Villacidro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Villacidro
comune
Villacidro – Stemma Villacidro – Bandiera
Villacidro – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Medio Campidano
Amministrazione
Sindaco Teresa Maria Pani (PD-SEL) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 39°27′00″N 8°44′00″E / 39.45°N 8.733333°E39.45; 8.733333 (Villacidro)Coordinate: 39°27′00″N 8°44′00″E / 39.45°N 8.733333°E39.45; 8.733333 (Villacidro)
Altitudine 267 m s.l.m.
Superficie 183,55 km²
Abitanti 14 454[1] (31-12-2010)
Densità 78,75 ab./km²
Comuni confinanti Domusnovas (CI), Gonnosfanadiga, Iglesias (CI), San Gavino Monreale, Sanluri, Serramanna, Vallermosa (CA), Villasor (CA)
Altre informazioni
Cod. postale 09039
Prefisso 070
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 106025
Cod. catastale L924
Targa VS
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti villacidresi
Patrono santa Barbara
Giorno festivo 4 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villacidro
Posizione del comune di Villacidro all'interno della provincia del Medio Campidano
Posizione del comune di Villacidro all'interno della provincia del Medio Campidano
Sito istituzionale
« Dense di celidonie e di spineti / le rocce mi si drizzano davanti / come uno strano popolo d'atleti / pietrificato per virtù d'incanti... »
(Gabriele D'Annunzio, 1882)

Villacidro (Biddacidru[2] o Bidda de Cidru in sardo) è un comune italiano di 14.454 abitanti[1], capoluogo (con Sanluri) della provincia del Medio Campidano in Sardegna. Costituisce il centro più popoloso della provincia.

La città di Villacidro rappresenta uno degli esempi più significativi di adattamento di un abitato alla morfologia dei luoghi. Il centro di antica formazione è posto alla bocca della valle di Castangias e costituisce la parte più alta del centro urbano. La parte della città sviluppatasi successivamente si è disposta lungo la conoide di deiezione assumendo la stessa disposizione dei depositi detritici.

Villacidro, dal 1807 al 1821, fu sede di una delle 15 prefetture istituite in Sardegna dal governo Sabaudo.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

Villacidro e la stregoneria[modifica | modifica sorgente]

Villacidro è conosciuto anche per esser considerato tradizionalmente il paese delle streghe[4].

Economia[modifica | modifica sorgente]

Miniere[modifica | modifica sorgente]

Nel territorio comunale di Villacidro è presente la miniera dismessa di Canale Serci.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

La cascata Sa Spendula, composta da tre salti, è formata dal torrente Coxinas, che prende poi il nome di Rio Seddanus. È una meta frequentata nel periodo estivo in quanto poco distante dal centro abitato. Il sito fu elogiato in una poesia di Gabriele D'Annunzio durante una permanenza nel paese.

Più all'interno, fra i rilievi compresi fra l'altopiano di Oridda e il Monte Linas, sono presenti altre tre cascate, quella del Rio Linas, quella di Piscin'Irgas e quella di Muru Mannu, ubicate in un'area di interesse naturalistico nota come Monti Mannu. La cascata di Muru Mannu, notoriamente associata al territorio di Villacidro, è in realtà ubicata in territorio comunale di Gonnosfanadiga appena oltre il confine con quello di Villacidro. All'interno di tali monti abbiamo il Monte Margiani.

Nel centro abitato sorge la chiesa di Santa Barbara.

Il Lavatoio Pubblico, in stile Liberty fu inaugurato nel 1893. L'opera, progettata dall’ingegnere Enrico Pani, presenta caratteristiche strutturali riscontrabili in pochissime altre strutture in Sardegna, tra queste il mercato vecchio di Cagliari demolito negli anni '50 del XX secolo[5]. È costituito da una grande copertura in lamiera sorretta da 22 colonne in ghisa; sotto questa copertura si trovano 36 vasche rivestite in trachite, con capacità, ciascuna, di un quarto di metro cubo. Nel prospetto principale è presente una fontana artistica abbellita da alcune sculture marmoree tra cui due sirene, un leone e una leonessa, andati trafugati nel periodo post-bellico, e alcuni volti d’angelo.

La cascata Sa Spendula dopo le prime piogge autunnali.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra più importante di Villacidro era la Società Sportiva Villacidrese, arrivata a militare in Lega Pro Seconda Divisione, quarta categoria del campionato italiano di calcio, prima di dover ripartire nella stagione 2011/2012 dal girone G campidanese di Terza Categoria a causa di problemi finanziari. La prima squadra calcistica del comune da allora è la S.S. Riunite Villacidro, militante in Eccellenza. Nel 2012 anche questa fallì, lasciando a Villacidro una sola squadra: la Villacidrese.

Personalità sportive legate a Villacidro[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Toponimo ufficiale in lingua sarda ai sensi dell'articolo 10 della Legge n. 482 del 15.12.1999, adottato con Delibera di Consiglio Comunale n. 41 del 28.09.2010 [1]
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Villacidro paese di streghe?. URL consultato il 07-10-2008.
  5. ^ Le città: paesi e città della Sardegna vol. II a cura di Gianni Mura, Antonello Sanna Sassari: Banco di Sardegna S.p.A., 1999Cagliari, CUEC

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna