Villa Santa Lucia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Villa Santa Lucia
comune
Villa Santa Lucia – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Frosinone-Stemma.png Frosinone
Amministrazione
Sindaco Antonio Iannarelli (PdL) dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 41°31′00″N 13°46′00″E / 41.516667°N 13.766667°E41.516667; 13.766667 (Villa Santa Lucia)Coordinate: 41°31′00″N 13°46′00″E / 41.516667°N 13.766667°E41.516667; 13.766667 (Villa Santa Lucia)
Altitudine 393 m s.l.m.
Superficie 18,15 km²
Abitanti 2 696[1] (31-12-2010)
Densità 148,54 ab./km²
Frazioni Villa Capoluogo, Pittoni, Piumarola
Comuni confinanti Cassino, Piedimonte San Germano, Pignataro Interamna, Terelle
Altre informazioni
Cod. postale 03030
Prefisso 0776
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 060089
Cod. catastale L905
Targa FR
Cl. sismica zona 2A (sismicità media)
Nome abitanti villesi
Patrono santa Lucia
Giorno festivo 13 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villa Santa Lucia
Posizione del comune di Villa Santa Lucia nella provincia di Frosinone
Posizione del comune di Villa Santa Lucia nella provincia di Frosinone
Sito istituzionale

Villa Santa Lucia è un comune italiano di 2.696 abitanti della provincia di Frosinone situato nel Lazio meridionale, ai piedi di Monte Cairo, sul versante ovest di Montecassino.

Terra di Santa Scolastica da Norcia. Contesa nel medioevo, dall'abbazia Benedettina e i Conti di Aquino.

Appartenente al territorio della diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo, pur essendo a confine con quella di Montecassino.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Clima[modifica | modifica sorgente]

Classificazione climatica: zona D, 1726 GR/G

Storia[modifica | modifica sorgente]

Reperti dell'età paleolitica e neolitica sono stati scoperti in località Santa Scolastica (così chiamata perché luogo di annuali convegni fra la santa ed il fratello San Benedetto, e teatro, il 6 febbraio 547, del miracolo detto "della pioggia", di cui si ha menzione da San Gregorio Magno) e di epoca romana, rinvenuti nelle frazioni dei: Pittoni e Piumarola.

Chiamata anticamente Villa di Piedimonte (Villa Pedemontis), se ne hanno tracce documentali a partire dal 1052, quando è registrata come facente parte del territorio di Aquino; in seguito passò a quello di Montecassino. Il territorio è ricco di testimonianze dell'età del monachesimo abbaziale.

Gravemente danneggiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, il paese è oggi un centro agricolo e industriale ed ospita: la Chiesa Benedettina del Colloquio (risalente al VI sec.), il Santuario Francescano della Madonna delle Grazie (XVI sec.), il Cimitero Napoleonico (tardo XIX sec.), la Chiesa Parrocchiale di S. Lucia V. M. (XVIII sec. ma risalente al XVI sec.), i resti del castello di Piumarola e quelli del castello di Sant'Angelo in Fortunula, la chiesa diroccata di San Nicola della cicogna, questi ultimi e due eremi Benedettini.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«Comune situato in posizione strategica per l’esercito tedesco impegnato a bloccare l’avanzata alleata, subiva, nel corso dell’ultimo conflitto mondiale, violentissimi ed indiscriminati bombardamenti, che causavano la morte di numerosi civili e la totale distruzione dell’abitato. I cittadini superstiti affrontavano con dignità le più dure sofferenze e intraprendevano con fierezza la difficile opera di ricostruzione.»
— Villa S. Lucia (FR), luglio 1943 - giugno 1944

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

Villa Santa Lucia è servita dalla Stazione di Piedimonte-Villa Santa Lucia-Aquino a circa 4.8 km ed è a circa 8.7 km da quella di Cassino.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Frosinone, Villa Santa Lucia passò dalla provincia di Caserta (Terra di Lavoro) a quella di Frosinone (Ciociaria).

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

  • Insieme ai comuni di Piedimonte San Germano, Colle San Magno,Roccasecca e Aquino appartiene a "Unione Cinque Città" (www.unionecinquecitta.it)
  • Fa parte della Comunità montana Valle del Liri.
  • Fa parte del GAL-Versante Laziale del P.N.A. (www.galverla.eu)
  • Fa parte dell'associazione Ser.A.F. : Servizi Associati dei Comuni del Frusinate (www.associazioneseraf.it)
  • Fa parte del Co.S.I.La.M. : Consorzio per lo Sviluppo industriale del Lazio Meridionale (www.cosilam.it)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]