di merito per ufficiale che ha conseguito un master

Membro della Royal Aeronautical Society, il generale Camporini è stato inoltre decorato con il distintivo di ferito in servizio e con il "Paul Tissandier Diploma, rilasciato dalla Fédération Aéronautique Internationale[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ministero della Difesa, Generale Vincenzo Camporini. URL consultato il 27 febbraio 2013.
  2. ^ D.P.R. 29 novembre 2007.
  3. ^ Ministero della Difesa, Il Generale Abrate riceve il testimone dal Generale Camporini, 18 gennaio 2011. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  6. ^ Ministero della Difesa, Conferimento del Cavalierato di Gran Croce di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio, 4 dicembre 2009. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  7. ^ Fédération Aéronautique Internationale, FAI Awards received by Br.Gen. Vincenzo CAMPORINI (Italy). URL consultato il 19 gennaio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Capo di stato maggiore della difesa Successore Bandera Capo Stato Maggiore Difesa ITA.png
Giampaolo Di Paola dal 12 febbraio 2008 al 17 gennaio 2011 Biagio Abrate