Vie di Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Firenze.

Numeri blu e rossi a Firenze.
Via Roma
Viale Spartaco Lavagnini
Viale Filippo Strozzi
Via de' Calzaiuoli
Angolo Via degli Speziali-Via de'Cerretani
Via degli Speziali
Via degli Avelli
Via de'Tornabuoni
Via de'Cerretani
Via de'Tosinghi
Via de'Pecori
Via de'Martelli
Via Cavour
Via Nazionale
Viale Matteotti
Viale dei Colli nell'800
Via della Vigna Nuova
Via Panzani
Viale Guidoni
Via Por Santa Maria
Via dello Statuto
Via dei Servi
Via della Scala
Via dell'Ariento con il Mercato di San Lorenzo
Borgo Albizi
Borgo Ognissanti
Borgo San Jacopo
Via Maggio
Via Ricasoli
Via degli Speziali verso Piazza della Repubblica
Via del Traditore
Lungarno Vespucci
Lungarno degli Acciaiuoli
Lungarno Corsini
Lungarno Diaz
Lungarno delle Grazie
Lungarno Soderini

Nella città di Firenze la numerazione stradale segue un particolare sistema con numeri rossi e blu: i numeri rossi vengono assegnati alle attività commerciali, quelli blu agli edifici residenziali. Succede così che nella stessa via esistano due numeri uguali corrispondenti a edifici diversi, ma uno contrassegnato con il blu e uno con il rosso. Le due numerazioni quindi non procedono di pari passo e talvolta possono essere anche molto distanti. Per convenzione, la numerazione delle strade inizia dal lato della strada più vicino al fiume Arno; per le vie parallele al fiume inizia "a monte", cioè da est.

Vie e viali principali[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle principali strade di Firenze:

A[modifica | modifica sorgente]

B[modifica | modifica sorgente]

  • Via di Brozzi
    È la strada che attraversa l'omonimo sobborgo ad ovest di Firenze. La via si caratterizza per la presenza delle numerose corti, piazzali interni condivisi da numerose abitazioni a cui si accede spesso da passaggi angusti. Nel tratto attiguo alla Piazza I Maggio si nota l'ex Municipio; sono presenti inoltre un Torrione del XIII secolo, già facente parte del Palazzo Orsini Baroni, già Strozzi, riconoscibile per lo stemma mediceo sulla facciata, e l'Oratorio della Madonna del Pozzo (secolo XVII), che conserva una Madonna del XV secolo staccata da un tabernacolo vicino a un pozzo in paese e reputata "miracolosa" dalla tradizione popolare.

C[modifica | modifica sorgente]

  • Via Calimala
    È posta tra via Por Santa Maria e piazza della Repubblica, ed è sempre stata trafficata e luogo ideale per il commercio. In particolare qui aveva le sue botteghe l'Arte di Calimala, che ne prese il nome, la corporazione che importava e lavorava le materie prime come la lana grezza dall'Inghilterra e dalla Francia. Vi si affacciano il palazzo Rossi Canevari, il palazzo Paoletti, il palazzo dell'Arte della Lana, il Banco di Sicilia. La strada è ancora oggi fitta di negozi ed una particolarità sono i riquadri per i madonnari, opere estemporanee realizzate coi gessetti sul selciato: l'attività è oculatamente controllata dal Comune fiorentino.

E[modifica | modifica sorgente]

  • Via Vittorio Emanuele II
    Dedita a primo regante Savoia è una strada lunga circa 2 km che collega la zona del Ponte Rosso con quella di Rifredi attraversando il quartiere di Montughi.
  • Viale Etruria
  • Viale Europa

F[modifica | modifica sorgente]

G[modifica | modifica sorgente]

L[modifica | modifica sorgente]

  • Via Luigi Lanzi
    È compresa fra via Vittorio Emanuele II e il viale dei Cadorna, ed in questa via si trova l'Istituto delle Suore Francescane.
  • Via dei Lavatoi
    Questa via va da via Giuseppe Verdi a via Isola delle Stinche, e ha questo nome dal 1428 quando vi furono fatte costruire dall'Arte della Lana alcune vasche per lavarvi stoffe di lana greggia.

M[modifica | modifica sorgente]

N[modifica | modifica sorgente]

O[modifica | modifica sorgente]

P[modifica | modifica sorgente]

  • Via del Ponte alle Mosse
    Si trova nella periferia ovest, dal piazzale di Porta al Prato a piazza Puccini. La strada deve il proprio nome al ponte sul Mugnone, presso piazza Puccini, da dove prendeva anticamente "le mosse" (cioè partiva) la corsa dei barberi, un palio a cavallo molto antico, disputatosi fino al XIX secolo. La partenza del palio venne comunque spostata in seguito al piazzale di Porta al Prato e la via prese il nome attuale solo nel 1871. Fino ad allora si era chiamata più semplicemente via Pistoiese.

R[modifica | modifica sorgente]

  • Via Roma
    È una mondana via del centro storico dalla vocazione prettamente commerciale, con numerosi negozi che vi si affacciano, lo storico Caffè Gilli e molte attività site in eleganti palazzi ottocenteschi, e si snoda da piazza San Giovanni fino a confluire in piazza della Repubblica.
  • Viale A. Righi
    È una strada alberata, sotto le pendici di Fiesole, che congiunge Via Lungo l'Affrico (all'altezza del Salviatino) con Piazza Edison. Sulla facciata di una casa frontista, è posta una meridiana di epoca romana.

S[modifica | modifica sorgente]

  • Via Sant'Antonino
    Anticamente chiamata via dell'Amore' le cui vicende hanno ispirato La Mandragola di Niccolò Machiavelli, è una via del centro che va da piazza dell'Unità italiana a piazza del Mercato Centrale. Si affacciano su questa strada il Palazzo dei Cartelloni e l'oratorio di San Giuseppe. La via è ricca di tabernacoli, a partire dall'angolo con piazza dell'Unità, dove si trova una edicola sulla cantonata con una Madonna col Bambino in stile robbiano, simile a quello che si trova subito dopo l'angolo in via dell'Amorino. Sul lato dell'Hotel Majestic, costruzione moderna, è situato un altro antico tabernacolo con un affresco mariano trecentesco, ridipinto nel Settecento. Il tabernacolo più notevole si trova comunque subito dopo via guelfa, dedicato alla "Vergine Annunciata", come si legge nel cartiglio. Opera di un pittore fiorentino del Trecento, è inserito in una cornice in pietra serena e decorazione a stucco con angeli in rilievo.

T[modifica | modifica sorgente]

  • Via de' Tosinghi
    Si trova tra via de' Calzaiuoli e via dei Brunelleschi, ed è contornata da palazzi tutti sorti dopo il XIX secolo ed ha una vocazione prettamente commerciale, con numerosi negozi che vi si affacciano.

V[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di firenze